Ponzano, colpo in un un negozio di parrucchiere in pieno pomeriggio

Gabriele novembre 30, 2009 Notizie locali No Comments

cianci_david_mi_manda_raitre4I ladri entrano da una finestra, rubati prodotti di cosmesi e bigiotteria per 500 euro di valore. Il fatto denunciato alla polizia

Colpo in pieno pomeriggio in un negozio di parrucchiere di via di Ponzano a Empoli. Ieri, domenica 29 novembre, all’interno di ‘David Capelli’ ignoti si sono introdotti attraverso una finestra rivolta su via Cantini, rimasta leggermente socchiusa. Una volta nel negozio i ladri non hanno preso soldi ma hanno portato via prodotti per parrucchieri e bigiotteria per un valore di circa 500 euro.

Sul posto sono intervenuti gli uomini del commissariato di Empoli ai quali è stata sporta denuncia. Il colpo sarebbe stato messo a segno tra le 16.15 e le 17.30, momento in cui il titolare dell’esercizio si era allontanato da lì.

Fonte:Gonews.it

  

Ottava rima – Vogliono renderli DISOCCUP – ATI

Massimo Giacomelli novembre 30, 2009 Le rime del Giaco No Comments

chaplin

Son successe poche cose
Certo, alcune assai noiose
Nella sede istituzionale
Del consiglio comunale.

L’altra sera ho capito
Che la politica ha il suo rito
Di strumentalizzare le persone
Per accaparrarsi un Titolone.

In breve vi racconto
Un fittizio resoconto
Della strana sceneggiata
Che ha animato la serata

Si presentano i Comunisti
Con il suo gruppo e gli attivisti
Con in mano una missiva
Di una local cooperativa

Questi amici sono l’ATI
Dal PD, poi “malmenati”
A dover manifestare
Per andare a lavorare.

Giorni fa in Commissione
Si presenta una mozione
Che permetterebbe ai lavoratori
Di dormire “sogni d’ori”

Quel che chiedon civilmente
E’ di rendere evidente
Che in caso di un nuovo appalto
Si mantenga di contralto
A questi 60 lavoratori
Una vita di decori.

Quel che si discute nella votazione
È di portar la discussione
Nella lista di mozioni
Alle prime posizioni

Il PD non è convinto
Di discuter in modo spinto
Un problema o una mozione
Presentata dall’opposizione

A dire il vero anche il PDL e UDC
Non son d’accordo con quelli lì
(comunisti, Lista Marconcini, 5 Stelle)
A discuter la mozione
Nella prossima riunione.

Così arriviamo al 26 in consiglio
Il Bini propone un “grosso appiglio”
Alla presenza di una delegazione
Di riportare su la sua mozione.

Il PD rivota contro
Questo anima lo scontro
Che permette alla delegazione
Di portar la confusione
Con gran urli, tra gli scranni
Senza però commetter danni

Allora il Sindaco, per star fuori
Dal casino e dai gran cori
Sfrutta una proposta già discussa
Che la estranea dalla scossa
Di portar il fatto con gran “piglio”
A il prossimo consiglio.

Ora amici, cosa dire
Tengo a freno, il mio ardire
Questa storia ha il mio dissenso
Manca proprio di “buon senso”

Perché siam costretti a far venire
I lavoratori con il suo ardire
A rappresentare l’ATI
Con gran cori ed Incazzati?

Non è possibile trovar soluzioni
Senza strumentalizzar le situazioni;
E coinvolgere certi mòti
Solo per aver dei voti?

Questo schifo mi fa arrabbiare
Non è possibile strumentalizzare
Problemi seri, e molto noti
Per accaparrarsi solo voti

  

C’è o non c’è un problema politico-morale

Gabriele novembre 30, 2009 Notizie dal mondo No Comments

C’è o non c’è un problema politico-morale se il presidente del Senato viene citato nelle rivelazioni di un pentito come Spatuzza, che racconta di aver assistito agli inizi degli anni ’90 ad un suo incontro con il boss stragista di Palermo Filippo Graviano, braccio operativo di Capaci e via D’Amelio? C’è o non c’è un problema politico-morale se il passato dell’avvocato Schifani, oggi figura di primo piano nelle istituzioni, intreccia nomi come quello di Giuseppe Cosenza o Pietro Lo Sicco, oppure figura tra i soci fondatori della Sicula Brokers, dove il sodalizio imprenditoriale era fatto da personaggi del calibro del boss di Villabate Nino Mandalà ? Se la risposta è che non c’è alcun problema, allora è segno che la deriva di questo paese è destinata ad essere inarrestabile, che pensare e lavorare ad una società ed una politica diverse non ha più senso. Identica domanda scaturisce dal fatto che questo stesso pentito, Spatuzza, ha poi indicato in Dell’Utri e Berlusconi i ‘garanti’ di un dialogo fra Stato e cosa nostra, tanto che le sue dichiarazioni davanti ai pm di Firenze (che indagano sulle stragi mafiose sul Continente) sono state inviate alla procura di Palermo, dove è in corso il processo per concorso estero a Dell’Utri (ideologo del partito del premier già condannato in primo grado a nove anni) e dove Spatuzza sarà ascoltato i primi di dicembre. Anche questo è considerato politicamente e moralmente accettabile? Liquidare tali rivelazioni come calunnie di un pentito -che però i pm considerano quanto meno degno di attenzione- è giustificazione insufficiente per il ruolo rivestito da queste figure e per la storia di questo paese. Una storia che parla, come emerge dalle inchieste attuali (dalla procura di Caltanissetta a quella di Milano, da quella di Palermo a quella di Firenze), di un rapporto ancora tutto da chiarire fra Stato e mafia, parla di una trattativa di cui alcuni si ricordano solo oggi e spesso per breve tempo: da Ayala a Violante, in tanti hanno perso, riacquistato e magari riperso la memoria; mentre altri ancora, come Mancino, fanno fatica a ricordare. Cosa? Anche solo un volto, come quello di Paolo Borsellino al ministero dell’Interno pochi giorni prima della strage, nel luglio ’92, quando era a Roma per interrogare il collaboratore Mutolo e quando si recò al Viminale. Rispetto a tutto questo sono ben poca cosa le parole di Schifani, a cui oggi va la solidarietà umana per le minacce di cui è stato vittima, perché il primo rappresentante del Senato non dovrebbe avere ambiguità , alla politica è richiesta la totale assenza di qualsiasi ombra soprattutto se quest’ombra riguarda i rapporti con il crimine organizzato, anche se rispetto a questa ombra non si è arrivati ad una sentenza definitiva e se essa si riferisce agli eventi passati. Per un rappresentante istituzionale, tra le tante cose parla la sua biografia, di oggi come di ieri. E’ quanto ci ricorda la stessa vicenda del sottosegretario e candidato alla Campania Cosentino, verso cui la politica ventiquattro ore fa ha servito un assist ingiustificabile, confermando la triste consapevolezza che, ancora una volta, in questa democrazia la legge non è uguale per tutti, ma anzi per alcuni non solo non è applicata ma la sua non attuazione è avvallata da Montecitorio e Palazzo Madama. Per fortuna c’è una parte di società per cui il problema politico-morale non solo esiste ma va contrastato. Su questi “resistenti” poggia la speranza di verità e di futuro del paese.

Luigi de Magistris

  

Mario Baioni, 73 anni, carpentiere, Cassano d’Adda

Gabriele novembre 30, 2009 Morti sul lavoro No Comments

Mario Baioni, 73 anni, titolare di una azienda specializzata in lavori di carpenteria, è morto per il distacco della scala su cui stava lavorando mentre stava montando un soppalco in ferro su un piazzale a Cassano d’Adda.

Fonte

  

05 – Il Grillo della domenica

Gabriele novembre 29, 2009 Il Grillo della domenica No Comments

…il miglior grillo della settimana…

Lucio_stanca_doppio_stipendio

Lucio Stanca, doppiostipendista, prendi la penna (il computer non lo sai usare) e fai la somma:
– 164.168 euro da parlamentare
– 300.000 euro da amministratore delegato dell’EXPO 2015
– 30.000 euro come consigliere dell’EXPO 2015
– 150.000 euro di variabile per l’EXPO 2015
Totale. 644.168 euro.
Stanca si deve sempre ricordare che è un nostro dipendente. I soldi che prende (tanti) gli arrivano dalle nostre tasse. Percepisce un doppio stipendio senza vergogna. E se un giornalista di Repubblica gli chiede le ragioni replica: “Devo rispondere ai miei elettori e al gruppo del Pdl”. Chiedo ai precari, disoccupati, alle famiglie monoreddito con 800 euro al mese e a tutti i cittadini che non percepiscono un doppio reddito a carico dello Stato, quando incontrano Stanca per strada, di fermarlo di farsi restituire i soldi da parlamentare. Il creatore della più grande ciofeca informatica mondiale, il celebre portale Italia.it, infatti alla Camera non si fa più vedere. Nel mese di ottobre è stato presente solo al 4,22% delle votazioni.

  

Con soddisfazione si smonta il Presidio – Pino Masciari

Gabriele novembre 28, 2009 Politica News No Comments

Presidio_ MasciariGli amici di Pino Masciari hanno constatato che ogni impegno preso da parte delle Istituzioni, nello specifico rappresentate da S.E. il Prefetto di Torino Dott. Paolo Padoin e dal suo entourage, ha trovato riscontro nella realtà dei fatti giungendo a compimento. Al S.E. Prefetto va il nostro ringraziamento per l’ascolto attento delle nostre istanze e la Sua pronta reazione costruttiva che ha permesso di farle giungere in tempi alle autorità responsabili della sicurezza di Pino Masciari e della sua famiglia.

Siamo certi che per la famiglia Masciari cominci un nuovo capitolo della loro vita che avrà sempre e comunque necessità dell’attenzione delle Istituzioni in primis e della società civile in quanto persone che hanno dato un altissimo contributo nella lotta all’Illegalità e per questo restano possibili bersagli di ritorsione violenta.

Per questi motivi non sussistendo più fondamento per proseguire il presidio permanente cominciato lunedì 25 novembre 2009, lo stesso termina in data odierna, 28 novembre 2009.

Com’è nella nostra natura noi amici di Pino Masciari di tutta Italia resteremo vigili e presenti affinchè vengano sempre rispettati i diritti fondamentali alla vita della famiglia Masciari.

Ringraziamo tutti coloro che ci hanno sostenuto in queste intense 80 ore continue ed invernali di impegno in piazza.

amici di Pino Masciari – Torino

  

Cristian Ricciardone, 35 anni, operaio, Roccamandolfi

Gabriele novembre 27, 2009 Morti sul lavoro No Comments

Cristian Ricciardone, operaio di 35 anni, è morto in un cantiere: mentre si trovava all’interno di una buca dove stava sistemando alcune tubature, la terra è franata seppellendolo.

Fonte

  

Massimo Nardoni, 35 anni, operaio, Latina

Gabriele novembre 27, 2009 Morti sul lavoro No Comments

Massimo Nardoni,  operaio di 35 anni,  è  morto nell’ospedale di Latina cinque giorni da un incidente sul lavoro: era caduto da un’altezza di 5 metri mentre lavorava ad uno dei grossi serbatoi adibiti allo stoccaggio dei residui della lavorazione dei mangimi in una azienda agricola di Borgo Vodice.

Fonte

  

Consiglio comunale del 26 novembre 2009

Gabriele novembre 26, 2009 Dirette Web No Comments

Punti trattati:

  • Interrogazione Empoli 5 Stelle su piazza XXIV Luglio
  • Interrogazione PDL sulla presenza di amianto negli edifici pubblici
  • Variazione di bilancio

Vedi anche:

  

L’assessore Balducci risponde al Ceda: “Il circo Orfei è in regola con le certificazioni”

Gabriele novembre 26, 2009 Notizie locali No Comments

Niccolò_BalducciIl responsabile alla tutela degli animali: “Lo stato di salute è garantito, a maggior riprova l’Asl eseguirà i prorpi controlli”

In relazione all’articolo “Gli animalisti protestano contro il circo Orfei” pubblicato oggi alle 11.57 sul gonews.it, pubblichiamo alcune dichiarazioni di Niccolò Balducci, assessore alla cura ed alla tutela degli animali del Comune di Empoli.

 
“Pur condividendo le preoccupazioni sulla salute degli animali nei circhi e sul loro utilizzo, sicuramente poco educativo, – spiega Balducci in una nota – ci tengo a fare alcune precisazioni. Non esistono ad oggi leggi che vietino ai circhi con animali l’attendamento. I comuni, anche più grandi del nostro, che hanno inserito nel proprio regolamento la non presenza degli animali come discriminate per la concessione dei permessi, hanno successivamente dovuto pagare dei danni per aver perso il ricorso al Tar presentato dai gestori dei circhi. E’ quanto è successo, per esempio, al Comune di Roma”.

 
“Detto questo – conclude Balducci – il circo in questione ha correttamente presentato presso il Comune tutte le certificazioni Cites, ha garantito che i propri animali sono tutti nati in cattività e ha indicato il proprio veterinario nel caso volessimo ulteriori chiarimenti sulla salute degli animali. Inoltre, sono previsti i controlli fatti dalla polizia veterinaria dell’Asl 11 che deciderà o meno di rilasciare il nulla osta sulla salute degli animali. Questo a garanzia che almeno all’arrivo sul territorio comunale, e durante la loro permanenza, gli animali non vengano maltrattati”.

Fonte: Comune di Empoli – Ufficio Stampa

Finte:Gonews.it

  

Forum

Entra nel forum del Movimento 5 Stelle dell'Empolese Valdelsa.

Iscriviti alla Newsletter:

Loading...Loading...


Questionario 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è completamente autofinanziato dai suoi sostenitori
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
l'ArchiVio - Tutti gli Atti del Comune e la Rassegna Stampa

Versione Mobile



RSS Beppe Grillo Post

  • Il fango de La Stampa sul M5S
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Il pittoresco articolo pubblicato questa mattina da La Stampa, dal titolo "Strasburgo, macchina con autista. Il benefit segreto dei grillini", ha come unico scopo quello di gettare fango sulla delegazione del Movimento 5 Stelle in Europa. Nell'articolo si descrivono gli eurodeputati del M5S come grandi utilizzatori di fantomatiche "auto blu" per […]
  • L'industria italiana va in malora
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "La debolezza della domanda interna penalizza ancora una volta i ricavi dell'industria. Il fatturato di agosto, che pure rimbalza dello 0,4% su base mensile destagionalizzata, cede oltre due punti nel confronto annuo. Un calo del 2,3% determinato interamente dalla riduzione delle vendite sul mercato interno (-4,4%), mentre l'export continua a mantenere […]
  • #Fuoridalleuro: O sovranità monetaria o default
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); Gli interessi sul debito pubblico stanno ammazzando il Paese e smantellando lo Stato Sociale. Gli interessi passivi annui sul debito pubblico sono destinati ad aumentare e a raggiungere quota 100 miliardi nel 2015. Dai 78 miliardi pagati dallo Stato per finanziare il proprio debito nel 2011 si passa agli 89 nel […]
Italian Bloggers BlogItalia - La directory italiana dei blog

Flash news dal mondo

Più di mille impianti pericolosi in Italia, ma la gente non lo sa

30 gen 2013

impianto

Un nuovo studio effettuato da Legambiente mette a nudo la disorganizzazione dell’Italia. Non che ci sorprendano tali dati, ma nemmeno pensavamo a casi di queste proporzioni. Il numero chiave oggi è 1.100, ed è il numero di impianti industriali che sono potenzialmente bombe pronte ad esplodere, con conseguenze anche peggiori …

Pirogassificatore: Perché la regione impugna la sentenza del TAR?

29 gen 2013

scarselli_luca

Apprendiamo con immenso sdegno che la Regione Toscana ha impugnato la sentenza del T.A.R. Toscana che nel dicembre scorso aveva annullato l’autorizzazione per l’impianto di incenerimento rifiuti di Castelfranco di Sotto Non comprendiamo questo “accanimento terapeutico” in favore di due società private. Il caro presidente Rossi deve oramai rispondere a …

Flash news da Empoli

«No all’inceneritore di Fibbiana», centinaia di adesioni al comitato

9 gen 2014

soa fibbiana

Cittadini contro Comune e Colorobbia che vuole realizzare un impianto per produrre energia dai rifiuti «Preoccupati per l’ambiente e la nostra salute». Oggi incontro pubblico in municipio a Montelupo MONTELUPO. Un comitato per dire No all’inceneritore di Fibbiana. È quello a cui hanno dato vita nelle ultime ore un gruppo …

Morire di lavoro

Luigi Rossi, 15 anni, Sparanise (Caserta)

27 set 2011

La vittima, Francesco Rossi, studente di un istituto professionale di Vairano promosso al secondo anno di studi, ha perso la vita rimanendo schiacciato sotto il trattore di proprietà del padre Luigi. Il quale, dopo l’incidente, in evidente stato di choc non è stato però in gradi di ricostruire per filo …

Commenti recenti

  • ANGELA GERARDA FASULO: La legge sulla sicurezza rappresenterà una vera salvezza per...
  • Johna833: Yeah bookmaking this wasn't a risky conclusion outstanding p...
  • runespirit: I dati degli ultimi 5 anni sarebbero piu interessanti....
  • Massimo: Sono un genitore di una alunna che frequenta l'Enriques a Ca...
  • chiara: Le donne dovrebbero imparare ad essere donne, a rendersi con...
  • Nicoal: Se c'è una minima volontà di fare un inceneritore nella zona...
  • Gabriele: Per commenti positivi di donne sulla coppetta puoi andare su...