Autoriderminazione della bolletta, anche ad Empoli

Gabriele febbraio 29, 2012 Acqua No Comments

Nonostante che, dal 20 luglio 2011 con il Decreto del presidente della Repubblica n.167, il risultato del referendum di giugno sia pienamente applicabile, le ATO lo ignorano , affermando che esiste un vuoto normativo. Si tratta quindi di riportare democrazia e legalità su un ambito, quello dell’acqua, su cui 27 milioni di persone grazie al referendum di giugno, hanno affermato pienamente la propria volontà: la gestione dell’acqua, intesa come bene comune inalienabile deve essere pubblica e partecipata.
Nell’Empolese Valdelsa più del 71% di noi cittadini/e è andato a votare per i referendum per dire STOP alla mercificazione dell’Acqua e BASTA ai profitti garantiti sulla pelle degli utenti nella gestione dell’Acqua.
Per questo il Comitato per l’acqua pubblica Empolese Valdelsa sostiene la campagna nazionale di obbedienza civile con cui si chiede l’applicazione del 2° quesito referendario, eliminando dalla bolletta gli utili dei privati, attraverso l’autoriduzione della bolletta.
Nel nostro territorio i sindaci hanno detto NO al QUESITO 2: CANCELLAZIONE DEL CAPITALE INVESTITO, la tariffa continuerà a includere il profitto garantito. Inoltre hanno ultimamente prorogato gratuitamente di altri 5 anni la concessione (fino al 2026) al gestore privato cancellando la volontà referendaria del PRIMO QUESITO che bloccava la privatizzazione obbligatoria della gestione del servizio idrico.
La campagna di obbedienza civile intende colpire nel portafogli i gestori poiché chiede l’autoriduzione della bolletta da parte dei cittadini che potranno contare sul sostegno e sulle informazioni degli sportelli informativi che apriranno nel Circondario. Gli sportelli infatti forniranno i moduli per comunicare al gestore la volontà di praticare l’autoriduzione e calcoleranno la nuova cifra ridotta da pagare togliendo la percentuale del 18,18% per l’anno 2012.
Gli sportelli aperti sono i seguenti:
Arci Avane (0571/80516) Via di Avane, 72b Empoli – sabato 10,00 – 12,30
CSA Intifada (0571/931021) Via 25 aprile, 1 Ponte a Elsa – Lunedì e venerdì 18-20 e mercoledì 21-23
Ass Castello Civico Zero (329 4733438) Bar Tilli- Via Tilli, 12 Castelfiorentino alto Mercoledì 17-19
Ass. Castello Civico Zer0 (329 4733438) Circolo arci Il Progresso – Piazza Gramsci 18 sabato 10-12,30
Forum delle donne (3385028896) Circolo arci Y Via Cavallotti, 38 Certaldo – Mercoledì 10-12,30 /sabato 16-18
Cerchiamo attraverso questa campagna di far rispettare legalità e democrazia, tenendo conto della volontà popolare e del fatto che l’acqua deve davvero essere un bene su cui non si deve far profitti mentre il privato, nel nostro caso Acque Spa ha accumulato più di 67 milioni di euro di utili in 10 anni per un aumento della tariffa di più del 110%.

  

Nessun geologo nella commissione edilizia, l’Ordine professionale insorge

Gabriele febbraio 28, 2012 Notizie locali No Comments

Lettera aperta al sindaco Luciana Cappelli da parte della presidente Maria Teresa Fagioli: “Si denota una profonda mancanza di conoscenza delle problematiche fisiche e ambientali del territorio”

«Decisione assurda quella di escludere il geologo dalla commissione edilizia del Comune di Empoli». Maria Teresa Fagioli, presidente dell’Ordine dei Geologi della Toscana, è profondamente rammaricata per la volontà di togliere dalla commissione edilizia un geologo. E lo mette nero su bianco in una lettera aperta inviata al sindaco empolese Luciana Cappelli. «La scelta – scrive Fagioli – denota, in una ipotesi ottimistica, una profonda mancanza di conoscenza delle problematiche fisiche e ambientali del territorio. E di quello che il geologo professionista possa fare per prevedere e prevenire conseguenze da spiacevoli a disastrose dei fenomeni naturali. La nostra Regione è all’avanguardia per normativa di tutela dei cittadini dai rischi geologici e sismici, ma ben poco possono le norme quando le amministrazioni locali, livello delle istituzioni più prossimo ai cittadini, dimostrano con le loro decisioni di non averne compreso lo spirito, ritenendone sufficiente il mero rispetto formale».

La decisione è stata presa a luglio scorso. In quella occasione la presidente dell’Ordine dei Geologi aveva inviato una lettera, sempre al sindaco Luciana Cappelli, per provare a far fare marcia indietro all’amministrazione. «La scelta politica di escludere il geologo dalla Commissione – spiegava Fagioli -, per quanto burocraticamente legittima, sicuramente penalizza la possibilità della sua amministrazione di verificare completezza ed effettiva esaustività di tutti quei prodotti intellettuali di esclusiva competenza del geologo, che ope legis, devono accompagnare i progetti, e che solo un geologo può valutare competentemente e compiutamente».

Continua a leggere su gonews.it

  

Uomini per tutte le stagioni

Gabriele febbraio 28, 2012 Acqua No Comments

Vi proponiamo alcuni segmenti della trasmissione Faccia a Faccia andata in onda su Antenna 5 il 10 febbraio, tema “L’acqua deve essere un bene pubblico?”
La risposta è scontata, i referendum di giugno hanno dato un esito cristallino con 27 milioni di cittadini elettori che hanno dato un chiaro orientamento politico.
Ma per un attimo facciamo un ragionamento per assurdo, pensiamo che l’acqua sia una merce al pari di altre e che quindi debba essere gestita con logiche privatistiche e di mercato. Partendo da questo presupposto ai vertici di una azienda che gestisce diversi milioni di euro dovrebbero esserci manager capaci e con esperienze e competenze amministrative nel settore alimentare piuttosto che in quello ingegneristico per poter trarre il maggior profitto da un bene che appartiene comunque alla collettività, almeno finché non privatizzeranno le nuvole.
Allora perché ai vertici di Acque Spa ci sono il presidente Giuseppe Sardu già più volte assessore del Comune di Pisa in quota Partito Democratico poi “trombato” alla carica di Sindaco dall’attuale Filippeschi senza passare dalle primarie e Giancarlo Faenzi già Sindaco del Comune di Vinci che ha dismesso la carica di segretario di zona del PD per passare quasi direttamente sulla poltrona di Acque SPA?

  

Rinnovabili, il Costa Rica copre il 99% del fabbisogno energetico nazionale

Gabriele febbraio 27, 2012 Notizie dal mondo No Comments

Una delle principali accuse rivolte alle rinnovabili è l’essere molto costose per uno Stato. Come stiamo vedendo da qualche anno a questa parte anche in Italia infatti, sono molti i finanziamenti pubblici dedicati a chi installa, sia in azienda che nella propria casa, un impianto ad energie rinnovabili. Ma come dimostra la storia del Costa Rica, non è detto che questo debba mandare in fallimento uno Stato.

Il piccolo Paese sudamericano, con appena 4 milioni di abitanti, è riuscito in un’impresa incredibile: coprire il fabbisogno energetico nazionale per il 99,2% con le rinnovabili, senza che questo pesasse sul PIL. Tra le notizie di degrado ambientale globale, il Paese ha messo in luce come certe politiche economiche ed una governance favorevole possono trasformare uno Stato, anche se piccolo, in relativamente sostenibile nell’arco di pochi decenni.

Il “trucco”, se così possiamo definirlo, proviene da lontano, ed è l’eliminazione dell’esercito avvenuta alla fine degli anni ’40. Il Costa Rica oggi infatti non spende soldi pubblici per costituire un esercito che, in fin dei conti, non servirebbe a nulla visto che si trova a metà tra il colosso degli Stati Uniti ed il Brasile. Dunque ha preso quei fondi e li ha investiti in politiche efficaci. Uno dei modi per investire quel denaro è stato piantare nuove foreste. In pochi anni il Costa Rica è passato dall’essere uno dei Paesi con più deforestazione a quello con il maggior tasso di riforestazione.

Continua a leggere su ecologiae.com

  

Ridurre prima di tutto

Gabriele febbraio 21, 2012 In Evidenza, Mozioni No Comments


Da pochi giorni è iniziata la tariffazione puntuale sulla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani questo cambierà di fatto il rapporto che i cittadini hanno con i rifiuti domestici. In una gestione integrata la riduzione dei rifiuti è prioritaria rispetto alla raccolta differenziata, al riuso ed al recupero di materia ed energia.
Tutta la legislazione vigente, non ultimo l’accordo quadro Anci-Conai, ma anche il Codice dell’Ambiente (152/2006) mette nelle condizioni le amministrazioni locali per quanto di propria competenza di adoperarsi affinché pongano in essere tutte quelle iniziative atte a favorire la prevenzione e la riduzione della produzione e della nocività dei rifiuti.
Per porre in atto questo importante compito delle amministrazioni, abbiamo messo a punto una mozione che sarà in discussione nel prossimo Consiglio Comunale.
Chiediamo in sintesi che l’amministrazione:

  • introduca progressivamente l’obbligo piatti, bicchieri e posate biodegradabili o riutilizzabili in tutte quelle manifestazioni che hanno luogo nel territorio comunale, e che patrocini, cioè investa soldi pubblici, solo in caso vengano usate vettovaglie riutilizzabili.
  • A realizzare la raccolta differenziata, come quella che i cittadini svolgono nelle proprie abitazioni, presso tutti gli edifici comunali e durante eventi, sagre, manifestazioni.
  • Infine chiediamo che si faccia una vera e propria campagna di informazione sulla qualità dell’acqua del rubinetto per ridurre l’uso dell’acqua in bottiglia anche attraverso l’installazione di impianti di filtraggio nelle case o nei bar-ristoranti.

La Toscana, è bene ricordarlo, detiene il triste primato nella produzione pro capite di rifiuti con oltre 600Kg/anno per abitante, certo parte di questi dovuti alla pratica dell’assimilazione che a più riprese abbiamo contestato, ma appare del tutto evidente che adesso che i cittadini stanno facendo attivamente la loro parte, tocchi alle amministrazioni fare la propria.

Testo completo della mozione

  

Lo strano senso di Vendola per la tutela dell’Ilva di Taranto

Gabriele febbraio 20, 2012 Notizie dal mondo No Comments


Nichi Vendola insiste con la politica del ravanello (rosso fuori e bianco dentro) ossia far quadrare il cerchio della tutela della salute umana e ambientale e la presenza dell’Ilva a Taranto. Lo ha ribadito ancora una volta come riporta la Gazzetta del Mezzogiorno:

Il nostro obiettivo è quello di mettere in equilibrio diritto al lavoro e diritto all’ambiente e alla salute. Siamo all’indomani di diversi fatti, che raccontano la contraddittorietà e la drammaticità di una condizione: da un lato, alcuni lavoratori somministrati che minacciano di lanciarsi dal ponte e che chiedono di poter rientrare a lavorare all’Ilva; e dall’altro l’incidente probatorio, che è frutto di un’iniziativa del Comune di Taranto, che è teso a verificare quale siano le ragioni dell’inquinamento in città. Abbiamo, cioè, i due corni del problema: la domanda di lavoro e la domanda di ambiente e di salute. Il nostro lavoro, in questi anni, è stato sempre quello di tentare di mettere in equilibrio il diritto al lavoro e il diritto all’ambiente, perché sappiamo bene che rompere questo equilibrio vuol dire produrre una ferita, significa vedere sconfitte le ragioni di chi vuole cambiare, ma anche avere la possibilità di vivere e lavorare.

A sostenere con forza che l’Ilva inquina è la maxiperizia disposta dal Tribunale di Taranto. Ma Vendola governatore della Regione Puglia e Ecodem, pur di non farsi etichettare politicamente tra gli ambientalisti del partito del No sostiene l’industria.

Continua a leggere su ecoblog.it

  

Grazie Don Gallo

Gabriele febbraio 20, 2012 Politica News No Comments

Considerare un successo per emozioni trasmesse e partecipazione l’incontro con Don Andrea Gallo di domenica scorsa può quasi essere riduttivo considerate le oltre 700 persone che sono transitate dal Chiostro.
L’ambiente purtroppo non era dei più adatti a questo tipo di incontri, il Cenacolo degli Agostiniani può contenere circa 200 persone tra sedute ed in piedi, ma il Comune non dispone nel centro storico di strutture adeguate a questo tipo di iniziativa.
Il freddo ed il vento gelido non hanno certo aiutato la fruibilità della proiezione esterna per la cui organizzazione dobbiamo ringraziare i ragazzi del MoVimento 5 Stelle Santa Croce.
Il Palazzo delle Esposizioni che molti citavano durante la serata purtroppo non era adatto per il nostro ospite che soffre molto il freddo, ha l’animo e la mente di una ragazzo, ma ha pur sempre 84anni.
Come ricordato durante la presentazione degli ospiti per la promozione dell’evento abbiamo speso 38€, segno quanto mai evidente che con un po’ di idee e fantasia non servono cifre impossibili per creare eventi che, anche se saltuariamenterianimano un centro storico morente.
Durante la serata abbiamo raccolto 424€ che giriamo alla comunità di San Benedetto al Porto di Genova di cui lo stesso Don Gallo è fondatore.
Per chi non avesse potuto assistere all’evento nello scusarci nuovamente informiamo a breve sarà presente sul canale Youtube Empoli5Stelle.
Nella frenesia dell’organizzazione ci siamo scordati di distribuire una cartolina ricordo che avevamo preparato per l’occasione, chi era presente al chiostro può ritirarla presso la libreria Cuentame in Piazza Farinata degli Uberti oppure contattarci su empoli5stelle@gmail.com

  

Don Gallo ad Empoli

Gabriele febbraio 6, 2012 In Evidenza, Politica News 1 Comment


Domenica 12 febbraio alle 17:30 al Chiostro degli Agostiniani di Empoli Don Andrea Gallo terrà una conferenza sul tema Nessuno si salva da solo.
Nella stessa occasione viene presentato il suo libro Se non ora adesso. Quello che conta è la capacità di darsi un futuro.
Don Gallo racconta episodi di vita vissuta e si appella alla voglia di reagire dei giovani e delle donne. A cominciare dal sesso, che non deve essere un’arma del potere per sfruttare e discriminare, ma una spinta a essere se stessi e a stare bene con l’altro.
Una serata sulle note di Fabrizio De Andrè, sarà infatti parte della serata anche Ance Music, un giovane cantautore locale molto noto in zona che oltre testi e musica propri si esibisce di frequente anche in cover del grande Faber.
Come MoVimento 5 Stelle siamo particolarmente orgogliosi di organizzare questo incontro, Don Gallo è da sempre vicino ai movimenti e sostiene le nostre iniziative fin dal V2Day del 2008 sulla libera informazione.
L’iniziativa è ad ingresso è libero, ma il ricavato delle offerte andrà in sostegno della Comunità di San Benedetto al Porto di Genova di cui lo stesso Don Gallo è fondatore.

  

Forum

Entra nel forum del Movimento 5 Stelle dell'Empolese Valdelsa.

Iscriviti alla Newsletter:

Loading...Loading...


Questionario 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è completamente autofinanziato dai suoi sostenitori
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
l'ArchiVio - Tutti gli Atti del Comune e la Rassegna Stampa

Versione Mobile



RSS Beppe Grillo Post

  • Pecore parlamentari
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Dopo che Renzi non ha risposto al nostro appello di fare pubblicamente i nomi dei suoi candidati, due giorni fa il M5S ha inviato a tutti i parlamentari una proposta per condividere in modo trasparente una persona super partes per la Corte Costituzionale dopo la rinuncia di Violante. Il M5S era […]
  • 5 giorni a 5 stelle: in piazza contro lo SfasciaItalia di Renzie
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Continua la battaglia del M5S contro il decreto soprannominato Sfascia-italia che, approvato in aula alla Camera passa ora al vaglio del Senato. I tempi per la discussione sono strettissimi e il governo metterà, probabilmente, la fiducia per ottenere l'approvazione entro l'11 novembre. L'obiettivo del M5S è mandarlo in scadenza. Massimo De […]
  • La lemming economy
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); Immagine: l'Italia è il primo Paese euroscettico d'Europa Nonostante la propaganda di regime gli italiani cominciano a capire che l'euro sta strangolando la nostra economia e sta trasformando l'Italia in un deserto. Paghiamo interessi mostruosi sul debito a banche estere sottraendo risorse al Paese. L'Italia si sta trasformando in una "lemming […]
Italian Bloggers BlogItalia - La directory italiana dei blog

Flash news dal mondo

Più di mille impianti pericolosi in Italia, ma la gente non lo sa

30 gen 2013

impianto

Un nuovo studio effettuato da Legambiente mette a nudo la disorganizzazione dell’Italia. Non che ci sorprendano tali dati, ma nemmeno pensavamo a casi di queste proporzioni. Il numero chiave oggi è 1.100, ed è il numero di impianti industriali che sono potenzialmente bombe pronte ad esplodere, con conseguenze anche peggiori …

Pirogassificatore: Perché la regione impugna la sentenza del TAR?

29 gen 2013

scarselli_luca

Apprendiamo con immenso sdegno che la Regione Toscana ha impugnato la sentenza del T.A.R. Toscana che nel dicembre scorso aveva annullato l’autorizzazione per l’impianto di incenerimento rifiuti di Castelfranco di Sotto Non comprendiamo questo “accanimento terapeutico” in favore di due società private. Il caro presidente Rossi deve oramai rispondere a …

Flash news da Empoli

«No all’inceneritore di Fibbiana», centinaia di adesioni al comitato

9 gen 2014

soa fibbiana

Cittadini contro Comune e Colorobbia che vuole realizzare un impianto per produrre energia dai rifiuti «Preoccupati per l’ambiente e la nostra salute». Oggi incontro pubblico in municipio a Montelupo MONTELUPO. Un comitato per dire No all’inceneritore di Fibbiana. È quello a cui hanno dato vita nelle ultime ore un gruppo …

Morire di lavoro

Luigi Rossi, 15 anni, Sparanise (Caserta)

27 set 2011

La vittima, Francesco Rossi, studente di un istituto professionale di Vairano promosso al secondo anno di studi, ha perso la vita rimanendo schiacciato sotto il trattore di proprietà del padre Luigi. Il quale, dopo l’incidente, in evidente stato di choc non è stato però in gradi di ricostruire per filo …

Commenti recenti

  • ANGELA GERARDA FASULO: La legge sulla sicurezza rappresenterà una vera salvezza per...
  • Johna833: Yeah bookmaking this wasn't a risky conclusion outstanding p...
  • runespirit: I dati degli ultimi 5 anni sarebbero piu interessanti....
  • Massimo: Sono un genitore di una alunna che frequenta l'Enriques a Ca...
  • chiara: Le donne dovrebbero imparare ad essere donne, a rendersi con...
  • Nicoal: Se c'è una minima volontà di fare un inceneritore nella zona...
  • Gabriele: Per commenti positivi di donne sulla coppetta puoi andare su...