018 – Giro di vite?

Gabriele febbraio 24, 2010 Brevi dal consiglio 2 Comments

Consiglio comunale del 22 febbraio 2010, nessun assente.

Seduta dai toni abbastanza contenuti. Forse perché eravamo abituati alle discussioni sulle varianti, regolamento urbanistico e polo tecnologico o forse perché era stato stabilito che la seduta finisse entro la mezzanotte.
Per i Consigli che terminano oltre tale ora infatti i consiglieri hanno diritto al permesso per il giorno lavorativo seguente, un modo per contenere le spese, ma il rischio è di discutere pochi punti o di interrompere una discussione, come infatti è avvenuto.
Primo punto all’ordine del giorno la “mozione alcol“, che viene dalla commissione Giovani Generazioni, la cosa principale è che si vieta la vendita di alcolici su tutto il territorio comunale ai minori di 16 anni. Vivendo in un sistema di circodario, con tanti piccoli comuni satellite la cosa ha un valore effettivo ridotto, ma è comunque un primo passo. Voto favorevole unanime.
Viene poi ritirata la mozione relativa all’inserimento dell’acqua nello statuto come bene non di rilevanza economica, il 20 marzo è la giornata nazionale per l’acqua pubblica, la mozione verrà ripresentata dopo questa data sperando in questo mese di riuscire a coinvolgere e sensibilizzare la popolazione su questa importate tematica.
Segue poi la mozione di PRC-CI relativa alla messa in sicurezza della zona circostante il sottopasso di carraia. Stando ai proponenti con una spesa di circa 20 mila € la zona poteva essere messa in sicurezza con una serie di interventi tra dossi rallentatori e allargamenti della pista ciclabile.
La mozione, respinta dalla maggioranza perché si ritiene che la zona sia stata sistemata con l’inserimento di un semaforo pedonale, prevedeva anche il senso unico di marcia nei due sottopassi, verso il centro da via Carraia, e ad uscire verso via Bonistallo, opzione sicuramente da valutare.
La seduta si conclude qualche minuto prima della mezzanotte interrompendo la discussione relativa alla vendita dei beni confiscati alle mafie che verrà ripresa nel prossimo consiglio.

  

Intercettazioni, in rotta di collissione persino con la Corte europea

Gabriele febbraio 23, 2010 Notizie dal mondo No Comments

Alcuni pasdaran della destra berlusconiana mi hanno accusato di aver fatto un appello alla disobbedienza civile nei confronti della annunciata legge bavaglio sulle intercettazioni. In realtà, lo ribadisco, se e quando quella norma dovesse essere approvata essa entrerà in rotta di collisione con il diritto di cronaca con diverse sentenze della Corte, con la legge professionale dei giornalisti e persino con la Corte Europea che in ben quattro occasioni ha disattivato norme nazionali similari e lesive del diritto di cronaca quando si tratta di vicende che hanno assoluta rilevanza sociale. Se vogliono provarci facciano pure ma non possono pretendere che i cronisti vengano meno ad altre leggi e al giuramento professionale  Comprendo la necessità di corrispondere al comando del presidente ma non possono pretendere che obbediscano a lui e oltraggino i valori costituzionali.

di Giuseppe Giulietti

Fonte:Articolo21.org

  

Giro di vite sulla vendita di alcolici ai minori di 16 anni. Sarà vietata

Gabriele febbraio 23, 2010 Notizie locali No Comments

Approvata all’unanimità una mozione che impegna a rafforzare il controllo sulla somministrazione di alcool ai giovanissimi

Vietare la vendita degli alcolici ai minori di sedici anni in tutta l’area comunale e rafforzare il controllo verso gli esercenti che somministrano e vendono alcolici.

Questo l’impegno a cui il Consiglio comunale di Empoli ha vincolato la giunta con l’approvazione, ieri sera, della mozione su “Giovani e alcool”, presentata dalla commissione giovani generazioni.

La mozione è stata votata all’unanimità.

Il documento nasce da una più ampia riflessione per contrastare e rendere meno invitante il messaggio promosso dai media e dal sistema della pubblicità, sul consumo dell’alcool. Purtroppo il fenomeno dell’uso ed abuso dell’alcool tra i più giovani è aumentato in maniera esponenziale, sia a livello nazionale che internazionale. L’alcool viene considerato dai giovani un elemento che fa tendenza, che afferma, che aiuta ad essere meno “timidi”.

Fonte:Gonews.it

L’amministrazione comunale si impegna così a promuovere spazi aggregativi, dove i giovani potranno divertirsi senza abusare dell’alcool. Per questo verrà coinvolta anche la biblioteca comunale ‘Renato Fucini’, con le aperture serali.

Inoltre, saranno promossi stili di vita sani e consapevoli, attraverso un’informazione positiva e capillare volta a raggiungere in modo particolare i giovanissimi. Saranno rafforzati percorsi volti alla promozione del benessere attraverso il coinvolgimento dei servizi educativi e scolastici. Infine, i vari soggetti che si occupano del problema del consumo dell’alcool saranno invitati a sottoscrivere un patto di solidarietà per coordinare al meglio la prevenzione.

  

Gaetano Saraceni, 31 anni, operaio, Solbiate Arno

Gabriele febbraio 23, 2010 Morti sul lavoro No Comments

Gaetano Saraceni, 31 anni, è morto ucciso da una sbarra metallica mentre stava lavorando vicino a un macchinario in una azienda specializzata in stampaggio di metalli a Solbiate Arno.

Fonte<

  

Ordine del giorno, consiglio comunale del 22/2/2010

Gabriele febbraio 22, 2010 Sedute del Consiglio No Comments

consiglio Consiglio comunale interamente dedicato alla discussione delle mozioni rimaste in arretrato. La prima viene dalla commissione giovani, e quindi probabilmente richiederà una breve discussione, ma la secondo relativa all’inserimento dell’acqua nello statuto del comune come bene non di rilevanza economica è fondamentale e punto cardine del programma a 5 Stelle.

1. Comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio.
2. Mozione presentata dal Presidente della Commissione Giovani Generazioni relativa a “Giovani e Alcool”.
3. Mozione presentata dai gruppi consiliari Rifondazione Comunisti Italiani e Marconcini Sindaco di Sinistra, relativa all’inserimento nello Statuto Comunale dell’acqua come diritto universale privo di rilevanza economica e quindi non privatizzabile.
4. Mozione presentata dai gruppi consiliari Rifondazione Comunisti Italiani e Marconcini Sindaco di Sinistra, relativa alla messa in sicurezza della viabilità in corrispondenza dei sottoattraversamenti ferroviari nella zona di Carraia e della pista ciclabile
5. Mozione presentata dal gruppo consiliare P.D., contro la vendita dei beni confiscati alle mafie.
6. Mozione presentata dai gruppi consiliari Rifondazione Comunisti Italiani e Marconcini Sindaco di Sinisistra, relativa alla revisione dei criteri di riammissione nel nucleo familiare originario del titolare di alloggio E.R.P. in caso di comprovate diffico
7. Mozione presentata dai gruppi consiliari Rifondazione Comunisti Italiani e Marconcini Sindaco di Sinistra, relativa all’applicazione del principio “pari salario per pari lavoro” all’interno della società Farmacie Comunali s.r.l.

  

17 – Il Grillo della domenica

Elio Colligiani febbraio 21, 2010 Il Grillo della domenica No Comments

…il miglior grillo della settimana…

Le serie storiche

L’economia italiana è salvata dalle serie storiche. Sono il nostro punto fermo, l’ultimo appiglio prima di precipitare nell’ignoto. L’ISTAT ha reso pubblici i dati sulla caduta delle esportazioni nel 2009, meno 20,7% rispetto al 2008. Un saldo negativo annuo di 4 miliardi 109 milioni di euro. Il dato peggiore dal 1970, da 40 anni, da quando esistono le serie storiche. Il PIL 2009 è in calo del 4,9%. Il dato peggiore dal 1971, da 39 anni, da quando esistono le serie storiche. Secondo l’ISTAT la produzione industriale nel 2009 e’ diminuita del 17,4%. Il dato peggiore dal 1991, da 19 anni, da quando esistono le serie storiche. In mancanza di serie storiche la realtà sarebbe meno tranquillizzante. Le serie storiche sono il bromuro dell’informazione economica. Senza di loro, i dati 2009 sarebbero, più semplicemente, i peggiori di sempre.

  

Fotovoltaico e auto elettriche nel futuro di Termini Imerese?

Gabriele febbraio 20, 2010 Notizie dal mondo 1 Comment

Dopo la pazza idea di collocare a Termini Imerese una centrale nucleare, si fa strada una nuova ipotesi per il paesone industrializzato siciliano, sede di una delle fabbriche Fiat, almeno fino al 2011. Poiché Sergio Marchionne Ad di Fiat ha dichiarato senza se e senza ma che Termini Imerese sarà chiusa, sono giunte al Governo 14 progetti di riconversione dello stabilimento e tra questi anche il Sunny car in Sunny region. In pratica si parla di produrre auto elettriche e energia da pannelli fotovoltaici.

L’idea è di Simone Cimino, 48 anni siciliano di Porto Empedocle che si occupa di “private equity”, con la Cape, cioè rileva aziende e le rilancia. Spiega LiveSicilia:

L’idea siciliana “sunny car in a sunny region” sarà possibile grazie alla tecnologia indiana: fondamentale, infatti, il recente accordo stretto da Cimino con il gruppo Reva che ha dato vita alla “Cape Reva Azienda Automobilistica”. La grande novità consiste nelle prestazioni delle autovetture: non più microcar da 50km/h, ma veicoli in grado di raggiungere i 130km/h con un’autonomia di 200km. Ecco perché le stazioni di rifornimento elettrico sono fondamentali. Un faraonico progetto, quindi, che riqualificherebbe il polo industriale di Termini Imerese indipendentemente dalle sorti della Fiat.

Cape prevede, se approvato il progetto, di riassorbire gli operai e di creare 2000 nuovi posti di lavoro con la rete di solar station o colonnine di ricarica che saranno installate sull’isola. Infine, capitolo investimenti: il progetto richiede 930 milioni di euro che arriverebbero da Regione Siciliana, Governo e Fiat che ha promesso 350milioni di euro per la chiusura dello stabilimento.

Ha detto Simone Cimino:

Abbiamo 40 aziende con circa 8 mila dipendenti per un giro d’affari di 1.4miliardi, non ho tempo da perdere io. La Sicilia è unica nel suo genere per tre fattori: numero di ore di sole, numero di abitanti e il fatto che sia un’Isola. Ecco perché Cape ha deciso di partire da qui.

Fonte:Ecoblog.it

  

Aldo Ferraro, 33 anni, operaio, Bocale

Gabriele febbraio 20, 2010 Morti sul lavoro No Comments

Aldo Ferraro, operaio 33enne, è morto schiacciato dal crollo di un muro di contenimento di cemento, mentre era impegnato in lavori di sbancamento in località Vico d’Angelo a Bocale.

Fonte

  

Gian Carlo Caselli a Empoli domani 21 febbraio ore 10

Gabriele febbraio 20, 2010 Notizie locali No Comments

Domenica 21 febbraio dalle ore 10:00 alle ore 13:00 il magistrato Gian Carlo Caselli sarà ad Empoli presso la Casa Del Popolo di Ponte a Elsa in occasione della GIORNATA DELLA LEGALITÀ.

Presenterà il suo libro:
“Le due guerre. Perché l’Italia ha sconfitto il terrorismo e non la mafia”(Edizioni Melampo)

Partecipano anche:
Andrea Campinoti, Presidente Nazionale dell’Associazione “AVVISO PUBBLICO”
e la Cooperativa “VALLE DEL MARRO – LIBERA TERRA” di Polistena (Reggio Calabria)

Sarà possibile seguire il dibattito in diretta streaming su questo sito.

  

La Ventana – Evasione Fiscale? C’è più gusto ad essere italiani!

Riccardo febbraio 20, 2010 La ventana No Comments

evasione-fiscaleLa Spagna ha il tasso di disoccupazione più alto d’Europa, così come, con ogni probabilità, il maggior indice d’indebitamento personale (microeconomico). Detto così, dopo la Grecia, il Portogallo ed alcuni paesi dell’ex blocco sovietico, è il paese che sta peggio. E lo sfolgorante Zapatero, nonostante un’opposizione che dopo l’egemonia di Aznar si è molto frammentata perdendo così molte forze, ne sta pagando le conseguenze e rischia seriamente di non concludere la sua legislatura.

Tuttavia la crisi viene affrontata, a mio avviso, in modo molto più dignitoso e serio, vuoi dalla gente, vuoi soprattutto dalle autorità. Innanzitutto quello che bisognerebbe ricordare è che non è tanto il tasso di disoccupazione che conta, quanto piuttosto quello di occupazione: in Spagna, salvo una piccola percentuale, chi non lavora è iscritto alle liste di disoccupazione e viceversa. In Italia no, a fronte di un tasso di disoccupazione che in tempi di crisi è tutto sommato accettabile, ci troviamo di fronte ad un tasso occupazionale che probabilmente è uno dei bassi dell’Occidente. E la gente nemmeno s’iscrive all’ufficio del lavoro, o come si chiama adesso, perché né ti trovano lavoro, né ti danno un sussidio. Da noi gli ammortizzatori sociali sono i genitori e i nonni e le strutture d’accesso al lavoro sono sempre la famiglia, gli amici, la lingua, la fica e il culo. La nostra è una struttura economica che è un misto di Vaticano, Cosa Nostra e bordello…

Ma tra gli inoccupati e i disoccupati, più della metà della popolazione attiva se vi aggiungiamo anche gli studenti universitari a vita e i falsi invalidi, ci sono molte moltissime persone che in modo parziale o totale lavorano a nero. In Spagna l’economia a nero, nelle stime più autorevoli, si calcola tra il 10% ed il 15% del PIL. Cifra spaventosa ma comunque cos’è rispetto al nero italiano che in termini percentuali è forse il doppio e in termini assoluti è più del triplo?

  

Forum

Entra nel forum del Movimento 5 Stelle dell'Empolese Valdelsa.

Iscriviti alla Newsletter:

Loading...Loading...


Questionario 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è completamente autofinanziato dai suoi sostenitori
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
l'ArchiVio - Tutti gli Atti del Comune e la Rassegna Stampa

Versione Mobile



RSS Beppe Grillo Post

  • Gli autobus italiani fanno acqua - VideoDenuncia
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Sto andando a Roma perché domani mattina alle 9:00 abbiamo un incontro al MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) per parlare con il Vice Ministro De Vincenti della situazione dell' IRISBUS. L'IRISBUS è una fabbrica FIAT che produce autobus e si t
  • Passaparola: Poliziotti senza protezioni, di Igor Gelarda - segretario CONSAP
    Guarda il video denuncia!googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); Il Passaparola di Igor Gelarda, segretario generale del sindacato di polizia Consap "Questi giorni noi come sindacato di polizia Consap abbiamo lanciato una class action contro il ministero dell’interno, che cosa è successo? Che miglia
  • CameraDeiDeputati Caffè chiama #RollingStones5Stelle
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); Dopo il videomessaggio di Beppe la Rete si è attivata! Idee, spunti e proposte divertenti, creative e interessanti! Ovviamente non potevano mancare tutti i collaboratori de LaCosa che si sono sbizzarriti! Questo è il contributo i due baristi del Bar del Parlamento
Italian Bloggers BlogItalia - La directory italiana dei blog

Flash news dal mondo

Più di mille impianti pericolosi in Italia, ma la gente non lo sa

30 gen 2013

impianto

Un nuovo studio effettuato da Legambiente mette a nudo la disorganizzazione dell’Italia. Non che ci sorprendano tali dati, ma nemmeno pensavamo a casi di queste proporzioni. Il numero chiave oggi è 1.100, ed è il numero di impianti industriali che sono potenzialmente bombe pronte ad esplodere, con conseguenze anche peggiori …

Pirogassificatore: Perché la regione impugna la sentenza del TAR?

29 gen 2013

scarselli_luca

Apprendiamo con immenso sdegno che la Regione Toscana ha impugnato la sentenza del T.A.R. Toscana che nel dicembre scorso aveva annullato l’autorizzazione per l’impianto di incenerimento rifiuti di Castelfranco di Sotto Non comprendiamo questo “accanimento terapeutico” in favore di due società private. Il caro presidente Rossi deve oramai rispondere a …

Flash news da Empoli

«No all’inceneritore di Fibbiana», centinaia di adesioni al comitato

9 gen 2014

soa fibbiana

Cittadini contro Comune e Colorobbia che vuole realizzare un impianto per produrre energia dai rifiuti «Preoccupati per l’ambiente e la nostra salute». Oggi incontro pubblico in municipio a Montelupo MONTELUPO. Un comitato per dire No all’inceneritore di Fibbiana. È quello a cui hanno dato vita nelle ultime ore un gruppo …

Morire di lavoro

Luigi Rossi, 15 anni, Sparanise (Caserta)

27 set 2011

La vittima, Francesco Rossi, studente di un istituto professionale di Vairano promosso al secondo anno di studi, ha perso la vita rimanendo schiacciato sotto il trattore di proprietà del padre Luigi. Il quale, dopo l’incidente, in evidente stato di choc non è stato però in gradi di ricostruire per filo …

Commenti recenti

  • Johna833: Yeah bookmaking this wasn't a risky conclusion outstanding p...
  • runespirit: I dati degli ultimi 5 anni sarebbero piu interessanti....
  • Massimo: Sono un genitore di una alunna che frequenta l'Enriques a Ca...
  • chiara: Le donne dovrebbero imparare ad essere donne, a rendersi con...
  • Nicoal: Se c'è una minima volontà di fare un inceneritore nella zona...
  • Gabriele: Per commenti positivi di donne sulla coppetta puoi andare su...
  • Silla: Chissà come mai i commenti più positivi a questo articolo ve...