Home » Ambiente »Energia »Notizie dal mondo »Sviluppo » Articolo:

Governo Monti punti sulla green economy. Ecco la ricetta di Rifkin per l’Italia

novembre 17, 2011 Ambiente, Energia, Notizie dal mondo, Sviluppo 2 Comments

Suggerirei al nuovo presidente del Consiglio incaricato, Mario Monti, di investire nella green economy“. La ricetta anti-crisi proposta daJeremy Rifkin alla platea italiana segna una “nuova era produttiva“, come la chiama lui (nel suo libro, appena tradotto dalla Mondadori) la “Terza rivoluzione industriale“, caratterizzata da profonde innovazioni nelle reti e nelle fonti energetiche del paese.

 Inaugurando al Lingotto di Torino l’edizione 2011 del salone dell’Ict e dell’infomobilità Tosm-Itn con un master speech su “Le reti lunghe per la competitività – Business, Territori e Tecnologie a confronto”, il guru dell’economia verde si è rivolto al premier in pectore e alla comunità internazionale con il tono di una lectio magistralis: “Se pensiamo di risolvere i problemi energetici con i tagli e l’austerità non abbiamo futuro“.

 Secondo il saggista statunitense, il nuovo modello economico sorge sull’abbandono della dipendenza energetica dal petrolio e su nuovi rapporti economici, politici e ambientali. La Primavera araba e le proteste degli indignados occidentali, tra Madrid e Roma passando per il movimento Occupy Wall Street “sono ormai il presagio di una nuova era - ha detto l’economista -. Milioni di giovani si sono riversati in piazza screditando un sistema economico che privilegia l’1% di ricchi sulle spalle del 99% della popolazione. Le nuove generazioni hanno la convinzione che ci sia qualcosa di eticamente controcorrente nella gestione dell’economia e sono determinati nel costruire una struttura governativa responsabile e nel proteggere la biosfera“.

Per Rifkin, che ha già elaborato un piano decennale di crescita sostenibile per la città di Roma, il risparmio energetico va sostenuto non solo con l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia, come l’eolico e il fotovoltaico, ma anche con la bioedilizia e la bioagricoltura, creando un sistema a maglie che abbatta la burocrazia e sia diffuso sul territorio simile ad internet, cui possano accedere tutti.

Promosso da Camera di commercio di Torino e dal gruppo Ict dell’Unione Industriale di Torino, Tosm è impostato su sette aree di applicazione delle Ict: Sanità, Energia, Turismo, Finance, Multimedia, Automotive, Processo e Gestione. Organizzato da GL Events Italia-Lingotto Fiere, si avvale del contributo scientifico di Torino Wireless, della collaborazione di Cei Piemonte e del progetto Think Up per le relazioni internazionali, oltre alla collaborazione di NetConsulting per il networking.

 Augusto Rubei

Fonte: Greenbiz.it 

  

Commenti are "2 commenti" su questo articolo:

  1. Pier Luigi Caffese scrive:

    Rifkin incarna bene il bla..bla energetico dell’Italia.Quando non si vuol decidere si ricorre a Rifkin che è solo capace di conferenze ma mai un suo progetto va in porto.Dato che a Milano un Assessore bla..bla, invita Rifkin,dovrei comprarmi una BMW H da 80.000 euro per compiacerlo ed andare dall’Eni in tangenziale per farmi pompare metano piu’ H,perchè il metano puro l’Eni non è cosi cretino di venderlo in quanto defungerebbe il suo cliente, al minimo incidente esploderebbe.Ora compro un fuel che è piu’ fossile che pulito per dar ragione a Rifkin che è un pazzo scatenato perchè non sa i costi dello H.Per produrlo a poco si deve usare il nucleare.Siete disposti?Credo di no?Produciamolo dal mare ma allora è molto piu’ economico il mio azur fuel dall’acqua e dal mare.L’idrogeno è caro e non è un fuel conveniente perchè le auto H costano il doppio(sono per ricconi come il Boeri a Milano),il fuel esplode e si mischia con metano per non farlo deflagrare subito.Piace molto ai terroristi per far esplodere auto e C4.ma L’Assessore dice che è un toccasana per l’ambiente o per vedere Dio prima esplodendo.Che l’Assessore ci voglia far fuori per ridurre lo smog?

  2. Pier Luigi Caffese scrive:

    AA.Le ditte di onoranze pubbliche e private italiane ringraziano commosse il prof.Rifkin per aver magnificato l’utilizzo dello idrogeno come fuels di costose BMW che dopo un deprecato incidente stradale con relativa esplosione, hanno costretto il nostro amato cliente ad anticipare di molto la sua dipartita in cielo ed ringraziano anche tutti gli Assessori pubblici e Ministri che si sono fatti paladini delle auto ad idrogeno per ridurre il vituperato smog.
    Omnia vicit H-l’idrogeno vince su ogni cosa (da Virgilio,Egloghe,X,69).

Commenta questo articolo:







Operazione Trasparenza!
Iscriviti alla newsletter!
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle

Archivi