ODISSEA CICLABILE

salvatore novembre 5, 2009 Trasporti 17 Comments

torrigiani ciclabile

Le vicissitudini della realizzazione di questa pista ciclabile ci ricordano un po’ le peripezie di Ulisse per tornare alla sua patria e, rimanendo nella metafora, se lui avesse dovuto tornare in bicicletta…. la bella Penelope avrebbe dovuto aspettare ancora di più.
Facciamo un po’ di riassunto; la pista ciclabile lungo l’Arno in principio doveva essere costruita in 240 giorni, i lavori sono stati consegnati il 23/06/2008 e dovevano terminare a febbraio 2009.
Il 9/3/2009 è stata presentata una interrogazione per chiedere come mai alla scadenza di tale termine non fossero stati consegnati i lavori e il vice sindaco Sani rispose che per un inverno particolarmente piovoso e per una variante al progetto iniziale (di cui niente è stato discusso e niente è stato detto), i lavori erano stati prorogati di 45 + 80 giorni, il che portava la scadenza al 08/06/2009 ma ad oggi i lavori non sono ancora terminati.

Nella seduta di Consiglio comunale del 26/10/2009 abbiamo interrogato la giunta e la risposta che ci è stata data è che l’ingresso della pista, da Via Alzaia, al plesso ospedaliero lato Arno sarà completa a giorni e che i lavori saranno completati presumibilmente il 29/11/2009. Ci perdonerà l’assessore Torrigiani se adesso abbiamo qualche dubbio sulla veridicità della sua risposta perché “presumibilmente” , per le avverse condizioni meteo (che potevano essere evitate se si lavora da giugno a settembre), i lavori non verranno consegnati nemmeno questa volta.
Mancano dunque 3 settimane alla data indicata e i lavori sono esattamente nello stato documentato dal nostro precedente articolo, per quanto riguarda la parte di via Alzaia vicino alla statale, mentre qualcosa si sta muovendo in prossimità dell’ospedale come documentiamo nelle nuove foto in coda a questo articolo.

Ancora una volta sono state citate delle varianti di cui non è stato possibile visionare una planimetria del progetto.
Aspettiamo anche questa scadenza per rinnovare la discussione di questa opera e possibilmente discutere insieme, nelle commissioni competenti, per la costruzione di altre piste ciclabili più funzionali che possano essere realmente di aiuto alla mobilità cittadina.

Pista ciclabile via Alzaia 03 Pista ciclabile via Alzaia 04

Rispondiamo ufficialmente ai commenti dell’utente Nathan prendendone le distanze.
La risposta non ci ha soddisfatto a pieno, ma preferiamo contrastare l’amministrazione sul piano politico e non scendere sul piano personale “Mangiandosi le parole, farfugliando” che può avere anche dei risvolti fisici che non conosciamo.
L’assessiore Torrigiani per altro si è dimostrato tra i più attenti alle nostre segnalazioni, come nel caso della buca in via Livornese.

  

Un preside sovversivo

Gabriele novembre 5, 2009 Notizie dal mondo No Comments

libri-scolastici1E’ stato il preside più giovane d’Italia e, secondo alcuni, anche il più geniale. Si chiama Salvatore Giuliano e siede sul ponte di comando dell’istituto tecnico industriale liceo scientifico tecnologico Ettore Majorana di Brindisi.
Le tormentate acque che lo vedono protagonista sono quelle dei libri scolastici: costano sempre di più e le famiglie italiane hanno sempre meno soldi da spendere.

Secondo Federconsumatori nel 2009 i testi per la scuola sono aumentati in media del 3,5% rispetto al 2008 e ogni famiglia tira fuori dal portafoglio circa 400-450 euro all’anno per dei tomi che dopo dieci mesi sono già vetusti.
Anche se è più o meno dal medioevo che la lingua latina non subisce variazioni rilevanti e la geometria è grosso modo la stessa dai tempi di Pitagora.

Comunque sia, lui, il Salvatore Giuliano ha detto basta! Sprezzante dei pericoli, incurante delle potenziali minacce della potentissima lobby degli editori scolastici, ci ha pensato, poi ci ha ripensato, valutando i pro e i contro.
Poi ha assunto un esercito di body-guard per garantire protezione per sè e per la sua famiglia e alle fine lo ha fatto: i libri da lui al Majorana costano al massimo 25 euro. Tutti. Non 25 euro l’uno, ma 25 euro per tutto il blocco.
L’iniziativa si chiama Book in Progress (il preside, essendo un giovane quarantaduenne, mastica in lingua ed informatica) ed è tanto semplice quanto geniale: i libri li scrivono i professori della scuola, a mo’ di fascicoli, così li possono modellare sulle esigenze specifiche dei loro studenti.

Poi il Giuliano li mette insieme, li rilega e li consegna alle famiglie a fronte di un contributo dei citati 25 euro.
giusto per coprire le spese vive dell’operazione.
Quest’anno ne stamperanno 8000 copie: diritto, economia, italiano, storia, geografia, matematica e chimica.
Basterebbe questo per fare del giovane dirigente un imperituro e fulgido esempio per le future generazioni della Pubblica Amministrazione.

Ma il Giuliano non è uomo che si accontenta e ha deciso di esagerare: con 25 euro lo studente oltre ai libri si porta a casa pure, in regalo, lo zainetto dell’Itis Majorana.
Così mamma e papà non devono aggiungere alle sofferenze economiche della crisi anche gli ingenti costi di zainetti sempre più griffati e spersonalizzanti!
Con lo zainetto della scuola l’adolescente si identifica e si riconosce, c’è orgoglio d’istituto, federalismo studentesco, sano campanilismo giovanilista, in una parola: radici!

Senza contare poi che con il sistema dei fascicoli i libri sono anche più snelli e pesano meno sulle spalle della futura classe dirigente, che già dovrà sgobbare di suo per tirarci fuori dal pantano della prima, seconda e terza Repubblica.
Se alleviamo queste adolescenziali fatiche, forse, gli facciamo un piacere.
Cantino allora festose le fotocopiatrici, risplendano luccicanti mille e mille zainetti nelle scuole del regno e inizi alfine lo scontro finale contro il carovita scolastico: avanti Giuliano! Vinceremo.”

di Massimo Cirri e Filippo Solibello, conduttori radiofonici
fonte: Consumatori COOP, ott.09

  

Giuseppe Decata, 59 anni, operaio, Manfredonia

Gabriele novembre 5, 2009 Morti sul lavoro No Comments

Giuseppe Decata, operaio di 59 anni, è morto a Manfredonia dopo essere caduto dalla gru in un cantiere.

Fonte

  

Il mercato europeo delle quote di CO2 costa ai consumatori italiani 3 miliardi di euro all’anno

Gabriele novembre 4, 2009 Notizie dal mondo No Comments

co2Il mercato europeo Ets, ovvero il meccanismo di scambio di quote di CO2 messo a punto dall’UE per raggiungere gli obblighi comunitari del Protocollo di Kyoto, avrebbe dei costi spropositati per l’Italia. A confermarlo è uno studio che sottolinea come il prezzo da pagare per i consumatori italiani si sia aggirato, solamente per l’anno 2008, sui 3 miliardi di euro. Lo studio, il cui titolo è “The expensive failure of the European union Emissions trading scheme”, è stato condotto dalla società di ricerca “TaxPayers’ alliance”.

La ricerca stima i costi dello schema di controllo delle emissioni negli anni scorsi sulla base di alcune ipotesi in relazione alle modalità di trasferimento di questi extracosti ai consumatori. Il dato emerso per l’anno 2008 indica chiaramente che i consumatori italiani hanno dovuto sostenere una spesa che a livello europeo ha un peso significativo.

In sostanza si tratterebbe di un equivalente di circa 185 euro a persona nei paesi soggetti all’Ets, da quando cioè è nato il mercato, con una media 46 euro all’anno. Tutto ciò a dispetto del collasso dei prezzi durante il 2007, quando divenne chiaro che i permessi concessi rispetto alla domanda erano superiori alle attese. Alla luce di questi dati e da perfetto profano di nozioni di macroeconomia mi sorgono spontanei due dubbi.

Il primo riguarda il fatto che, dati gli obiettivi sempre più ambiziosi dell’UE, questi costi potrebbero aumentare; il secondo dubbio, ben più grave probabilmente, è invece il fatto che potremo trovarci a dover pagare una quota ulteriormente più alta rispetto ai nostri alleati continentali se lo Stato italiano continuerà ad avere poca attenzione alla politica della riduzione di emissioni.

Inutile allarmismo? Chissà, fatto sta che se le istituzioni non affronteranno in maniera seria questo problema potremmo rischiare di sobbarcarci in futuro dei costi davvero enormi; costi che rischierebbero di entrare in conflitto con la ripresa economica, tema che deve essere considerato come priorità politica assoluta per il rilancio del Paese.

Fonte:Ecoblog.it

  

Corone sui monumenti ai caduti per la Festa delle forze armate e dell’Unità d’Italia

Gabriele novembre 4, 2009 Notizie locali No Comments

empoli_commemorazione_4_novembre_2009_piazza24luglio_piazza_vittoria1In piazza della Vittoria e in piazza XXIV Luglio erano presenti l’assessore Filippo Torrigiani e i rappresentanti di forze dell’ordine e associazioni

Il Comune di Empoli ha celebrato oggi la Festa delle forze armate e dell’Unità d’Italia.

La manifestazione è iniziata con la messa in suffragio ai caduti di tutte le guerre che si è tenuta nella collegiata di Sant’Andrea. L’assessore Filippo Torrigiani ha poi deposto due corone di alloro ai monumenti ai caduti di piazza della Vittoria e di piazza XXIV Luglio. Alla cerimonia erano presenti rappresentanti delle forze dell’ordine e delle associazioni combattentistiche.

Fonte:Gonews.it

Il monumento in Piazza XXIV Luglio ci è sembrato un pochino ripulito rispetto a quello che avevamo rilevato noi qualche giorno fa.

  

Povera Stella!

Gabriele novembre 4, 2009 Politica News, Sviluppo 1 Comment

GELMNell’ultimo consiglio comunale si è molto parlato di scuola, ma più che altro di legge Gelmini e se ne parlerà ancora nel prossimo.
Non capisco francamente tutto questo accanimento verso la povera Maria Stella.
Sono anni che chiunque governi da destra a sinistra la scuola è terreno di conquista per mettere soldi in cassetta.
Non vedo un piano nella riforma Gelmini come era difficile trovarlo anche nella riforma Berlinguer (Luigi per carità), per non parlare della scuola Free e Pay di Lady Moratti.
Del resto i partiti da anni inseriscono in questo ministero non certo i loro uomini migliori. Elenchiamoli perché è anche difficile ricordare oltre ai tre già citati i vari Fioroni (quello per cui internet modello Cina non era poi così male), l’innocente De Mauro, D’Onofrio… (il costituzionalista insieme a Calderoli), Lombardo da non confondere col “buon brodo lombardi”.

La povera Stella Maria sta facendo un lavoro migliore di altri, sono mesi che si parla di maestro unico, poi prevalente, poi di grembiulini, poi di voto in condotta, “meglio ai miei tempi che si aveva un solo maestro, ma che ci insegnava” (e si portava i calzoni corti fino a 21 anni…), poi di classi con soli italiani puri… ecc ecc.
Agli italiani come gli tiri fuori un po’ di nostalgia del tempo passato, non sanno resistere.

Insomma un buon lavoro per distrarre dal tagli per 8 miliardi di € che porterà nella sostanza fiumi di ragazzi e adolescenti a casa per l’ora di pranzo, coi genitori a lavorare pronti a guardare Uomini & Donne coi relativi spazi pubblicitari.

  

Ordine del giorno, consiglio comunale del 9/11

Gabriele novembre 3, 2009 Sedute del Consiglio 3 Comments

consiglioNel prossimo consiglio comunale due nostre mozioni una che non avremmo voluto fare e l’altra che servirebbe a dare un senso di civiltà alla città….
Interessante anche l’interrogazione PDL al punto 2.
Probabilmente la prima mozione e l’O.D.G. su sulla riforma Gelmini porteranno via tempo e con ogni probabilità si andrà a chiusura con quelli

Sarà ovviamente possibile seguire il consiglio in DIRETTA WEB


1) Comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio.
2) Interrogazione presentata dal gruppo consiliare P.d.L. relativa a spese fonia dati.
3) Interrogazione presentata dal gruppo consiliare P.d.L. relativa a termine opera magazzini del sale museo del vetro.
4) Interrogazione presentata dal gruppo consiliare P.d.L. relativa a incarichi e consulenze anno 2008.
5) Interrogazione presentata dal gruppo consiliare U.D.C. sui finanziamenti regionali circa l’ammissione dei veicoli nel Centro Storico della Città.
6) Programmazione dei punti vendita esclusivi e non esclusivi di stampa quotidiana e periodica e regolamentazione: approvazione.
7) Sostituzione del Consigliere Francesco Gracci da componente la Commissione Consiliare permanente “Economia e Lavoro”.
8 ) Sostituzione del Consigliere Roberto Fruet da componente la Commissione Consiliare permanente “Scuola, Cultura e Politiche Sociali”.
9) Mozione presentata dai gruppi consiliari: Empoli a 5 Stelle, Rifondazione Comunisti Italiani, I.D.V., Marconcini Sindaco di Sinistra, U.D.C. relativa al conferimento della cittadinanza onoraria a Pino Masciari.
10) O.D.G. presentato dal gruppo consiliare Italia dei Valori-Lista Di Pietro, relativo a discussione su riforma Gelmini.
11) Mozione presentata dai gruppi consiliari Rifondazione Comunisti Italiani e Lista Marconcini Sindaco di Sinistra, relativa alla revisione della delibera di Giunta n. 162/09 e l’estensione degli sgravi e rimborsi economici di tariffa del servizio idrico usufruibili dalle “utenze deboli” e dai lavoratori in difficoltà.
12) Mozione presentata dal gruppo consiliare Lista Civica Empoli a 5 Stelle, relativa alla realizzazione di aree riservate ai cani.
13) Mozione presentata dal gruppo consiliare P.d.L. relativa a Piano rifiuti e riciclaggio.

  

Influenza AH1/N1, l’Asl: “All’ospedale ‘San Giuseppe’ ricoveri nella norma”

Gabriele novembre 3, 2009 Notizie locali No Comments

Ospedale_san_giuseppe_empoliPer l’azienda sanitaria dell’Empolese Valdelsa e del Valdarno Inferiore non ci sono stati affollamenti nemmeno al pronto socorso. Vaccini, iniziata la distribuzione di nuove dosi

Nessun allarmismo per l’influenza AH1/N1. Presso l’Asl 11 di Empoli è attivo un piano di intervento nell’eventualità di una pandemia causata da influenza AH1/N1.

 

Nonostante sul territorio si registrino numerosi casi di influenza, non si evidenzia alcun aumento di ricoveri ospedalieri o di accessi al Pronto Soccorso dell’ospedale ‘San Giuseppe’, né, quindi, si registra l’attivazione di posti letto aggiuntivi. Pertanto, non esistono, allo stato attuale, disequilibri tra pazienti ricoverati e assistenza infermieristica. Il personale infermieristico è proporzionato al numero dei pazienti ricoverati e ne garantisce gli standard assistenziali consueti.

 

Evidentemente, pure a fronte delle dinamiche epidemiologiche attese, l’assistenza sanitaria ai cittadini colpiti dall’influenza trova efficaci risposte in ambiti diversi dall’ospedale, riservando a quest’ultimo il ruolo appropriato per il trattamento dei casi più impegnativi.

Siamo, quindi, in presenza di una risposta di sistema in grado di fronteggiare la domanda assistenziale della cittadinanza grazie all’impegno e all’integrazione delle diverse componenti della rete (medici di famiglia, pediatri, specialisti). Merita sottolineare che anche i cittadini dimostrano di avere compreso ruoli e aspetti per l’accesso più appropriato di cura.

Inoltre, da oggi, martedì 3 novembre, è iniziata la distribuzione di nuove dosi di vaccino a medici di famiglia e pediatri di libera scelta destinate a quella parte della popolazione con particolari fattori di  rischio.

Fonte:Gonews.it

  

Mafia: inchiesta riaperta a Firenze, al vaglio parole Spatuzza

Gabriele novembre 3, 2009 Notizie dal mondo No Comments

gaspare_spatuzza_NLe dichiarazioni del pentito Gaspare Spatuzza sono al vaglio della procura di Firenze che ha da tempo riaperto un’inchiesta sulle stragi del 1993.

Gli investigatori, secondo quanto si apprende, sono alla ricerca di possibili nuovi elementi su eventuali ulteriori responsabilità, rispetto a quelle emerse con condanne definitive di esecutori e mandanti interni a Cosa nostra, fra cui Riina e Provenzano. Fra le inchieste aperte e poi archiviate a Firenze sugli eventuali mandanti esterni, la prima vide indagati Silvio Berlusconi e Marcello Dell’Utri. Le altre indagini riguardarono, la seconda l’ex senatore Dc Vincenzo Inzerillo, la terza Paolo Bellini e la quarta presunti rapporti tra ambienti massonici e la mafia trapanese. Non si sa su quale delle quattro inchieste i pm fiorentini hanno ora avviato gli approfondimenti investigativi. Spatuzza da tempo è interrogato dai Pm di Firenze. Su quanto riferito alla procura toscana c’é il massimo riserbo. Al processo d’appello a carico di Dell’Utri, in corso a Palermo, è stato depositato il verbale dell’interrogatorio di Spatuzza con i magistrati siciliani, ai quali avrebbe raccontato, riportando quanto riferitogli dal boss ergastolano Giuseppe Graviano, che per anni la mafia trattò con la politica. Un dialogo che sarebbe durato oltre il periodo delle stragi, fino al 2004. Nell’ottobre scorso, l’ex killer di Brancaccio avrebbe riferito ai pm siciliani i nomi dei politici con cui la mafia avrebbe dialogato: Silvio Berlusconi e Marcello dell’Utri. La procura di Firenze fu la prima a esprimere parere favorevole per il riconoscimento delle misure di sicurezza per Spatuzza.

ANSA

  

Degrado alla memoria

Massimo Giacomelli novembre 3, 2009 Politica News 5 Comments

piazza-xxiv-luglio-01Sessantacinque anni fa, esattamente il 24 luglio del 1944, ventinove nostri concittadini furono fucilati per rappresaglia dalle truppe naziste. Per ricordare uno dei fatti più tragici della storia della nostra comunità, l’Amministrazione Comunale ha intitolato un monumento alla loro memoria.

Purtroppo ad alcuni anni di distanza sembra che il loro ricordo debba essere mantenuto dalle Istituzioni solo nel momento della ricorrenza. Anche quest’anno l’amministrazione comunale per il 24 luglio ha organizzato una rappresentazione in memoria dei caduti.

Purtroppo passato quel periodo dell’anno il monumento è lasciato al suo degrado.
La lista civica a 5 stelle ha deciso di denunciare il suo stato affinché il sacrificio dei 29 concittadini non rimanga “vivo” nelle memorie delle istituzioni, soltanto alla ricorrenza annuale.

Chiediamo al sindaco, che il monumento possa essere restaurato, e riportato a rappresentare degnamente questa importante ricorrenza per la nostra città.

Di seguito le foto del degrado:

piazza-xxiv-luglio-02piazza-xxiv-luglio-03piazza-xxiv-luglio-04piazza-xxiv-luglio-05

  

Forum

Entra nel forum del Movimento 5 Stelle dell'Empolese Valdelsa.

Iscriviti alla Newsletter:

Loading...Loading...


Questionario 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è completamente autofinanziato dai suoi sostenitori
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
l'ArchiVio - Tutti gli Atti del Comune e la Rassegna Stampa

Versione Mobile



RSS Beppe Grillo Post

  • Blogger del giorno: Pierfranco Pellizzetti, il Fatto Quotidiano.it (bis)
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Alessandro Di Battista: Caro cittadino Feroce Saladino, sono qui tra voi, giunto dal perfido e vizioso Occidente consumista, per portare al popolo ingiustamente bombardato dall’imperialismo delle multinazionali la solidarietà di chi, pur lontano da qui, lotta
  • Niente lezioni dal compare del notopregiudicato
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Vorrei dire a Renzi che noi con i terroristi non abbiamo mai avuto niente a che fare. E non accettiamo lezioni da un Presidente del Consiglio condannato per danno erariale dalla Corte dei Conti che sta facendo le riforme con il condannato in via definitiva pe
  • La presa per il PIL di Renzie
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Illusionismi economici di fine estate. Ad ottobre il Pil crescerà di almeno due punti. Come? Introducendo nel suo calcolo i proventi dell'economia criminale. Lo prevede una normativa europea che impone di includere droga, prostituzione e contrabbando nel
Italian Bloggers BlogItalia - La directory italiana dei blog

Flash news dal mondo

Più di mille impianti pericolosi in Italia, ma la gente non lo sa

30 gen 2013

impianto

Un nuovo studio effettuato da Legambiente mette a nudo la disorganizzazione dell’Italia. Non che ci sorprendano tali dati, ma nemmeno pensavamo a casi di queste proporzioni. Il numero chiave oggi è 1.100, ed è il numero di impianti industriali che sono potenzialmente bombe pronte ad esplodere, con conseguenze anche peggiori …

Pirogassificatore: Perché la regione impugna la sentenza del TAR?

29 gen 2013

scarselli_luca

Apprendiamo con immenso sdegno che la Regione Toscana ha impugnato la sentenza del T.A.R. Toscana che nel dicembre scorso aveva annullato l’autorizzazione per l’impianto di incenerimento rifiuti di Castelfranco di Sotto Non comprendiamo questo “accanimento terapeutico” in favore di due società private. Il caro presidente Rossi deve oramai rispondere a …

Flash news da Empoli

«No all’inceneritore di Fibbiana», centinaia di adesioni al comitato

9 gen 2014

soa fibbiana

Cittadini contro Comune e Colorobbia che vuole realizzare un impianto per produrre energia dai rifiuti «Preoccupati per l’ambiente e la nostra salute». Oggi incontro pubblico in municipio a Montelupo MONTELUPO. Un comitato per dire No all’inceneritore di Fibbiana. È quello a cui hanno dato vita nelle ultime ore un gruppo …

Morire di lavoro

Luigi Rossi, 15 anni, Sparanise (Caserta)

27 set 2011

La vittima, Francesco Rossi, studente di un istituto professionale di Vairano promosso al secondo anno di studi, ha perso la vita rimanendo schiacciato sotto il trattore di proprietà del padre Luigi. Il quale, dopo l’incidente, in evidente stato di choc non è stato però in gradi di ricostruire per filo …

Commenti recenti

  • Johna833: Yeah bookmaking this wasn't a risky conclusion outstanding p...
  • runespirit: I dati degli ultimi 5 anni sarebbero piu interessanti....
  • Massimo: Sono un genitore di una alunna che frequenta l'Enriques a Ca...
  • chiara: Le donne dovrebbero imparare ad essere donne, a rendersi con...
  • Nicoal: Se c'è una minima volontà di fare un inceneritore nella zona...
  • Gabriele: Per commenti positivi di donne sulla coppetta puoi andare su...
  • Silla: Chissà come mai i commenti più positivi a questo articolo ve...