Home » Diario di bordo » Ultimi articoli:

Consiglio Comunale n°13 del 19 aprile 2010

Gabriele agosto 15, 2010 Dirette Web No Comments

Punti trattati:

  • Comunicazioni del Sindaco su Emergency
  • Interrogazione relativa all’assunzione a chiamata dell’ex assessore Maurizio Cei
  • Composizione commissione Pari opportunità, la maggioranza vota contro un proprio emendamento

Vedi anche:

  

Consiglio Comunale n°12 del 8 aprile 2010

Gabriele agosto 15, 2010 Dirette Web No Comments

Punti trattati:

  • Consiglio Comunale aperto sulla riforma Gelmini

Vedi anche:

  

030 – Abbiamo Diritto al Futuro

Gabriele luglio 22, 2010 Brevi dal consiglio 2 Comments

Consiglio Comunale del 19 luglio 2010.

La seduta inizia alle ore 15 con la presentazione da parte degli uffici tecnici del comune del progetto della nuova Pam, simile a quella svoltasi in commissione, senza la presenza della proprietà e dei progettisti.
Si deve decidere se adottare la variante che consentirà la realizzazione del nuovo iper, questa dovrà poi essere approvata dopo la discussione delle osservazioni.
La discussione si protrae fino alle 20. Alla fine la variante vine adottata coi voti favorevoli della maggioranza, l’astensione delle opposizioni ed il voto contrario della lista 5 Stelle e di Petrillo per la lista Marconcini.
Giacomelli ha riassunto gli aspetti positivi e negativi della questione. Si va a recuperare un area ex industriale, cosa di cui Empoli ha estremamente bisogno (ex Vitrum e Montepagani insegnano).
Di contro questa nuova installazione darà ancora una ulteriore “mazzata” al centro storico. Ago della bilancia potrebbero essere le assunzioni, ma pare che la Pam stia chiudendo il proprio iper di Firenze, quindi è più probabile un trasferimento dei lavoratori fiorentini più che nuove assunzioni. Con tutto quello che questo comporta, in termini di traffico ed inquinamento sulla Fi-Pi-Li.
La seduta serale, alla quale nessun esponente della PDL partecipa, si apre con la mozione “pari salario per pari lavoro” dei comunisti e lista Marconcini. L’intento è quello di equiparare gli stipendi dei nuovi assunti nelle farmacie comunali con quelli assunti prima dell’esternalizzazione del servizio. 5000€ in meno di contratto. La mozione non passa, benché fosse stata votata per punti, ovvero una parte prevedeva che i dipendenti ruotassero tra farmacia 1 (via Cappuccini) e farmacia 2 (Centro Coop), la non-rotazione a detta dei proponenti serve per riequilibrare lo stipendio, la farmacia 1 infatti non raggiunge il premio di produzione come puntualmente fa la 2.
Una rotazione sarebbe stata auspicabile per capire se il problema dei più bassi introiti sono i dipendenti come sembra sostenere almeno in parte la maggioranza.

Si passa alla mozione cip6 presentata dal gruppo 5 Stelle. La mozione impegna la giunta a intraprendere una campagna di sensibilizzazione ed ogni azione amministrativa possibile per favorire il risparmio enegetico e lo sviluppo di energie rinnovabili.
Oltre a questo prevede di dare mandato alla giunta di aderire alla azione legale promossa dall’associazione Diritto al Futuro contro il GSE (Gestore Servizi Elettrici) per il rimborso del contributo CIP6 (7% della bolletta) indebitamente versato.
Nella pratica si tratta di un esborso dalla casse comunali di 20€.
Bacchi (PD) avrebbe preferito che nella mozione ci fosse stato scritto che il comune è favorevole al porta a porta e contrario agli inceneritori. Anche noi lo avremmo preferito, ci chiediamo se il suo partito avrebbe votato la mozione così scritta. Il testo passa con ampia maggioranza, si astengono solo Cavallini e Bartalucci del Partito Democratico.

  

029 – Variare il caldo

Gabriele luglio 21, 2010 Brevi dal consiglio 1 Comment

Consiglio Comunale del 14 luglio assenti Borgherini, Fruet, Gori, Bianchi e Baroncelli abbandonano presto l’aula. In contemporanea a Corniola si stava svolgendo al Festa del PDL.

Il consiglio si svolgeva al chiostro degli Agostiniani in un caldo torrido e con un audio che rendeve estremamente difficile seguire la discussione.
Si trattava di discutere la seconda variazione al bilancio, variazione composita come la precedente che comprendeva tre sotto-variazioni.
E’ stato inizialmente ridiscusso il mutuo per l’acquisto del san Girolamo Emiliani, un maggiore esborso di contributi regionali ci consente di estinguere il mutuo per la quota parte spettante al comune.
Una spesa di 7000€ per l’impianto illuminante a Serravalle dove si svolge l’Etnofestival e che verrà in pratica reso un impianto fisso e non installato per l’occasione.
L’assegnazione di due incarichi esterni per un totale di 36.000€ di il più sostanzioso di 26.000€ per finanziare l’avviamento in via sperimentale di un servizio educativo aggiuntivo presso i nidi d’infanzia comunali e il Centro Zerosei.

  

La coppetta mestruale

Gabriele luglio 19, 2010 In Evidenza, Mozioni 8 Comments

Con l’imminente passaggio alla raccolta porta a porta si vengono a creare vari problemi relativi allo smaltimento di tutti quei prodotti che sono indifferenziati (cassonetto grigio), ma che non possono stanziare nel contenitore per un lungo periodo.
Ci riferiamo essenzialmente ai pannolini per bambini ed agli assorbenti intimi.
Basti pensare che con una raccolta differenziata ben eseguita il cassonetto dell’ indifferenziato può essere svuotato ogni due mesi, con un costo di 13 euro, per capire l’entità del problema.
I pannolini lavabili sono una buona soluzione economica e sostenibile per l’ambiente, ma vi sono soluzioni anche per l’altro problema, che non è trascurabile le 12.000 donne in età fertile di Empoli depositano ogni anno in discarica circa 36 tonnellate di rifiuto indifferenziato.
Venendo all’oggetto della mozione la coppetta mestruale è un piccolo recipiente di silicone medico, che si inserisce, raccoglie il sangue, si svuota, si lava e a fine ciclo si sterilizza facendolo bollire in acqua per cinque minuti.
Scendere nell’intimo di ogni donna non ci interessa, ma abbiamo calcolato che ci può essere un risparmio diretto di circa 50€/anno, questo senza calcolare i minori svuotamenti a pagamento del cassonetto grigio, la Mooncup (questo il nome commerciale) infatti costa 29€ e dura 10 anni.
Un risparmio notevole se calcoliamo che la coppetta offre dei vantaggi clinici interessanti, raccoglie e non assorbe, questo non modifica la flora batterica della mucosa prevenendo le infiammazioni (vulviti).
Chiediamo all’amministrazione di fare quello che stiamo facendo noi con questo articolo, ovvero portare a conoscenza della popolazione di questa alternativa, che leggendo nei forum dedicati sembra particolarmente valida, oltre che a porre la coppetta in vendita nelle farmacie comunali (attualmente è reperibile nei negozi Bio anche di Empoli e tramite internet).
Per esempio nella mozione suggeriamo un concorso per la realizzazione di affissioni pubblicitarie aperto alla popolazione, questo farebbe conoscere l’oggetto anche prima di essere pubblicizzato.
Se ben configurata questa può essere una operazione a costo zero per l’amministrazione, ma un bel risparmio per l’ambiente e le tasche delle nostre concittadine.

Testo completo della mozione

  

Amianto e quanto mi amianto?

Gabriele luglio 14, 2010 Interrogazioni No Comments

Ci siamo quasi. Il picco delle morti per amianto previsto tra il 2010 ed il 2015 sta per arrivare (fonte Renam, Registro nazionale mesoteliomi). Poi si continuerà tranquillamente a morire di asbestosi, e mesotelioma pleurico, come succede a oltre 3000 persone ogni anno.
L’amianto, il killer silenzioso, è presente ovunque anche da noi ad Empoli, basta guardarsi intorno, cercare un vecchio edificio, come si vede grigio difficilmente è qualcosa se non Eternit, ed anche gli edifici pubblici non ne sono esenti.

Le nostre amministrazioni, di tutta Italia, hanno sottovalutato per anni il problema, che numeri alla mano è allarmante oggi e lo sarà per i prossimi 30 anni.
Già oggi come si può vedere pezzi rotti e spolveranti quindi estremamente pericolosi, vengono abbandonati da cittadini incuranti della pericolosità di queste azioni.
Quello che le nostre amministrazioni dovrebbero fare è mappare l’amianto presente negli edifici di tutta la città e fare un programma a lungo termine,5 -10 anni, di incentivazione alla rimozione, controllando che questa venga eseguita nei termini e nelle modalità di legge.

Con una interrogazione a risposta scritta chiediamo se l’amministrazione ha intenzione di procedere con questa logica per la tutela e la salvaguardia della salute dei propri cittadini.
Attualmente si procede per denuncia del vicino. Se il vostro vicino ha dell’amianto non denunciatelo, non avete alcuna garanzia su come verrà rimosso.
Se il cittadino si deve sostituire alle autorità è spontaneo chiedersi a cosa servono le autorità.

Testo completo interrogazione

  

Ordine del giorno, consiglio comunale del 14/07/2010

Gabriele luglio 9, 2010 Sedute del Consiglio No Comments

consiglioSi torna a parlare di bilancio nel prossimo consiglio comunale. Seconda variazione dall’approvazione del preventivo 2010. Il consiglio si terrà presso il Chiostro degli Agostiniani dalle ore 20:30, questo perché il terzo piano del palazzo comunale è sottoposto a lavori di restauro e l’aula del consiglio, benché al secondo piano, non è agibile.
Presenti anche tre interrogazioni, due dei comunisti ed una della PDL, interessante quella al punto 4 per chiedere la tempistica dei lavori al complesso del San Girolamo Emiliani in via Fabiani, approvato nella seduta del 26 aprile.
Come sempre potrete seguire il consiglio su questo sito in diretta streaming.

1) Comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio.
2) Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Rifondazione-Comunisti Italiani, relativa a richiesta Cittadini allacciamento a rete metano.
3) Interrogazione presentata dal Gruppo Consiliare PDL, relativa al sequestro mezzi.
4) Interrogazione presentata dal gruppo consiliare Rifondazione-Comunisti Italiani, relativa a inizio e tempistica lavori di recupero per i due interventi in Via Verdi (fabbricato B) e Via Fabiani (fabbricato A), come previsto dal programma regionale di ERP
5) Verbale della seduta del Consiglio Comunale n. 17 del 31/05/2010: approvazione.
6) Bilancio di Previsione 2010 e pluriennale 2010/2012 – 2^ variazione e conseguente modifica del piano triennale delle opere pubbliche 2010/2012 ed elenco annuale 2010 e della programmazione degli incarichi professionali.
7) Rinnovo Commissione Comunale per il Paesaggio: nomina componenti di competenza consiliare.

  

Dove ti scarico?

Gabriele luglio 1, 2010 Interrogazioni No Comments

Si sta diffondendo nell’intero paese, ed anche la nostra cittadina non ne è esente, il pensiero che l’ecologia sia un qualcosa che ha a che fare solo con l’auto a metano, piuttosto che con la lampadina a risparmio energetico, o lo spegnere le luci un’ora in piazza Farinata.
L’ecologia è in primo luogo tutela, cura e conservazione del territorio, quindi uso del cemento per nuove cubature fortemente regolamentato e controllo di ciò che mangiamo, beviamo, respiriamo, del suolo e dell’aria.
Gli scarichi sul suolo sono vietati.

Dal 31/12/2004 tutti i reflui industriali, domestici e assimilati avrebbero dovuto recapitare in fognatura pubblica e, in caso di indisponibilità di quest’ultima, vedi edifici isolati non asserviti dalla medesima, essere singolarmente comunque autorizzati allo scarico.
Basta tuttavia osservare, durante i periodi di magra, lo sbocco in Arno di molti rii che attraversano il nostro territorio e rendersi conto che sono tutt’ora numerosi gli scarichi irregolari, intendendo per irregolari sia quelli completamente abusivi, sia quelli autorizzati con impianti non regolarmente funzionati o sottodimensionati. Spesso si tratta di mancati allacciamenti alla pubblica fognatura, di scarichi abusivi. Molti rii assomigliano infatti più a fogne a cielo aperto che a corsi d’acqua.
Molti cittadini lamentano lo stato deplorevole dei corsi d’acqua e il fatto che mentre gli onesti si sono dovuti sobbarcare i costi della regolarizzazione, i furbi possano continuare indisturbati ad inquinare poiché nessuno li obbliga al rispetto delle regole.
L’individuazione dei responsabili di tali illeciti, seppur non immediata, non sarebbe particolarmente complessa. I Comuni potrebbero incrociare i dati dei residenti con quelli dell’ente gestore del servizio idrico per stabilire il numero degli scarichi dichiarati, sicuramente in difetto. Questi dati potrebbero poi essere incrociati con quelli dalla Camera di Commercio per capire quali attività industriali sono presenti in queste aree.
L’organo preposto al controllo è il Comune con i propri organi di polizia. Ci chiediamo quindi se questi abbiano organico e competenze sufficienti per effettuare questi importantissimi controlli per la tutela del nostro territorio.
Per questo presentiamo una interrogazione a risposta scritta all’amministrazione per chiedere conto di tutti quegli scarichi fuori fognatura presenti nel nostro territorio, le domande presentate, quelle evase e quante sanzioni sono state elevate dal 2004 verso eventuali trasgressori.

Testo completo dell’iterrogazione

  

Piazza della Vittoria: mancano solo i nani

Gabriele giugno 30, 2010 Interrogazioni 6 Comments

Abbiamo già segnalato all’autorità di Pubblica Sicurezza l’estrema pericolosità della nuova “decorazione” recentemente posta in Piazza della Vittoria.
Le pietre poste alla base degli alberi che circondano la piazza principale di Empoli, di dimensioni anche fino a 15 cm di diametro, costituiscono un pericolo non solo in caso di manifestazioni quali per esempio partite allo stadio Castellani.
Pensiamo per esempio ad un bambino che per gioco più gettare un sasso su un auto posteggiata lungo il perimetro della piazza, o peggio verso un proprio coetaneo.
Questo ultimo “abbellimento” di marmo bianco per altro poco si confà con lo stile architettonico del resto della piazza, composta da travertino per il bordo vasca e il basamento del monumento e da una miscela di cemento e vetro per la pavimentazione, in pratica mancano solo i nani da giardino.
L’ufficio digos potrebbe nel caso lo ritenesse necessario far rimuovere le pietre in occasione di una qualsiasi manifestazione, uno sciopero generale, il corteo del Primo Maggio oppure appunto una partita, i tre operai della cooperativa Orizzonti hanno impiegato l’intera giornata di martedì per porre in opera le pietre, con un impegno economico quindi non trascurabile.
Interessante segnalare che gli operai del comune la scorsa settimana avevano posto in opera le pietre alla base dei due alberi verso via Curatore e Montanara, la soluzione deve quindi essere sembrata interessante e sensata.
Auspichiamo la rimozione delle pietre perché appunto pericolose, nonostante questo comporti uno spreco di denaro pubblico.
Seguirà interrogazione al Sindaco per chiedere:

  • Chi è responsabile di questa scelta
  • Che fine abbia fatto il progetto iniziale dell’architetto Italo Rota che prevedeva per questa specifica soluzione una griglia con un disegno originale
  • Quanto ci è costata questa istallazione.



Testo completo dell’interrogazione

  

028 – Verde Bianco Rosso Nero

Gabriele giugno 28, 2010 Brevi dal consiglio 5 Comments

Consiglio comunale del 22 giugno, assenti Morini (Lista Marconcini)

La seduta si apre con l’ordine del giorno dei comunisti sulle vicende della Freedom Flotilla, l’atto oltre a condannare l’accaduto chiede che venga istituito un Consiglio Comunale aperto sul tema Palestina. Giacomelli, 5 Stelle, per condividendo la condanna all’atto compiuto da Israele si dice contrario al Consiglio Comunale. Trattare temi di rilevanza internazionale chiave come la questione israelo-palestinese è compito dei partiti che in ogni evidenza non riescono a fare senza l’appoggio istituzionale.
Il documento passa con ampissima maggioranza, la sola PDL vota contraria, questo perché aveva presentato un proprio ODG sull’argomento.
Dopo le interrogazioni si passa alla mozione relariva alla revisione dei criteri di riammissione nel nucleo familiare originario del titolare di alloggio E.R.P. in caso di comprovate difficoltà, presentata da Comunisti e Lista Marconcini.
La mozione intendeva modificare alcuni parametri per l’assegnazione degli alloggi popolari, dalla discussione è emerso che probabilmente una certa revisione è necessaria, ma la mozione così come era scritta andava ad intercettare le esigenze particolari di un interlocutore della forza politica proponente, la legge deve comunque essere astratta e generica. La mozione non passa, Giacomelli si astiene sottolineando che una revisione di alcuni parametri è comunque necessaria.
A questo punto doveva esserci la discussione sugli stipendi delle farmacie comunali, ma Bini (comunisti) proponente della mozione per un impegno lascia l’aula e la discussione slitta, così come slitta la nostra mozione sul CIP6 e quella sui pannolini lavabili.
La seduta si doveva concludere alle ore 20 perché alla Festa del PD era previsto Renzi e i consiglieri del PD erano impegnati in questo importante impegno istituzionale.
Servono circa due ore per discutere una mozione e Giacomelli ha preferito rinviare piuttosto che spezzare la discussione in due parti.
Si discute quindi la mozione PDL sul mercato ortofrutticolo di Avane, rendiamo merito al gruppo consiliare di non essersi sottratto alla discussione che rischiava di interrompere il consiglio ancor prima del tempo stabilito. La mozione chiedeva in sostanza che il mercato ortofrutticolo restasse nella posizione attuale, sotto la grande vela.
La mozione non passa, la discussione si è protratta fino alle ore 20:30 perché nel frattempo si era diffusa la notizia che Renzi non sarebbe potuto intervenire quella sera.

  

Forum

Entra nel forum del Movimento 5 Stelle dell'Empolese Valdelsa.

Iscriviti alla Newsletter:

Loading...Loading...


Questionario 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è completamente autofinanziato dai suoi sostenitori
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
l'ArchiVio - Tutti gli Atti del Comune e la Rassegna Stampa

Versione Mobile



RSS Beppe Grillo Post

  • Truman Renzie e il segreto di Stato
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "L'incantatore di ingenui Renzie gode della protezione del Truman Show creato attorno a lui da tv e giornali. Il livello di approssimazione della stampa che ha titolato all'unisono "Renzi toglie il segreto di Stato sulle stragi" è davvero i
  • #RenzieZeroLeggi
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Annunci roboanti, svolte a giorni alterni, una riforma al mese. Milioni di posti di lavoro, rivelazioni di segreti segretissimi, elargizioni di... decine di euro. Ma, in sostanza, zero: zero è il numero delle leggi portate a casa dal governo Renzi. In due mes
  • Enasarco e i soldi delle pensioni giocati alla roulette della finanza
    Basta alle speculazioni!(04:25)googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); >>> Stasera Luigi Di Maio, portavoce del M5S alla Camera, parteciperà a Otto e mezzo di Lilly Gruber in onda su La7 a partire dalle 20.30
Italian Bloggers BlogItalia - La directory italiana dei blog

Flash news dal mondo

Più di mille impianti pericolosi in Italia, ma la gente non lo sa

30 gen 2013

impianto

Un nuovo studio effettuato da Legambiente mette a nudo la disorganizzazione dell’Italia. Non che ci sorprendano tali dati, ma nemmeno pensavamo a casi di queste proporzioni. Il numero chiave oggi è 1.100, ed è il numero di impianti industriali che sono potenzialmente bombe pronte ad esplodere, con conseguenze anche peggiori …

Pirogassificatore: Perché la regione impugna la sentenza del TAR?

29 gen 2013

scarselli_luca

Apprendiamo con immenso sdegno che la Regione Toscana ha impugnato la sentenza del T.A.R. Toscana che nel dicembre scorso aveva annullato l’autorizzazione per l’impianto di incenerimento rifiuti di Castelfranco di Sotto Non comprendiamo questo “accanimento terapeutico” in favore di due società private. Il caro presidente Rossi deve oramai rispondere a …

Flash news da Empoli

«No all’inceneritore di Fibbiana», centinaia di adesioni al comitato

9 gen 2014

soa fibbiana

Cittadini contro Comune e Colorobbia che vuole realizzare un impianto per produrre energia dai rifiuti «Preoccupati per l’ambiente e la nostra salute». Oggi incontro pubblico in municipio a Montelupo MONTELUPO. Un comitato per dire No all’inceneritore di Fibbiana. È quello a cui hanno dato vita nelle ultime ore un gruppo …

Morire di lavoro

Luigi Rossi, 15 anni, Sparanise (Caserta)

27 set 2011

La vittima, Francesco Rossi, studente di un istituto professionale di Vairano promosso al secondo anno di studi, ha perso la vita rimanendo schiacciato sotto il trattore di proprietà del padre Luigi. Il quale, dopo l’incidente, in evidente stato di choc non è stato però in gradi di ricostruire per filo …

Commenti recenti

  • runespirit: I dati degli ultimi 5 anni sarebbero piu interessanti....
  • Massimo: Sono un genitore di una alunna che frequenta l'Enriques a Ca...
  • chiara: Le donne dovrebbero imparare ad essere donne, a rendersi con...
  • Nicoal: Se c'è una minima volontà di fare un inceneritore nella zona...
  • Gabriele: Per commenti positivi di donne sulla coppetta puoi andare su...
  • Silla: Chissà come mai i commenti più positivi a questo articolo ve...
  • Daniele Ulivelli: E meno male che quello di Fucecchio è un buon sito...