Home » Articolo:

Rifiuti zero

Per comprendere il concetto di “Rifiuti Zero” è necessario partire da questi concetti:

  1. Tutto ciò che non è riutilizzabile, riciclabile e compostabile è un errore e deve essere sostituito nel ciclo produttivo attraverso una strategia che vede istituzioni-imprese-università collaborare da qui ai prossimi 15 anni
  2. Il rapporto di posti di lavoro creati dall’industria del riciclo rispetto a quella d’incenerimento-discariche è di 15 a 1. Ogni 15 posti di lavoro per il riciclo se ne crea uno solo per discariche ed inceneritori (fonte Conai)
  3. L’incenerimento, privato di sussidi pubblici (tasse dei Cittadini) non si sostiene da solo dal punto di vista economico e risulta essere “il metodo più costoso di smaltimento” (fonte Wall Street Journal e studio “Light my fire”)
  4. Come provato da studi comparati la raccolta porta a porta rispetto a quella stradale con cassonetti permette oltre a maggiori percentuali di raccolta differenziata con migliore qualità anche un maggior risparmio/recupero energetico di materiali che altrimenti andrebbero gettati-bruciati e/o di nuovo prodotti nei cicli produttivi (fonte studio Tea- Mantova)
  5. I danni economici da inceneritori variano da 4 a 21 euro a tonnellata smaltita, quelli delle discariche da 10 euro a 13 euro per tonnellata smaltita (fonte studio: “Environmental impacts and costs of solid waste: a comparison of landfill and incineration” 2008-Ecole des Mines-Parigi )

Punti chiave:

  • Piani di riduzione rifiuti, come il progetto europeo “Meno 100kg pro capite” con prodotti alla spina, dematerializzazione, pannolini lavabili, acqua del rubinetto,compostaggio domestico, etc.
  • Accordi con imprese e grande distribuzione per creare sistemi di vuoto a rendere. Fare pressione sui livelli istituzionali superiori affinché si tassi l’imballaggio doppio/triplo
  • Aprire “Negozi del riciclo” dove i Cittadini possono consegnare e vendere bottiglie di plastica e vetro, lattine, carta ricevendo in cambio bonus denaro. Il valore educativo di questi negozi è fondamentale per far capire che nulla va sprecato
  • Per famiglie ed imprese, passare alla raccolta differenziata porta a porta con tariffa puntuale tramite microchip (più ricicli meno paghi). Il porta a porta oltre a permettere di arrivare ad elevate percentuali di raccolta differenziata in pochi mesi (dal 65% all’85%) ha come pregio di spingere ad una riduzione dei rifiuti (cifra variabile tra il -10% e -20% di rifiuti prodotti)
  • Raccolta differenziata in tutte le scuole (classe per classe) come approvata a Treviso, Università, centri sportivi, cinema, parrocchie, luoghi di lavoro in modo da educare il Cittadino in ogni aspetto della vita quotidiana
  • Realizzazione di isole ecologiche per rifiuti ingombranti e speciali/industriali
  • Costruzione impianti di digestione anaerobica e compostaggio con produzione di biogas-metano. I rifiuti organici e reflui agricoli prima di diventare fertilizzante naturale producono biogas-metano che può essere utilizzato anche per il trasporto pubblico locale (modello Linkoping, Svezia)
  • Costruzione di moderni centri riciclo modello “Vedelago” dove anche gli scarti residui non riciclabili possono essere trasformati in composti per l’industria del riciclo plastico o sabbie sintetiche per l’edilizia. La parte residua può essere trattata con bioessicazione e integrata con i centri riciclo modello “Vedelago”. Questi impianti possono costare il 75% in meno di un inceneritore e non inficiano la raccolta differenziata e la riduzione dei rifiuti
  • Creazione di un apposito Centro Studi in collegamento con le imprese locali e le università per studiare quanto selezionato e non ancora riciclato in modo che nei cicli produttivi delle aziende vengano gradualmente sostituiti tutti i materiali e oggetti non riutilizzabili, riciclabili o comportabili
  • Recuperare plastica, vetro,alluminio dalle vecchie discariche chiuse (landfill mining)
  • Chiusura entro i prossimi 15 anni di tutte le discariche
  • Nessun impianto di incenerimento sul territorio
  • Obbligo per il comune di costituirsi parte civile per reati ambientali
  • Aumento dei controlli e multe per chi smaltisce rifiuti illegalmente

  

Forum

Entra nel forum del Movimento 5 Stelle dell'Empolese Valdelsa.

Iscriviti alla Newsletter:

Loading...Loading...


Questionario 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è completamente autofinanziato dai suoi sostenitori
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
l'ArchiVio - Tutti gli Atti del Comune e la Rassegna Stampa

Versione Mobile



RSS Beppe Grillo Post

  • Il M5S denuncia i ministri per le infrazioni sulle discariche
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Chi ha sbagliato deve pagare. Chi ha voluto le discariche deve assumersene la responsabilità. Non dovranno essere i cittadini a rifondere all'Europa i 40 milioni di euro dovuti per la procedura di infrazione sulle discariche. Per questo il M5S ha depositato alla Corte dei Conti un esposto contro chi governava nel […]
  • Il calendario dei Santi Laici 2015
    GUARDA IL TRAILER DEL CALENDARIO01:00 - HDgoogletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "La scorta", così ribattezzano comunemente - condannandoli all'anonimato - i poliziotti e i carabinieri che vengono trucidati durante un rapimento, come avvenne per Aldo Moro, o un omicidio, come per Falcone e Borsellino. Gli agenti di Polizia e i Carabinieri hanno pagato il più alto […]
  • Beppe Grillo presenta il referendum #FuoriDallEuro alla stampa estera
    L'INTERVENTO DI BEPPE - HD googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); Guarda la prima parte dell'intervento di Beppe Grillo Guarda l'intervento iniziale di Luigi Di Maio Il M5S alle ore 15 presenta alla Stampa Estera la proposta di legge d'iniziativa popolare per indire un referendum sull'uscita dell'Italia dall'euro. In un solo week end abbiamo raggiunto le 50.000 […]
Italian Bloggers BlogItalia - La directory italiana dei blog

Flash news dal mondo

Più di mille impianti pericolosi in Italia, ma la gente non lo sa

30 gen 2013

impianto

Un nuovo studio effettuato da Legambiente mette a nudo la disorganizzazione dell’Italia. Non che ci sorprendano tali dati, ma nemmeno pensavamo a casi di queste proporzioni. Il numero chiave oggi è 1.100, ed è il numero di impianti industriali che sono potenzialmente bombe pronte ad esplodere, con conseguenze anche peggiori …

Pirogassificatore: Perché la regione impugna la sentenza del TAR?

29 gen 2013

scarselli_luca

Apprendiamo con immenso sdegno che la Regione Toscana ha impugnato la sentenza del T.A.R. Toscana che nel dicembre scorso aveva annullato l’autorizzazione per l’impianto di incenerimento rifiuti di Castelfranco di Sotto Non comprendiamo questo “accanimento terapeutico” in favore di due società private. Il caro presidente Rossi deve oramai rispondere a …

Flash news da Empoli

«No all’inceneritore di Fibbiana», centinaia di adesioni al comitato

9 gen 2014

soa fibbiana

Cittadini contro Comune e Colorobbia che vuole realizzare un impianto per produrre energia dai rifiuti «Preoccupati per l’ambiente e la nostra salute». Oggi incontro pubblico in municipio a Montelupo MONTELUPO. Un comitato per dire No all’inceneritore di Fibbiana. È quello a cui hanno dato vita nelle ultime ore un gruppo …

Morire di lavoro

Luigi Rossi, 15 anni, Sparanise (Caserta)

27 set 2011

La vittima, Francesco Rossi, studente di un istituto professionale di Vairano promosso al secondo anno di studi, ha perso la vita rimanendo schiacciato sotto il trattore di proprietà del padre Luigi. Il quale, dopo l’incidente, in evidente stato di choc non è stato però in gradi di ricostruire per filo …

Commenti recenti

  • ANGELA GERARDA FASULO: La legge sulla sicurezza rappresenterà una vera salvezza per...
  • Johna833: Yeah bookmaking this wasn't a risky conclusion outstanding p...
  • runespirit: I dati degli ultimi 5 anni sarebbero piu interessanti....
  • Massimo: Sono un genitore di una alunna che frequenta l'Enriques a Ca...
  • chiara: Le donne dovrebbero imparare ad essere donne, a rendersi con...
  • Nicoal: Se c'è una minima volontà di fare un inceneritore nella zona...
  • Gabriele: Per commenti positivi di donne sulla coppetta puoi andare su...