022 – Tutto bilancio

Gabriele aprile 13, 2010 Brevi dal consiglio No Comments

Consiglio comunale del 31 marzo 2010.

Maratona consiliare per l’approvazione del piano degli investimenti (LL.PP) e del bilancio di previsione 2010. Consiglio comunale importante perché dal bilancio parte tutta la politica e la gestione del territorio, molto lungo, come quello precedente di cui questo è il continuo, circa 12 ore dalle 9 di mattina alle 22.30 con circa un 2 ore tra pausa pranzo e cena.

La seduta inizia con la relazione dell’assessore Fiore (IDV) con l’aiuto della videoproiezione di immagini, piuttosto utile per comprendere un argomento piuttosto complesso. Il dato complessivo finale parla di una spesa di 31 milioni a di investimenti per 9.

Il dibattito si sposta ovviamente sul patto di stabilità, fortunatamente meno di quanto avvenuto in altre occasioni. Bianchi (PDL) è il più accanito sostenitore dell’esigenza di rispettare il patto. Quello che ci aspettiamo, come lista 5 Stelle, è una posizione chiara da parte della giunta. Lo sforamento del patto potrebbe trovare ampio consenso anche da parte dell’opposizione,  ovviamente a patto di una direzione concreta e precisa dei prossimi bilanci verso una sostenibilità ambientale e una green economy, che allo stato attuale è ferma al palo.

Il LL.PP passa coi soli voti favorevoli del PD, il consigliere IDV non era presente in aula, impegni di lavoro, ma in pratica il lavoro dell’assessore del partito di Di Pietro passa senza l’assenso del proprio consigliere.

Vengono successivamente discussi quattro ODG prodotti dalla FdS LINK, impossibile illustrarli in maniera dettagliata per problemi di sintesi, ed il bilancio nel suo complesso. Da segnalare che la Lista Marconcini ha abbandonato l’aula in occasione della votazione degli ODG.

Viene approvato il bilancio, coi voti di tutta la maggioranza,  non senza critiche. Petrillo (Lista Marconcini) per esempio ha sostenuto che il bilancio è lo stesso da 6 anni e si parla sempre delle solite questioni da anni, dai sottopassi al restauro del Palazzo delle esposizioni.

Meno attiva la lista 5 Stelle, volutamente abbiamo applicato il concetto per cui l’amministrazione del denaro pubblico è onere ed onore di chi è stato incaricato di governare, il nostro compito è quello di segnalare eventuali incongruenze tra quanto proposto e quanto realizzato.

  

Savino Pistillo, 52 anni, ingegnere, Faenza

Gabriele aprile 12, 2010 Morti sul lavoro No Comments

Savino Pistillo, ingegnere di 52 anni, è morto in un cantiere edile di Faenza, cadendo da un’impalcatura a sette metri d’altezza.

Fonte

  

LA MATEMATICA DI RITO PADANO

Gabriele aprile 12, 2010 Notizie dal mondo No Comments

Dopo aver rivisitato l’antiquato istituto della sottrazione. Il ministro Maroni ha ora posto le basi per una riforma, in senso federalista, dell’addizione. Rispondendo ad un’interrogazione del’On. Murer, si è così espresso in relazione ai tempi necessari per rilascio/rinnovo del permesso di soggiorno:

“… Inoltre, i tempi medi assoluti di conclusione del procedimento si sono progressivamente ridotti, si è passati dai 303 giorni del 2007 (tempi medi per il rilascio del permesso) ai 271 del 2008, ai 101 del 2009, con una riduzione del 67 per cento rispetto al 2007 e del 63 per cento rispetto al 2008, quindi, di oltre il 120 per cento in due anni….”

C’è evidentemente un modo per fermare l’avanzata leghista: un esame di matematica.

p.s. ripropongo la questione in termini più semplici: un mio amico nel 2007 era tragicamente sovrappeso, pesava ben 100 kg. Ha così deciso di fare una drastica cura dimagrante. Nel 2008 è sceso a 80 kg, nel 2009 a 60 kg. Ha dunque ridotto complessivamente il suo peso del 40 per cento. Secondo Maroni, invece, il suo peso è calato del 65 per cento (40 per cento totale più il 25 per cento del secondo anno) e peserebbe 35 chilogrammi. Secondo il ministro il mio amico è tragicamente sottopeso.

di Sergio Briguglio per LaVoce.info

  

80€ a testa…

Gabriele aprile 12, 2010 Politica News, Trasporti No Comments

Vi proponiamo oggi una lettera inviata dalla AAS (associazione assistenza disabili psico fisici) una associazione che opera nel tessuto sociale dell’empolesa valdelsa, per portare a consoscenza dei lettori del blog di una situazione spiacevole.

In pratica con delibera di giunta della SDS (Società della Salute) a fine 2009 era stato richiesto un contributo, a partire da aprile 2010, per il trasporto dei ragazzi portatori di handicap nei vari centri di assistenza.

Non era stata prevista una fascia di esenzione, questo andava a costituire a tutti gli effetti una tassa su ogni portatore di handicap. La qualità di una società si misura essenzialmente con la qualità della vita che questa riesce ad offrire alle fasce più deboli della popolazione:

Ai primi di marzo le associazioni presenti nel territorio empolese valdelsa,sono state convocate dalla società della salute per pronunciarsi sulla proposta di far pagare, salvo esoneri, dal 1 aprile prossimo, € 80 al mese per il trasporto dei disabili ai “centri”.

La Giunta della SdS aveva già deliberato a fine anno 2009 una retta per frequentare i servizi semiresidenziali. Fu grande lo sconcerto per la leggerezza e l’improvvisazione dimostrate da parte della Giunta della SdS nello assumere simili decisioni, tanto più essendo la Giunta formata dai Sindaci della zona empolese e,tra l’altro, in contrasto con le le norme e gli indirizzi della stessa Regione Toscana. Fu ritirato.

Non si può colpire la parte più debole dei cittadini, vale a dire le famiglie ed i loro figli che non guariranno mai; occorre rispetto, nel decidere balzelli, aggravi, per chi è costretto a vivere per sempre in condizioni di dipendenza. Altrimenti il livello di civiltà si abbassa. La famiglia del disabile va premiata, riconoscendole un ruolo “diverso” più impegnativo delle altre nell’allevare un ragazzo disabile grave. Una retta di 80 euro al mese per il trasporto verso i servizi semiresidenziali non corrisponde a criteri di equità sociale.

Associazione Assistenza Disabili psico-fisici, Associazione Centro Accoglienza Disabili “Il Girasole Gavena”, Arco in Cielo, Associazione genitori ragazzi disabili Certaldo, assumeranno una posizione di rifiuto al pagamento degli 80 €.

Chiediamo ai sindaci di non decidere questo balzello, di non far apparire questa parte della comunità come quella che, a differenza del resto, si vede appesantire un prelievo di 880 € anno o 960 € anno, per un servizio che fino ad oggi è stato completamente gratuito.

La mobilità, il trasporto, è alla base, è l’anima delle leggi, a partire dalla stessa 118, che ha innovato le politiche,le attenzioni e la cultura verso l’handicap. È la condizione per uscire da casa, per qualsiasi politica di inserimento, di socializzazione, di costruzione di una autonomia, di recupero personale e sociale dei nostri “ragazzi e ragazze”. Per sempre, per loro sarà così. Venendo meno questa possibilità che non può che essere costruita e favorita dalle pubbliche istituzioni, verrebbe meno una condizione vitale per molti. Evitiamo che il diritto alla mobilità diventi mezzo per richiedere rette alle famiglie.

Associazione assistenza disabili psico fisici ( AAS )

  

23 – Il Grillo della domenica

Gabriele aprile 11, 2010 Il Grillo della domenica No Comments

…il miglior grillo della settimana…

La legittima presa per il culo

Napolitano con la penna in mano firma tutto. E’ nella sua natura. Berlusconi fa bene ad approfittarne finché può, data l’età del Presidente della Repubblica potrebbero non esserci più molte occasioni. Dopo il Lodo Alfano e lo Scudo Fiscale è arrivata la farsa del legittimo impedimento. Lo psiconano e i suoi ministri potranno evitare di comparire in un processo per 18 mesi con giustificazioni istituzionali “autocertificate“. Nel frattempo si lavorerà al Lodo Alfano 2 “costituzionale“. Il Governo potrà così dedicarsi in modo sereno ai suoi compiti e non dovrà difendersi nei processi, ma solo dai processi. Se ogni italiano è uguale di fronte alla legge, il legittimo impedimento deve valere per tutti. Di fronte a un impegno urgente di lavoro o al morbillo del bambino si deve poter disertare l’aula. E’ chiaro come il sole a mezzogiorno che il legittimo impedimento è l’ennesima legge incostituzionale oltre che una presa per il culo dei cittadini. Tloc, tloc, tloc le pale degli elicotteri thailandesi si sentono fino da noi. Ne avranno prenotati a sufficienza?

Iscriviti al MoVimento 5 Stelle

Nome: Cognome:

  

Onofrio Pugliari, 67 anni, agricoltore, Vibo Valentia

Gabriele aprile 9, 2010 Morti sul lavoro No Comments

Onofrio Pugliari, agricoltore di 67 anni, è morto nelle campagne di Vibo Valentia, schiacciato dal ribaltamento del suo trattore.

Fonte

  

Non disturbare il manovratore

Gabriele aprile 9, 2010 Notizie dal mondo No Comments

Dopo il “decreto interpretativo” il “legittimo impedimento” è legge. Se ne sentiva proprio la necessità, come risposta alla corruzione dilagante. E c’è già chi ventila il ritorno all’immunità dei parlamentari, come di tutti gli eletti dal popolo sovrano, in nome dell’antico precetto: non disturbare il manovratore. Per questa volta Ghedini e soci hanno pensato bene di estendere la prerogativa ai ministri: in pratica chi governa è pro tempore esonerato dalla responsabilità penale, a colpi di rinvii anche semestrali, per complessivi diciotto mesi, non uno in più: giusto il tempo di inserire in Costituzione il “Lodo Alfano” bis. Cioé: presidente del consiglio e ministri non possono fare gli imputati, mentre possono tranquillamente presenziare alle udienze in qualità di parti offese. Sarà la presidenza del consiglio, e chi se no, ad autogiustificare i motivi di impedimento per attività connesse alla funzione di governo. Naturalmente la legge entra immediatamente in vigore, non appena pubblicata in Gazzetta Ufficiale, e non esclude i processi già in corso. Per sabotare i quali in realtà è stata fatta, dopo la cancellazione del “Lodo Alfano” prima versione e previa parziale approvazione, a scopo intimidatorio, del “processo breve”. Il presidente Napolitano l’ha firmata ieri, dopo attento studio, fingendo di non vedere l’ennesima porcata. E ora auspica una “leale collaborazione” fra autorità giudiziarie e politiche. Vedremo che fine farà il “legittimo impedimento” (e la residua credibilità di Napolitano) sotto la lente della corte costituzionale, davanti alla quale lo porteranno i magistrati di Milano, definiti “talebani” e molto altro dal “premier” in fuga dai processi. Intanto i berluscones festeggiano la ritrovata “serenità di governo”, plaudono all’imparzialità del presidente della repubblica e preparano il colpo finale alla giustizia, a cominciare dalle legge contro le intercettazioni. Il Pd esprime il suo pacato dissenso, mentre si prepara al tavolo delle riforme bipartisan. Di Pietro annuncia il referendum. Pochi intellettuali fiatano, sempre gli stessi. Insomma: una nazione di sessanta milioni di abitanti, sempre più anestetizzata dalla tv e assuefatta agli abusi di potere, è appesa da quindici anni alla pretesa di impunità di un piccolo uomo e della sua corte di servi e briganti. E pure lo sdegno della minoranza appare un sentimento logorato. Comunque, anche per questo, sabato saremo in via Mercanti a Milano, dalle ore 14.

Fonte:PieroRicca.org

  

Dibattito sulla scuola agli Agostiniani. Apertura con la solidarietà alla preside del ‘Pontormo’

Gabriele aprile 9, 2010 Notizie locali No Comments

L’assemblea aveva cambiato sede dopo l’atto vandalico al liceo. Molti gli interventi susseguitisi. L’assessore Caponi: “La Gelmini non ha risposto a tutte le domande”

Si è tenuto questo pomeriggio, 8 aprile, a partire dalla 15.30, al cenacolo degli Agostiniani, il Consiglio comunale aperto di Empoli sul tema “La riforma Gelmini e gli effetti sulla nostra scuola”.

L’assemblea è stata introdotta da Sandro Piccini, presidente del consiglio comunale di Empoli, che ha aperto il suo intervento esprimendo solidarietà alla dirigente del liceo “Pontormo” dopo l’atto vandalico di ieri notte, quando sconosciuti sono penetrati nella scuola e hanno svuotato gli estintori nell’auditorium dell’istituto, dove era stato programmato il consiglio comunale aperto.

«Ogni ministro che si è succeduto in questi anni ha tentato di riformare il nostro sistema scolastico – ha detto Piccini- e il tema dei giovani e del loro futuro deve e può essere un tema unificante, a partire dalle problematiche legate all’abbandono scolastico fino al  livello di preparazione complessivo dei nostri giovani».

«Le scelte sull’orario scolastico e sull’aumento del numero di studenti per classe –ha aggiunto Piccini- dimostrano che più che agli obiettivi educativi degli studenti, la riforma Gelmini ha dato la priorità alla riduzione delle cattedre. Serve una scuola di tutti, dove le diversità sono considerate risorse e non limiti di separatezza, dove si cresca culturalmente, dove la competizione non sia distruggere il competitore, dove si impara a stare insieme nel rispetto dell’altro».

A seguire sono intervenuti Daniela Mancini, dirigente dell’istituto tecnico Ferraris-Brunelleschi, Andrea Marchetti dirigente dell’istituto superiore statale “Virgilio”, Luidiana Mercati dirigente del 3° circolo didattico di Empoli, Marco Giglioli, insegnate di matematica della scuola media Busoni–Vanghetti, Graziella Galgani, rappresentante personale amministrativo, tecnico e ausiliario (Ata) della scuola, Federica Briganti e Tommaso Cuviello,  rappresentanti degli studenti.

Il dibattito si è poi svolto con una ricca serie di interventi di professori e cittadini impegnati a vario titolo nell’ambito scolastico.

Per la giunta comunale ha preso la parola l’assessore alla scuola, Eleonora Caponi. «Il mantenimento della qualità della scuola è stato possibile grazie all’impegno delle insegnanti, ma questa è una formula che a lungo andare rischia di spostare tutta le responsabilità sugli insegnanti e questo non va bene. – ha detto Caponi – Gli enti locali possono continuare a svolgere un ruolo importante per supportare la qualità della scuola, sostenendo interventi di tipo sociale e la didattica integrativa, con percorsi ambientali, di cittadinanza attiva, di integrazione, eccetera. Ma di fronte abbiamo una domanda a cui il ministro Gelmini non ha risposto: quale deve essere il ruolo della scuola oggi in Italia? La sua cosiddetta “riforma” non è altro che una riorganizzazione e ristrutturazione dell’impianto didattico, fatta senza consultare chi nella scuola ci lavora e ci studia e senza alcun progetto didattico per il paese e i suoi giovani».

Fonte:Gonews.it

  

La Ventana – María Estrella

Riccardo aprile 9, 2010 La ventana 1 Comment

Approfittando anche delle vacanze pasquali, differite in Spagna, ho avuto il piacere di proporre un breve intervento per la lista civica 5 Stelle in occasione del Consiglio Comunale aperto organizzato dal Comune di Empoli in data 08/04. Ovviamente le varie forze politiche e rispettivi “tecnici” chiamati per la questione si sono più o meno scannati con interventi -molto più politici che tecnici in verità- favorevoli o contrari alla famigerata legge Gelmini.
Personalmente non credo che la Mariastella nazionale sia l’incarnazione del diavolo, quanto piuttosto una poveraccia che alla bell’e meglio ha cercato di camuffare un taglio di risorse con delle parvenze di ottimizzazione delle medesime. In certi casi, pochi, l’esperimento è riuscito, come nel caso ad esempio della riduzione delle miriadi di licei in un blocco di sei, di cui due con varianti, ove la possibile differenziazione dell’offerta didattica viene direttamente messa in mano ai singoli istituti. In altri casi, i più, sono stati previsti discutibili provvedimenti come quello del ritorno al maestro unico, che a mio avviso e non solo, non è altro che un taglio malamente mascherato con giustificazioni di natura pseudo-freudiana o piuttosto cripto-fantozziana.
Ma attaccare una legge che taglia è sin troppo facile. La domanda da porsi, con la quale è iniziato il mio intervento in consiglio, è la seguente: ma ci sono margini per tagliare? Secondo me sì, anche se sinceramente da cittadino preferirei che il mio stato tagliasse altre cose, siano queste le spese militari, quelle per la stessa politica o i budget per i gentili festini a Palazzo Grazioli.
Ma anche dovessimo tagliare, possibilmente senza sacrificare il professorato e la formazione degli studenti, ovvero le vittime principali di questo sistema, a mio avviso si potrebbe non solo mantenere il livello del nostro sistema educativo, ma addirittura elevarlo.
Ovviamente qui non è sede per spiegare alcune delle misure, probabilmente per molti addetti alla scuola di getto avvertibili come impopolari, però in altra occasione, vedremo come, quando e con chi, mi prometto di poter descrivere in modo esaustivo le mie umili riflessioni e proposte. Magari con più spazio a soggetti direttamente interessati (studenti, genitori e professori reali) e meno a soggetti diversamente interessati, quali politici e professori di partito.
Margini di miglioramento ce ne sono, soprattutto se umilmente accettiamo che magari potremmo ispirarci ad altri modelli educativi più razionali e meno assistenzialisti, quali quelli vigenti in altri stati.
Cos’è La Ventana?

  

Walter Pouli, 27 anni, operaio, Livorno Ferraris

Gabriele aprile 8, 2010 Morti sul lavoro No Comments

Walter Pouli, operaio di 27 anni, è morto folgorato mentre compiva una manutenzione delle linee elettriche della ferrovia, presso la stazione di Livorno Ferraris.

Fonte

  

Forum

Entra nel forum del Movimento 5 Stelle dell'Empolese Valdelsa.

Iscriviti alla Newsletter:

Loading...Loading...


Questionario 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è completamente autofinanziato dai suoi sostenitori
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
l'ArchiVio - Tutti gli Atti del Comune e la Rassegna Stampa

Versione Mobile



RSS Beppe Grillo Post

  • La tua #Italia5Stelle
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); Il 10, 11 e 12 ottobre al Circo Massimo a Roma ci incontreremo tutti insieme, portavoce nelle istituzioni, attivisti e cittadini per continuare la costruzione del nostro progetto comune: l'Italia a 5 Stelle. In pochi anni abbiamo raggiunto traguardi straordina
  • Violante, lo smemorato di Dire Daua
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Luciano Violante, candidato testardamente dai partiti a un altissimo ruolo di garanzia quale quello di giudice della Corte costituzionale, oltre ad avere un lunghissimo curriculum politico capace di resistere al tempo e al passaggio dalla prima alla seconda R
  • Risultati delle Regionalie in Emilia Romagna e Calabria
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); Le regionalie online per Emilia Romagna si sono concluse ieri sera. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato. Il candidato presidente del M5S in Emilia Romagna è Giulia Gibertoni. La lista che presenterà il M5S in Emilia Romagna è la seguente: Piacenza: Gnecchi
Italian Bloggers BlogItalia - La directory italiana dei blog

Flash news dal mondo

Più di mille impianti pericolosi in Italia, ma la gente non lo sa

30 gen 2013

impianto

Un nuovo studio effettuato da Legambiente mette a nudo la disorganizzazione dell’Italia. Non che ci sorprendano tali dati, ma nemmeno pensavamo a casi di queste proporzioni. Il numero chiave oggi è 1.100, ed è il numero di impianti industriali che sono potenzialmente bombe pronte ad esplodere, con conseguenze anche peggiori …

Pirogassificatore: Perché la regione impugna la sentenza del TAR?

29 gen 2013

scarselli_luca

Apprendiamo con immenso sdegno che la Regione Toscana ha impugnato la sentenza del T.A.R. Toscana che nel dicembre scorso aveva annullato l’autorizzazione per l’impianto di incenerimento rifiuti di Castelfranco di Sotto Non comprendiamo questo “accanimento terapeutico” in favore di due società private. Il caro presidente Rossi deve oramai rispondere a …

Flash news da Empoli

«No all’inceneritore di Fibbiana», centinaia di adesioni al comitato

9 gen 2014

soa fibbiana

Cittadini contro Comune e Colorobbia che vuole realizzare un impianto per produrre energia dai rifiuti «Preoccupati per l’ambiente e la nostra salute». Oggi incontro pubblico in municipio a Montelupo MONTELUPO. Un comitato per dire No all’inceneritore di Fibbiana. È quello a cui hanno dato vita nelle ultime ore un gruppo …

Morire di lavoro

Luigi Rossi, 15 anni, Sparanise (Caserta)

27 set 2011

La vittima, Francesco Rossi, studente di un istituto professionale di Vairano promosso al secondo anno di studi, ha perso la vita rimanendo schiacciato sotto il trattore di proprietà del padre Luigi. Il quale, dopo l’incidente, in evidente stato di choc non è stato però in gradi di ricostruire per filo …

Commenti recenti

  • Johna833: Yeah bookmaking this wasn't a risky conclusion outstanding p...
  • runespirit: I dati degli ultimi 5 anni sarebbero piu interessanti....
  • Massimo: Sono un genitore di una alunna che frequenta l'Enriques a Ca...
  • chiara: Le donne dovrebbero imparare ad essere donne, a rendersi con...
  • Nicoal: Se c'è una minima volontà di fare un inceneritore nella zona...
  • Gabriele: Per commenti positivi di donne sulla coppetta puoi andare su...
  • Silla: Chissà come mai i commenti più positivi a questo articolo ve...