Home » Diario di bordo » Ultimi articoli:

Mr 18000 minuti, come minimo…

Gabriele giugno 13, 2012 Interrogazioni No Comments

Abbiamo richiesto di conoscere l’ammontare delle spese di telefonia mobile di utenze intestate al Comune di Empoli, il quadro che ne esce ci lascia alcune perplessità e qualche nota di disappunto.
Circa 60 le utenze totali, l’ente ha aderito alla convenzione Consip per il traffico verso cellulari aziendali l’amministrazione spende 0,0100 €/min + Iva. Verso gli altri cellulari 0,0380 al minuto. Questo è un aspetto molto positivo se pensiamo che per le normali utenze “domestiche” il costo al minuto è mediamente il triplo.
Molta differenza tra le utenze, si va da chi effettua appena 50centesimi di traffico in un anno, che si trasformano comunque in una spesa di 166€ dopo aver aggiunto il noleggio dell’apparecchio e le tasse governative, fino ai 1205€ totali dell’utenza intestata all’assessore Torrigiani.
La cosa che balza all’occhio sono le spese dell’assessore in relazione a quelle del Sindaco che spende circa 1/4 e se dal mero conto economico si passa a quello in minuti di conversazione.
Tolto il noleggio (blackberry) ed internet (20gb/mese) restano 703€ di telefonate che corrispondono con le ottime tariffe della convenzione, a 308 ore o 18.500 minuti in su, vale a dire dai 13 ai 49 giorni secondo che le chiamate in uscita siano verso utenze aziendali o esterne.
Ci sembrano numeri estremamente alti e che non trovano riscontro ne col Sindaco (331€/anno), ne certo con gli altri assessori che non hanno il telefono “aziendale”, ne con le altre utenze.
Il comandante di Polizia Municipale, secondo classificato, spende grazie alla convenzione meno della metà in telefonate. L’ente dal secondo bimestre 2011 al primo bimestre 2012 ha speso 25.688 euro (Iva inclusa).

  

Progetti infiniti

Gabriele maggio 17, 2012 Interrogazioni No Comments

In seguito alla notizia ufficiale che la farmacia ospedaliera appena trasferita da Pieve a Ripoli a Spicchio-Sovigliana, entro 3 anni sarà ricollocata nel blocco E presso il complesso ospedaliero (il rudere inagibile per carenza di fondamenta) rileviamo che appare ben strano che un presidio strategico in caso di sisma come la farmacia ospedaliera sia collocata in un edificio già da dodici anni abbandonato non appena realizzato, proprio perché dichiarato non agibile ai fini ospedalieri.
Inoltre facciamo presente che in risposta a nostra interrogazione ad aprile ci era stato risposto in Consiglio Comunale che era pronto un progetto che prevedeva l’ uso commerciale e a parcheggio dell’edificio, ma non una utilizzazione per una farmacia ospedaliera. Avremmo infatti subito rilevato la stranezza.
Infine a seguito della risposta dataci in Consiglio Comunale vorremmo sapere se esista una perizia tecnica qualificata che effettivamente attesti che pur essendo il Blocco E inagibile a fini ospedalieri, per carenze antisismiche gravi alle fondamenta, sia però agibile per altri fini comunque pubblici con alta presenza di utenti e addetti.
Ad oggi, salvo la presentazione di documenti e argomenti più convincenti, ci risulta che la soluzione economicamente più vantaggiosa per le finanze pubbliche sia la semplice demolizione e rimozione del Blocco E così come della vicina torre solare, oggetto di altro storico scandalo locale. Temiamo e vorremmo essere smentiti dai fatti che i progetti che si susseguono ed anche la loro eventuale realizzazione su queste due strutture rispondano piuttosto alla scelta politica di ridurre la percezione pubblica della gravità di quanto è successo in quegli anni 1995-2005 intorno all’ospedale. Una forma di costosa anestesia pubblica. Noi pensiamo invece che la strategia migliore sia sempre quella, di fronte alle avversità, di mostrarne subito la gravità per evitare ulteriori danni e rischi.
Su questo abbiamo pertanto presentato una nuova interrogazione in Consiglio Comunale per vederci più chiaro.

Testo dell’interrogazione

 

  

ReS Monti

Gabriele maggio 10, 2012 In Evidenza, Mozioni No Comments

Dal primo gennaio 2013 verrà istituita una nuova tassa sui rifiuti, si chiamerà RES (Rifiuti e Servizi) ed andrà a sostituire la Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU) e la Tariffa di igiene ambientale (TIA).
A stabilirlo è l’art. 14 del decreto “Salva Italia” il primo decreto proposto il 24 ottobre scorso dal Governo Monti.
Il nuovo tributo comunale entrerà in vigore dal 2013 e comprenderà, oltre alla tassa ambientale per lo smaltimento dei rifiuti, anche una quota per la sicurezza, l’illuminazione e la gestione delle strade (manutenzione, pulizia), i così detti servizi indivisibili.
Mentre per la prima parte, lo smaltimento dei rifiuti, sembra che non cambierà molto avendo i comuni dell’empolese valdelsa da tempo affidato il servizio ad una società esterna, la seconda parte, i servizi indivisibili, comporta una tassazione pari a 0,30 euro al metro quadro per abitazioni ed attività produttive.
La RES come detto è composta da due tributi, la tassa (o “res – rifiuti”) e l’imposta (o “res servizi”), riferita ai servizi indivisibili, quest’ultima, elevabile dai comuni sino a 0,40 euro, presenta secondo noi evidenti segni di incostituzionalità non essendo i soli metri quadri un parametro che tiene conto del valore dell’immobile o del reddito del proprietario.
Viene in pratica meno quel principio di progressività garantito dall’articolo 53 della nostra Costituzione.
Crediamo pertanto che tale norma vada profondamente modificata se non soppressa e con un ODG, approvato in Consiglio Comunale non senza difficoltà, abbiamo chiesto che l’amministrazione si facesse portavoce verso Governo e Parlamento di queste nostre perplessità.
Nello specifico chiedevamo che la “res servizi” fosse quanto meno soppressa per quei comuni che avevano intrapreso un percorso di tassazione puntuale dei rifiuti unica strada maestra per una corretta gestione dei rifiuti.

Scarica il testo dell’ODG

  

Terra di nessuno

Gabriele aprile 16, 2012 Interrogazioni 1 Comment

Una discarica a cielo aperto, uno scheletro di ferro e cemento, un deposito di rottami edilizi, dei girasoli che mestamente tengono il capo chino. Questo, ma sfortunatamente non solo, si può trovare ad Empoli il tutto concentrato in poche centinaia di metri.
Stiamo parlando di tutta quella fascia compresa tra il parco fluviale – si ad Empoli abbiamo un parco fluviale “attrezzato” – i due plessi ospedalieri e che corre lungo via Alzaia.
Le immagini descrivono una situazione di totale abbandono sia per tutti quegli aspetti come la palazzina E, il rudere in cemento-armato li da 12 anni, che per quel progetto di produzione di energia dal sole denominato Escosolar che mai ha prodotto un watt di corrente, sia per aspetti più strettamente legati all’incuria ed alla mancata pulizia del parco.
Torniamo sulla questione con una serie di quattro interrogazioni distinte, ma che si focalizzano sulla zona per cercare di capire cosa l’amministrazione intende fare per risolvere i problemi strutturali dell’area e quelli più strettamente legati ad una assenza totale di manutenzione.
Quest’anno per la prima volta dopo oltre venti anni non si svolgerà la manifestazione “Rivivi Arno”, le sponde non sono più praticabili in sicurezza per i bambini, una frana che ormai da anni sta scavando nell’argine del fiume ha eroso la strada bassa dove si svolgeva la gara di pesca.
Le carenze dell’amministrazione sono evidenti soprattutto per non essersi impegnata negli anni per risolvere i due nodi cruciali della palazzina E e dell’Escosolar, sia per aver completamente abbandonato all’incuria un parco fluviale inaugurato con tanto di cavallo dall’ex sindaco Bugli.

  

Ordine del giorno, Consiglio Comunale del 27/03/2011

Gabriele marzo 27, 2012 Sedute del Consiglio No Comments

Consiglio dedicato a mozioni ed ordini del giorno, anche se dovranno essere eseguite le nuove elezioni di un componente delle commissioni Bilancio, Affari generali e Centri storici a seguito delle dimissioni di Maurizio Alderighi, diventato nel frattempo capogruppo del Partito Democratico.
Interessanti le tre interrogazioni presentate del gruppo UDC riguardo alle situazioni di degrado del centro storico con l’abbandono dei rifiuti e l’installazione non regolamentata dei condizionatori.
Il consiglio si concluderà alle 23.55 quindi presumibilmente non si andrà oltre la discussione della prima mozione, l’ordine del giorno si allunga ad ogni consiglio ed atti di indirizzo importanti attendono ormai da 4 mesi di essere discussi.

1. Comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio.
2. Interrogazione presentata dal Consigliere Emilio Cioni, del gruppo consiliare U.D.C., relativa al pagamento energia elettrica gestore bar sottotribuna Stadio Castellani.
3. Interrogazione presentata dal Consigliere Emilio Cioni, del gruppo consiliare U.D.C., relativa ai ritardi dei lavori e l’apertura al traffico veicolare riguardanti il passaggio a livello del Terrafino.
4. Interrogazione presentata dal Consigliere Emilio Cioni, del gruppo consiliare U.D.C., relativa all’installazione di macchinari per l’aria condizionata o pompe di calore, nel centro storico, all’esterno degli edifici.
5. Interrogazione presentata dal Consigliere Emilio Cioni, del gruppo consiliare U.D.C., relativa all’abbandono dei rifiuti urban i nel Centro Storico, nei cestini gettacarte dell’arredo urbano o nelle immediate vicinanze.
6. Verbale della seduta del Consiglio Comunale n. 3 del 01/03/2012. Approvazione.
7. Verbale della seduta del Consiglio Comunale n. 4 del 12/03/2012. Approvazione.
8. Sostituzione del Consigliere Maurizio Alderighi da componente della Commissione Consiliare permanente “Bilancio e Programmazione”.
9. Sostituzione del Consigliere Maurizio Alderighi da componente della Commissione Consiliare permanente “Affari Generali con funzioni di controllo e garanzia”.
10. Sostituzione del Consigliere Maurizio Alderighi da componente della Commissione Consiliare permanente “Centri Storici e Vivibilità”.
11. Mozione presentata dai Consiglieri Paolo Baroncelli, Antonio Gori e Alessandro Borgherini, del gruppo consiliare P.d.L., relativa alla viabilità in zona Cascine.
12. Mozione presentata dai Consiglieri Gabriele Bini e Paolo Gaccione, del gruppo consiliare Rifondazione-Comunisti Italiani, relativa al parcheggio gestito dalla Società “Metropark” nei pressi della stazione ferroviaria.
13. ODG presentato dal Consigliere Gabriele Sani, del gruppo consiliare Empoli a 5 Stelle, relativo all’art. 14 del D.L. 201 del 06/12/2011 cosiddetto “Salva Italia”, così come modificato in sede di conversione in legge.
14. Mozione presentata dai Consiglieri Alessandro Borgherini, Paolo Baroncelli, Roberto Fruet e Fabio Bianchi, del gruppo consiliare P.d.L., relativa a “Piano Energetico Comunale e promozione delle azioni di Green Public Procurement”.
15. Mozione presentata dai Consiglieri Paolo Baroncelli, Alessandro Borgherini, Antonio Gori, Fabio Bianchi, Roberto Fruet, del gruppo consiliare P.d.L., relativa a “prospettiva del governo di secondo livello dell’Empolese Valdelsa”.
16. Mozione presentata dal Consigliere Sandro Petrillo, del gruppo consiliare “Cittadini per Massimo Marconcini”, relativa alla paventata chiusura del Giudice di Pace di Empoli e della Sezione distaccata del Tribunale.
17. ODG presentato dal Consigliere Emilio Cioni, del gruppo consiliare U.D.C., relativo a installazione di centri di raccolta per l’olio usato.

  

Ordine del giorno, Consiglio Comunale del 12/03/2011

Gabriele marzo 9, 2012 Sedute del Consiglio No Comments

Il prossimo Consiglio Comunale convocato per lunedì 12 dalle ore 21 fino alle ore 1 verterà principalmente sulla approvazione di due regolamenti piuttosto importanti. Il primo riguarda l’istituzione dell’imposta di soggiorno con relative tariffe divise per tipologia. Recentemente il Consiglio aveva trattato la richiesta di iscrizione alle località turistiche, veloce la risposta della Regione.
L’altro regolamento per certi versi più importante, ma sicuramente meno dibattuto è quello che andrà a disciplinare i contratti, regolamento prodotto in proprio dagli uffici del Comune senza l’ausilio di consulenze esterne.
Non vi sarà probabilmente spazio, nonostante l’ora tarda di chiusura, per la discussioni delle successive mozioni ed ordini del giorno, che attendono ormai da troppo tempo.

1. Comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio.
2. Verbale della seduta del Consiglio Comunale n. 1 del 30/01/2012: Approvazione.
3. Verbale della seduta del Consiglio Comunale n. 2 del 04/02/2012: Approvazione.
4. Istituzione Imposta di Soggiorno ed approvazione Regolamento.
5. Approvazione del Regolamento per la disciplina dei Contratti.
6. Mozione presentata dai Consiglieri Paolo Baroncelli, Antonio Gori e Alessandro Borgherini, del gruppo consiliare P.d.L., relativa alla viabilità in zona Cascine.
7. Mozione presentata dai Consiglieri Gabriele Bini e Paolo Gaccione, del gruppo consiliare Rifondazione-Comunisti Italiani, relativa al parcheggio gestito dalla Società “Metropark” nei pressi della stazione ferroviaria.
8. ODG presentato dal Consigliere Gabriele Sani, del gruppo consiliare Empoli a 5 Stelle, relativo all’art. 14 del D.L. 201 del 06/12/2011 cosiddetto “Salva Italia”, così come modificato in sede di conversione in legge.
9. Mozione presentata dai Consiglieri Alessandro Borgherini, Paolo Baroncelli, Roberto Fruet e Fabio Bianchi, del gruppo consiliare P.d.L., relativa a “Piano Energetico Comunale e promozione delle azioni di Green Public Procurement”.
10. Mozione presentata dai Consiglieri Paolo Baroncelli, Alessandro Borgherini, Antonio Gori, Fabio Bianchi, Roberto Fruet, del gruppo consiliare P.d.L., relativa a “prospettiva del governo di secondo livello dell’Empolese Valdelsa”.

  

Ridurre prima di tutto

Gabriele febbraio 21, 2012 In Evidenza, Mozioni No Comments


Da pochi giorni è iniziata la tariffazione puntuale sulla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani questo cambierà di fatto il rapporto che i cittadini hanno con i rifiuti domestici. In una gestione integrata la riduzione dei rifiuti è prioritaria rispetto alla raccolta differenziata, al riuso ed al recupero di materia ed energia.
Tutta la legislazione vigente, non ultimo l’accordo quadro Anci-Conai, ma anche il Codice dell’Ambiente (152/2006) mette nelle condizioni le amministrazioni locali per quanto di propria competenza di adoperarsi affinché pongano in essere tutte quelle iniziative atte a favorire la prevenzione e la riduzione della produzione e della nocività dei rifiuti.
Per porre in atto questo importante compito delle amministrazioni, abbiamo messo a punto una mozione che sarà in discussione nel prossimo Consiglio Comunale.
Chiediamo in sintesi che l’amministrazione:

  • introduca progressivamente l’obbligo piatti, bicchieri e posate biodegradabili o riutilizzabili in tutte quelle manifestazioni che hanno luogo nel territorio comunale, e che patrocini, cioè investa soldi pubblici, solo in caso vengano usate vettovaglie riutilizzabili.
  • A realizzare la raccolta differenziata, come quella che i cittadini svolgono nelle proprie abitazioni, presso tutti gli edifici comunali e durante eventi, sagre, manifestazioni.
  • Infine chiediamo che si faccia una vera e propria campagna di informazione sulla qualità dell’acqua del rubinetto per ridurre l’uso dell’acqua in bottiglia anche attraverso l’installazione di impianti di filtraggio nelle case o nei bar-ristoranti.

La Toscana, è bene ricordarlo, detiene il triste primato nella produzione pro capite di rifiuti con oltre 600Kg/anno per abitante, certo parte di questi dovuti alla pratica dell’assimilazione che a più riprese abbiamo contestato, ma appare del tutto evidente che adesso che i cittadini stanno facendo attivamente la loro parte, tocchi alle amministrazioni fare la propria.

Testo completo della mozione

  

Della prostituzione d’Empoli

Gabriele gennaio 3, 2012 Interrogazioni No Comments

Ordinanza antiprostituzione, probabilmente qualcuno se la ricorderà perché all’epoca fece discutere, molti altri se ne saranno dimenticati perché non ha cambiato di una virgola la loro vita.
Pochi sanno però il motivo per cui non ne abbiamo più sentito parlare e perché non è stata riproposta una volta che le poche prostitute presenti “su strada” nel Comune di Empoli si sono spostate da via Buozzi a via XI Febbraio.
Il motivo è semplice, nel mentre è intervenuta la Corte Costituzionale per sancire che il fondamento giuridico su cui poggiava tale ordinanza, il DL 92/08 (detto Decreto Sicurezza), violava tre articoli (3, 23, 97) della nostra “Carta Fondamentale”.
L’argomento ritorna oggi di attualità non solo in seguito all’interrogazione del MoVimento 5 Stelle in merito all’ordinanza 124/2010 del Sindaco Cappelli, ma anche perché tale norma è reinserita nella bozza del regolamento di polizia municipale che presto sarà comune a tutto il Circondario.
Ledere l’articolo 3 della nostra Costituzione significa non solo ledere un principio fondamentale del nostro paese, ma anche un principio cardine di tutti gli stati democratici e costituzionali, ovvero l’uniformità della legge su tutto il territorio nazionale.
La sentenza della Corte Costituzionale insomma non solo stronca in maniera netta il Decreto Sicurezza dell’ex Ministro Maroni, ma rende di fatto illegittimi tutti quegli atti che senza avere rango di legge tentano di imporre un tributo per un qualcosa che non è reato.
Ma il problema è a monte, i Consigli Comunali, ma più in generale le amministrazioni, si sono negli anni auto-delegittimati togliendosi facoltà di parola su tutti quei temi che riguardano la vita quotidiana dei cittadini, come rifiuti, acqua, trasporti, tutte cose impacchettate dentro SPA e portati all’esterno del potere decisionale della politica e dei cittadini.
E’ probabilmente per questo motivo che sindaci, o aspiranti tali, in cerca di un po’ di visibilità e di facile consenso si propongano norme di questo tipo, palesemente incostituzionali, quando basterebbe probabilmente amministrare bene la cosa pubblica.

Testo completo interrogazione

  

Ordine del giorno, Consiglio Comunale del 22/12/2011

Gabriele dicembre 20, 2011 Sedute del Consiglio No Comments

consiglio Consiglio Comunale che si prospetta interessante e sperando che i toni non si accendano troppo costruttivo per la città.
Si inizierà con una serie di interrogazioni, particolarmente interessante quella della Federazione della Sinistra relativa al prolungamento del contratto concesso dall’autorità di ambito ATO2 al gestore privato.
Doveva esserci anche una nostra interrogazione che è stata erroneamente protocollata come scritto invece che orale.
Ad inizio seduta sarà presente un rappresentante della comunità senegalese per portare la propria testimonianza relativa agli accadimenti di Firenze.
Il consiglio proseguirà con la discussione relativa all’adesione alla campagna L’Italia sono anch’io e probabilmente si concluderà con l’istituzione dell’area naturalistica protetta di livello locale nella zona di Arnovecchio.

1. Comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio.
2. Interrogazione presentata dal Consigliere Paolo Baroncelli, del gruppo consiliare P.d.L., relativa a “Rifiuti pericolosi sottopasso FI.PI.LI.”.
3. Interrogazione presentata dal Consigliere Paolo Baroncelli, del gruppo consiliare P.d.L., relativa a Festività del Patrono S. Andrea.
4. Interrogazione presentata dal Consigliere Emilio Cioni, del gruppo consiliare U.D.C., relativa ai pagamenti dovuti al Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale.
5. Interrogazione presentata dal Consigliere Emilio Cioni, del gruppo consiliare U.D.C., relativa a “indicazione ai Cittadini dei valori delle aree edificabili ai fini I.C.I., aggiornamenti nei casi di variazione dei prezzi e di decadenza dello strumento urbanistico.
6. Interrogazione presentata dal Consigliere Gabriele Bini, del gruppo consiliare Rifondazione-Comunisti Italiani, relativa alla proroga per l’affidamento del servizio idrico da parte dell’A.T.O. 2 .
7. Verbale della seduta del Consiglio Comunale n. 20 del 23/11/2011: Approvazione.
8. Verbale della seduta del Consiglio Comunale n. 21 del 28/11/2011: Approvazione.
9. Adesione al Comitato “L’Italia sono anch’io” per il riconoscimento dei diritti di cittadinanza e il diritto di voto per le persone di origine straniera.
10. Istituzione dell’Area Naturale protetta d’interesse Locale (A.N.P.I.L) in località Arnovecchio.
11. Mozione presentata dal Consigliere Gabriele Sani, del gruppo consiliare Empoli a 5 Stelle, relativa alle politiche in materia di riduzione rifiuti.
12. ODG presentato dal Consigliere Gabriele Bini, del gruppo consiliare Rifondazione-Comunisti Italiani, contro la manovra iniqua del Governo.

  

Via Masini Annozero

Francesco C. dicembre 19, 2011 Interrogazioni No Comments


Tornare a parlare del taglio degli alberi in Via Masini è un po’ come chiudere la stalla quando ormai sono scappati i buoi. Lo facciamo perché, in seguito alla nostra interrogazione e relativa risposta, ci sono state fornite le relazioni del Dott. Gabellini di Dream Italia (una del 2009 e una del 2010) dove si indicava la necessità di tagliare gli alberi vista la loro condizione; siamo ancora convinti che questa azione avrebbe dovuto essere condivisa con la città intera e non solo con gli abitanti di Via Masini, quindi per trasparenza rendiamo pubblici sia la risposta della Giunta sia le relazioni che hanno portato a questa decisione.
La ragione principale dell’abbattimento risulta essere l’incolumità dei cittadini che le piante a rischio caduta arrecavano. Questo il parere del solo esperto consultato.
A quattro mesi dal taglio dei pini non ci risulta ancora avviato il processo partecipativo per la scelta della nuova tipologia di piante e neppure la sistemazione del nuovo manto stradale che – a nostro avviso – è il vero fattore di pericolo della via, molto più di quanto lo fossero gli alberi.
Ecco, ci piacerebbe che un cambiamento così radicale per la nostra città fosse stato affrontato in modo più corretto rendendo maggiormente partecipi gli empolesi: avviare un progetto per la nuova sistemazione della strada, condividerlo con gli abitanti e i cittadini attraverso tutti gli strumenti a disposizione, effettuare i lavori (inserendoci una pista ciclabile, perché no!?!) e provvedere a compensare la riduzione di verde con la messa in dimora di alberi in altre zone della città.
E’ anche vero che forse è meglio non chiedere e non condividere con i cittadini alcune scelte: le risposte spesso non coincidono con la volontà degli amministratori e costringerebbero a rivedere i progetti. Ah, che brutta bestia la democrazia!

Determina dirigenziale abbattimento
Interrogazione
Risposta interrogazione
Relazione Dream Italia 2009
Relazione Dream Italia 2010
Planimetria

  

Forum

Entra nel forum del Movimento 5 Stelle dell'Empolese Valdelsa.

Iscriviti alla Newsletter:

Loading...Loading...


Questionario 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è completamente autofinanziato dai suoi sostenitori
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
l'ArchiVio - Tutti gli Atti del Comune e la Rassegna Stampa

Versione Mobile



RSS Beppe Grillo Post

  • La tua #Italia5Stelle
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); Il 10, 11 e 12 ottobre al Circo Massimo a Roma ci incontreremo tutti insieme, portavoce nelle istituzioni, attivisti e cittadini per continuare la costruzione del nostro progetto comune: l'Italia a 5 Stelle. In pochi anni abbiamo raggiunto traguardi straordina
  • Violante, lo smemorato di Dire Daua
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Luciano Violante, candidato testardamente dai partiti a un altissimo ruolo di garanzia quale quello di giudice della Corte costituzionale, oltre ad avere un lunghissimo curriculum politico capace di resistere al tempo e al passaggio dalla prima alla seconda R
  • Risultati delle Regionalie in Emilia Romagna e Calabria
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); Le regionalie online per Emilia Romagna si sono concluse ieri sera. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato. Il candidato presidente del M5S in Emilia Romagna è Giulia Gibertoni. La lista che presenterà il M5S in Emilia Romagna è la seguente: Piacenza: Gnecchi
Italian Bloggers BlogItalia - La directory italiana dei blog

Flash news dal mondo

Più di mille impianti pericolosi in Italia, ma la gente non lo sa

30 gen 2013

impianto

Un nuovo studio effettuato da Legambiente mette a nudo la disorganizzazione dell’Italia. Non che ci sorprendano tali dati, ma nemmeno pensavamo a casi di queste proporzioni. Il numero chiave oggi è 1.100, ed è il numero di impianti industriali che sono potenzialmente bombe pronte ad esplodere, con conseguenze anche peggiori …

Pirogassificatore: Perché la regione impugna la sentenza del TAR?

29 gen 2013

scarselli_luca

Apprendiamo con immenso sdegno che la Regione Toscana ha impugnato la sentenza del T.A.R. Toscana che nel dicembre scorso aveva annullato l’autorizzazione per l’impianto di incenerimento rifiuti di Castelfranco di Sotto Non comprendiamo questo “accanimento terapeutico” in favore di due società private. Il caro presidente Rossi deve oramai rispondere a …

Flash news da Empoli

«No all’inceneritore di Fibbiana», centinaia di adesioni al comitato

9 gen 2014

soa fibbiana

Cittadini contro Comune e Colorobbia che vuole realizzare un impianto per produrre energia dai rifiuti «Preoccupati per l’ambiente e la nostra salute». Oggi incontro pubblico in municipio a Montelupo MONTELUPO. Un comitato per dire No all’inceneritore di Fibbiana. È quello a cui hanno dato vita nelle ultime ore un gruppo …

Morire di lavoro

Luigi Rossi, 15 anni, Sparanise (Caserta)

27 set 2011

La vittima, Francesco Rossi, studente di un istituto professionale di Vairano promosso al secondo anno di studi, ha perso la vita rimanendo schiacciato sotto il trattore di proprietà del padre Luigi. Il quale, dopo l’incidente, in evidente stato di choc non è stato però in gradi di ricostruire per filo …

Commenti recenti

  • Johna833: Yeah bookmaking this wasn't a risky conclusion outstanding p...
  • runespirit: I dati degli ultimi 5 anni sarebbero piu interessanti....
  • Massimo: Sono un genitore di una alunna che frequenta l'Enriques a Ca...
  • chiara: Le donne dovrebbero imparare ad essere donne, a rendersi con...
  • Nicoal: Se c'è una minima volontà di fare un inceneritore nella zona...
  • Gabriele: Per commenti positivi di donne sulla coppetta puoi andare su...
  • Silla: Chissà come mai i commenti più positivi a questo articolo ve...