Home » Diario di bordo » Ultimi articoli:

Ordine del giorno, consiglio comunale del – RINVIATO -

Gabriele giugno 8, 2010 Sedute del Consiglio 3 Comments

consiglio

Consiglio comunale veloce veloce. Si comincia alle 14.30 (in genere con una mezzora di comporto) e poi alle 20 tutti a cena. Probabilmente verrà discussa una sola mozione, il punto 7 dell’ ordine del giorno. E pensare che ce ne sarebbe bisogno, siamo quasi ad un anno dall’insediamento del nuovo consiglio comunale ed un gruppo che si fosse mosso bene sarebbe riuscito a discutere due proposte, due modi di migliorare la propria città, beh certo secondo il proprio punto di vista.
Il nostro gruppo, 5 Stelle, per esempio è riuscito a far discutere la cittadinanza onoraria a Pino Masciari, la seconda mozione relativa alle aree cani è stata sgabellata in 5 minuti dicendo che sarebbe stata portata in commissione (Quale? Se ne sta discutendo?) con la rassicurazione dell’assessore Torrigiani e del capogruppo di maggioranza Barnini che si sarebbe avuta la prima area sperimentale entro fine anno.
La terza mozione, CIP6, è ancora dietro a due mozioni.
Tutto questo nasce dal fatto che il consiglio è stato impegnato per lunghe sedute su questioni inerenti la maggioranza, dalla questione Polo Tecnologico, che la giunta poteva benissimo sbrigare da sola, alla variante al Piano Regolatore, all’approvazione dei nuovi regolamenti per i rifiuti.
Ma perché quindi alle 20 tutti a casa? Per lo stesso motivo per cui non si faranno altri consigli comunali nel mese di giugno, la Festa Democratica sotto la grande vela dove tutte le forze del partito di maggioranza sono concentrate in questo periodo.

1. Comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio.
2. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare “Empoli a 5 Stelle”, relativa a criteri di assimilazione rifiuti urbani e industriali adottati dal gestore del servizio raccolta.
3. Interpellanza presentata dal gruppo consiliare P.d.L., relativa a passaggi pedonali Ponte a Elsa.
4. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare P.d.L., relativa a presenze Consiglieri.
5. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare U.D.C., relativa alla situazione dei lavori nel Centro Storico di Empoli.
6. Verbale della seduta del Consiglio Comunale n. 11 del 31.03.2010: approvazione.
7. Mozione presentata dai gruppi consiliari Rifondazione Comunisti Italiani e Marconcini Sindaco di Sinisistra, relativa alla revisione dei criteri di riammissione nel nucleo familiare originario del titolare di alloggio E.R.P. in caso di comprovate difficoltà
8. Mozione presentata dai gruppi consiliari Rifondazione Comunisti Italiani e Marconcini Sindaco di Sinistra, relativa all’applicazione del principio “pari salario per pari lavoro” all’interno della società Farmacie Comunali s.r.l.
9. Mozione presentata dal gruppo consiliare Empoli a 5 stelle, relativa a Rimborsi CIP6.
10. Mozione presentata dal gruppo consiliare I.D.V., relativa alla promozione e incentivazione dell’utilizzo di pannolini lavabili.
11. Mozione presentata dal gruppo consiliare P.d.L., relativa a Mercato Ortofrutticolo di Avane.

  

027 – All’ombra della grande vela

Gabriele giugno 2, 2010 Brevi dal consiglio 3 Comments

Consiglio comunale del 31 maggio, assenti Bagnoli, Scardigli (PD), Morini, Petrillo (lista Marconcini), Gracci (UDC), Giacomelli (5 Stelle).

La seduta inizia con la lettura dell’appello da parte di una donna misteriosa, che nessuno aveva mai visto.
Successivamente il Presidente Piccini ricorda le vittime dell’assalto alla Freedom Flotilla avvenuto poche ore prima, invitando il consiglio a rispettare un minuto di silenzio.
Gaccione (CI) apre la discussione chiedendo in base all’articolo 70 del regolamento di poter presentare un ODG. Nasce una discussione, come sempre, sul merito dell’articolo “problemi e fatti di preminente interesse locale o di particolare rilevanza nazionale o internazionale”, l’ODG che chiedeva un Consiglio Comunale aperto sulla Palestina sarà discusso nella prossima seduta , per adesso ogni gruppo consigliare è intervenuto sull’argomento.
Si passa poi alla prima variazione di bilancio, 55mila euro intercettati dal fondo Gescal per la realizzazione di un percorso partecipativo per andare a decidere insieme alla popolazione cosa fare della vela e dell’area del mercato ortofrutticolo di Avane, i fondi verranno gestiti da Case.SPA.
Bianchi polemizzando sul fatto che mancando il capo ufficio tecnico ragioneria nessuno fosse stato in grado di spiegare come questi 55mila € erano composti ha colto l’occasione per salutare il nuovo Segretario Generale che non era stato presentato, la donna misteriosa dell’appello.
Il percorso, che avrà una durata di 5 mesi, sarà gestito da Avventura Urbana, una società di Torino specializzata in questo tipo di attività ed accreditata dalla Regione.
Avevamo già sentito parlare di Avventura Urbana, da ottobre in – Commissione centro storico – le “idee” portate dalla giunta per il lancio del cuore di Empoli sono: un percorso partecipativo, con questa ditta appunto.
Curioso che il primo percorso che si vada a realizzare sia da un altra parte e poi partecipativo in che senso? Da dove inizia la partecipazione? I consiglieri di opposizione non sapevano nulla.

  

026 – SaniPolitik (CC aperto sulla sanità)

Gabriele maggio 27, 2010 Brevi dal consiglio No Comments

Si è svolto presso il Chiostro degli Agostiniani il secondo consiglio comunale aperto della legislatura. Al primo sulla riforma Gelmini segue il presente sulla sanità nel nostro territorio.
Consiglio meglio organizzato della volta precedente, con i consiglieri questa volta hanno una propria seduta col proprio nome e sono divisi tra maggioranza e opposizione, la volta precedente erano confusi tra il pubblico.
Dopo le relazioni introduttive di Sindaco e Presidente del Consiglio il dottor Nedo Mennuti, direttore della rete territoriale Asl 11, ci fa un quadro della situazione, fornendo una serie di dati generali su tutta la Asl, si va dai 41 assistenti sociali , alla Casa della Salute aperta ad Empoli e di prossima apertura a Certaldo, alle 580mila prenotazioni attraverso il CUP. Difficile avere un quadro di riferimento senza una comparazione con altre realtà, la situazione dipinta è sembrata un po’ troppo rose e fiori, infatti come lo stesso Giacomelli (5 Stelle) ha ricordato se si fora il tempo previsto dalla regione per una prestazione sanitaria si ha diritto ad un rimborso di 25€, se a lui questo rimborso è spettato significa che almeno su quella prestazione c’era una carenza.
Il quadro generale viene ridimensionato dagli interventi degli altri ospiti, che si sono concentrati a dire il vero più sul nuovo plesso ospedaliero empolese che sull’intera azienda sanitaria.
Sono intervenuti il dottor Michele di Mola, della rappresentanza sindacale unitaria dell’Asl 11, il dottor Sergio De Cesaris, per conto della Associazione nazionale aiuto assistenti ospedalieri (Anaao) e dell’Associazione medici dirigenti (Assomed), il dottor Giovanni Bertelli, dell’Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani, il dottor Luciano Fanciullacci, della Federazione italiana medici di famiglia, il dottor Antonio Iannuzzi, medico di pronto soccorso, del sindacato Anaao Assomed, Maria Antonietta Talini, della rappresentanza sindacale unitaria della Manutencoop.
Da più parti è stato evidenziato che i medici, la popolazione e la politica sono state colte alla sprovvista dall’apertura del plesso.
Il dottor Iannuzzi del pronto soccorso ha sottolineato come nessuno ha esperienza di trasferimento di un intero ospedale, ma al pronto soccorso, vetrina dell’intero plesso, doveva essere dato maggior supporto.
Il pronto soccorso ha problemi comuni a tutti i presidi, uno di questi è l’eccessivo numero di codici bianchi e azzurri. Se le persone accedono al PS per problemi non di urgenza i problemi sono culturali e politici, non si è in definitiva lavorato sulla cultura ospedaliera della popolazione.
Conclude la serie di interventi il dottor Porfido, direttore generale dell’Asl, ci saremmo aspettati un intervento più tecnico da amministratore di azienda che politico, magari riuscendo ad intravedere anche delle linee programmatiche, migliorare è sempre possibile.
La seduta si chiude con gli interventi dei consiglieri, riportiamo quello di Giacomelli che riprendendo quanto detto da Tallini di Manutencoop (pulizie) si chiede chi siano i datori di lavoro dei suoi datori di lavoro, se i cittadini o la politica.

  

Consiglio Comunale n°11 del 31 marzo 2010

Gabriele maggio 22, 2010 Dirette Web No Comments


Punti trattati:

  • Approvazione piano triennale lavori pubblici
  • Bilancio di Previsione 2010

Vedi anche:

  

Consiglio Comunale n°10 del 22 marzo 2010

Gabriele maggio 22, 2010 Dirette Web No Comments

Punti trattati:

  • Illustrazione al consiglio dell’iniziativa Leggere, leggere, leggere
  • discussione degli emendamenti al bilancio
  • Emendamenti UDC
  • Emendamenti PDL (zerosei e piazza delle stoviglie)
  • Emendamento IDV su monetizzazione degli standard urbanistici

Vedi anche:

  

Consiglio Comunale aperto sulla Sanità 17/05/2010

Gabriele maggio 19, 2010 Sedute del Consiglio No Comments


Secondo Consiglio Comunale aperto in questa legislatura.Dopo il primo sulla scuola e sulla riforma Gelmini è ora il momento di parlare di Sanità. Argomento estremamente vasto che forse avrebbe meritato un ridimensionamento concentrandosi sull’ospedale di Empoli, sul suo rapporto col Circondario e sul nuovo masterplan del futuro sviluppo.
Numerosi i contributi esterni e tra questi quelli del direttore generale Eugenio Porfido,del direttore della rete specialistica Renato Colombai e del direttore della Rete territoriale Nedo Mennuti. E poi i rappresentanti sindacali dei medici.
La seduta ha inizio oggi pomeriggio dalle ore 15 presso il Chiosco degli Agostiniani in via dei Neri.
Salvo problemi tecnici sarà possibile seguire la diretta streaming su questo sito.

  

025 – Acua publica

Gabriele maggio 13, 2010 Brevi dal consiglio No Comments

Consiglio Comunale del 5 maggio, assenti Fruet (PDL), Gracci (UDC) e Morini (lista Marconcini) non partecipano alla votazione finale.

Il consiglio si apre con una mozione d’ordine (un punto aggiunto all’ordine del giorno stabilito) per ricordare gli avvenimenti di Atene e le vittime che ne sono conseguenza. Giacomelli (5 Stelle) ricorda i PIIGS, se la Grecia piange, noi non ridiamo.

>>Wikipedia marcherebbe il resto della voce non neutrale<< , ma in questo caso non ci interessa più di tanto.

E’ stata poi discussa la mozione della Federazione della Sinistra relativa all’inserimento nello statuto del comune del servizio idrico come bene privo di rilevanza economica. A supporto di tale mozione e come bagaglio di pressione politica erano state raccolte circa 600 firme, con una sola uscita pubblica il 20 marzo in concomitanza della manifestazione per l’acqua pubblica che si teneva lo stesso giorno a Roma. A questo mini comitato avevano aderito varie forze politiche, oltre alla FdS, 5 Stelle ed UDC, presenti in consiglio come opposizione, IDV (presente in consiglio) e SEL (non presente) che compongono comunque la maggioranza di governo.

Durante la seduta è stato detto tutto e spesso anche il suo contrario. Il punto per la lista civica 5 Stelle è molto semplice, se consideriamo l’acqua come diritto umano inviolabile si devono compiere tutte le azioni che puntano verso questo obiettivo, altrimenti si sta dall’altra parte, non vi possono essere distinguo.

Considerato molto tecnico l’intervento di Bartalucci (consigliere PD e amministratore delegato di Acqua Industriali SPA), che ci spiega come l’acqua debba essere gestita sulla base del bacino idrografico e che quindi non possa essere divisa o spezzettata tra i vari comuni. In pratica la favola de Il lupo e l’agnello. Il punto è che la mozione non andava a modificare minimamente il metodo di gestione attuale, ma poneva un punto fermo fondamentale, ovvero stabiliva che l’acqua è un bene sul quale debbono decidere gli abitanti del luogo dove questa cade sotto forma di pioggia e dal quale viene estratta dalle falde.

La seduta si chiude con la votazione contraria alla mozione della PDL compatta “coadiuvata” da cinque consiglieri PD ( Bartalucci, Cavallini, Tempestini, Pampaloni, Picccini), dal voto favorevole di IDV,  5 Stelle, lista Marconcini, FdS e UDC, e dall’astensione di tutta la restante parte del Partito Democratico, non prima di aver aperto le porte ad una discussione su una mozione sul modello di quella di Pisa. Mozione quella pisana che porterà nel migliore dei casi allo stesso risultato dopo ulteriori tre o quattro passaggi in commissione più un altro in consiglio, questo a proposito di Grecia e contenimento delle spese, tutto dopo la dovuta mediazione politica…

«L’acqua è una risorsa a cui le normali regole di domanda e offerta di mercato non sono applicabili.  Il diritto all’acqua è inalienabile che appartiene a tutta l’umanità e da conservare per le future generazioni. Ciò, non sembra però, rientrare nel bagaglio di idee dell’attuale Giunta di centrodestra pratese» Massimo Carlesi capogruppo PD a Prato (dove il PD è all’opposizione), all’indomani della bocciatura da parte del centrodestra della stessa mozione.

  

Consiglio Comunale n°9 del 15 marzo 2010

Gabriele maggio 6, 2010 Dirette Web No Comments

Punti trattati:

  • Approvazione regolamenti Publiambiente

Vedi anche:

  

Ordine del giorno, consiglio comunale del 5/5/2010

Gabriele maggio 5, 2010 Sedute del Consiglio No Comments


Solo consigliomozioni nel consiglio comunale di questa sera, che potrete seguire in diretta streaming su questo sito.
Si inizierà parlando, finalmente, dell’inserimento del servizio idrico nello statuto del comune come bene privo di rilevanza economica. In sostegno a questa mozione abbiamo raccolto circa 600 firme, poi è partita la campagna referendaria per la ripubblicizzazione per la quale sono state raccolte 250.000 firme in 10 giorni.
Numeri importanti come le 260 firme (per ogni referendum) raccolte solamente durante il corteo del Primo Maggio ad Empoli, segno evidente che i cittadini empolesi hanno le idee piuttosto chiare su chi debba governare l’acqua.
Seguono due mozioni di Rifondazione Comunisti Italiani relative alla situazione case e sugli stipendi dei dipendenti delle Farmacie Comunali.
Non verrà con ogni probabilità discussa la mozione sui rimborsi CIP6, per questo ci riserviamo di spiegarla più in la.

Il Consiglio Comunale è convocato dalle ore 20:30:

1. Comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio.

2. Mozione presentata dai gruppi consiliari Rifondazione Comunisti Italiani e Marconcini Sindaco di Sinistra, relativa all’inserimento nello Statuto Comunale dell’acqua come diritto universale privo di rilevanza economica e quindi non privatizzabile.

3. Mozione presentata dai gruppi consiliari Rifondazione Comunisti Italiani e Marconcini Sindaco di Sinisistra, relativa alla revisione dei criteri di riammissione nel nucleo familiare originario del titolare di alloggio E.R.P. in caso di comprovate difficoltà

4. Mozione presentata dai gruppi consiliari Rifondazione Comunisti Italiani e Marconcini Sindaco di Sinistra, relativa all’applicazione del principio “pari salario per pari lavoro” all’interno della società Farmacie Comunali s.r.l.

5. Mozione presentata dal gruppo consiliare Empoli a 5 stelle, relativa a Rimborsi CIP6.

  

025 – Giochi d’azzardo

Gabriele maggio 4, 2010 Brevi dal consiglio 1 Comment

Consiglio comunale del 26 aprile, assenti Morini (lista Marconcini), Dimoulas (IDV) e Pelagotti (UDC) partecipano solo alla sessione serale.

Viene discussa ad inizio seduta la nuova convenzione per il trasporto locale, che viene questa volta fatta a livello di circondario ovvero un unica gara per tutti gli 11 comuni. Questo porterà sia vantaggi che svantaggi. Si avrà un risparmio sul totale della spesa del comune di Empoli, questo anche grazie ad uno sconto dell’iva concordato con la regione, ma sarà più difficoltoso adeguare il percorso dei mezzi ad eventuali nuove esigenze. Ci auguriamo di vedere qualche connessione intercomunale in più visto che allo stato attuale queste risultano molto poche. Gracci (UDC) e Giacomelli (5 stelle) hanno riproposto l’adozione di bus di dimensioni inferiori e magari elettrici o a combustibili alternativi, la Sindaco ha rassicurato che con il rinnovamento del parco macchine queste verranno adeguate. Monitoreremo.
Si passa ai punti 5 e 6 dell’ordine del giorno si tratta in pratica alcune misure per andare a recepire un contributo regionale di 1.770.000€ che verranno sfruttati per il restauro del complesso del San Girolamo Emiliani in via Fabiani, dal quale verranno ricavati 10 appartamenti da locare a canone convenzionato in “zona grigia” (350-400€/mese).
Per compiere questa operazione viene fatto un accorpamento di comuni con Montelupo, Capraia e Limite e Vinci, per un trasferimento totale dalla regione di 2milioni e 600 mila euro.
Viene successivamente discusso il bilancio questa volta consuntivo del 2009. Si riaprono la discussione sul patto di stabilità, per l’ennesima volta.
Il patto di stabilità strozza i comuni impedendogli di spendere anche soldi disponibili. Questo non significa che dal bilancio non si debba intravedere una linea politica di governo. Il patto è legge dello Stato e per questo va rispettata, questo non vuol dire che una amministrazione non si debba porre un obiettivo e debba provare a raggiungerlo provando a stare nel patto di stabilità, a mettendo in conto anche la possibilità di sforarlo pur di perseguire quello che ci si era preposti.
Per troppi anni le nostre amministrazioni hanno basato i loro investimenti sulle licenze edilizie di nuove edificazioni, trascurando i centri storici e facendoci diventare il primo produttore europeo di cemento (Cembureau, Activity Report pagina 4).
L’assessore al bilancio Fiore ha annunciato una richiesta alla regione ed al governo di poter spendere 15 milioni oltre al patto, vi informeremo sulla risposta.
La seduta si chiude con l’approvazione all’unanimità del nuovo regolamento per il gioco d’azzardo che va a stringere le maglie nelle quali si può muovere il gioco legalizzato.
L’inversione di tendenza deve essere culturale, come proposto da vari consiglieri, ma possiamo considerare una regolamentazione chiara un buon punto di partenza.

  

Forum

Entra nel forum del Movimento 5 Stelle dell'Empolese Valdelsa.

Iscriviti alla Newsletter:

Loading...Loading...


Questionario 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è completamente autofinanziato dai suoi sostenitori
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
l'ArchiVio - Tutti gli Atti del Comune e la Rassegna Stampa

Versione Mobile



RSS Beppe Grillo Post

  • Il Giornalista (con la G maiuscola) del giorno: Paolo Borrometi
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Paolo Borrometi è un giovane giornalista che opera nella Provincia di Ragusa. A causa dei suoi articoli di denuncia precisi, circostanziati e coraggiosi è da tempo oggetto di continui e ripetuti atti di intimidazione e minacce, culminate il 16 Aprile scorso i
  • La carta stampata contro la diffusione della cultura
    Beppe Grillo e la rivoluzione digitale03:15googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); In Italia la diffusione della cultura è bloccata dalla carta stampata. Gli editori cartacei godono dell'agevolazione fiscale dell'iva al 4%, per i libri digitali l'iva invece è al 22%. Questa disparità di tr
  • Senza titolo
    ULTIM'ORA: IL M5S DOMANI NON INCONTRERA' IL MINISTRO ORLANDO PER LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA - L'ARTICOLO DI LABATE SUL CORRIERE DELLA SERA RIPORTA IL FALSOLeggi e commenta il post su www.beppegrillo.it
Italian Bloggers BlogItalia - La directory italiana dei blog

Flash news dal mondo

Più di mille impianti pericolosi in Italia, ma la gente non lo sa

30 gen 2013

impianto

Un nuovo studio effettuato da Legambiente mette a nudo la disorganizzazione dell’Italia. Non che ci sorprendano tali dati, ma nemmeno pensavamo a casi di queste proporzioni. Il numero chiave oggi è 1.100, ed è il numero di impianti industriali che sono potenzialmente bombe pronte ad esplodere, con conseguenze anche peggiori …

Pirogassificatore: Perché la regione impugna la sentenza del TAR?

29 gen 2013

scarselli_luca

Apprendiamo con immenso sdegno che la Regione Toscana ha impugnato la sentenza del T.A.R. Toscana che nel dicembre scorso aveva annullato l’autorizzazione per l’impianto di incenerimento rifiuti di Castelfranco di Sotto Non comprendiamo questo “accanimento terapeutico” in favore di due società private. Il caro presidente Rossi deve oramai rispondere a …

Flash news da Empoli

«No all’inceneritore di Fibbiana», centinaia di adesioni al comitato

9 gen 2014

soa fibbiana

Cittadini contro Comune e Colorobbia che vuole realizzare un impianto per produrre energia dai rifiuti «Preoccupati per l’ambiente e la nostra salute». Oggi incontro pubblico in municipio a Montelupo MONTELUPO. Un comitato per dire No all’inceneritore di Fibbiana. È quello a cui hanno dato vita nelle ultime ore un gruppo …

Morire di lavoro

Luigi Rossi, 15 anni, Sparanise (Caserta)

27 set 2011

La vittima, Francesco Rossi, studente di un istituto professionale di Vairano promosso al secondo anno di studi, ha perso la vita rimanendo schiacciato sotto il trattore di proprietà del padre Luigi. Il quale, dopo l’incidente, in evidente stato di choc non è stato però in gradi di ricostruire per filo …

Commenti recenti

  • Johna833: Yeah bookmaking this wasn't a risky conclusion outstanding p...
  • runespirit: I dati degli ultimi 5 anni sarebbero piu interessanti....
  • Massimo: Sono un genitore di una alunna che frequenta l'Enriques a Ca...
  • chiara: Le donne dovrebbero imparare ad essere donne, a rendersi con...
  • Nicoal: Se c'è una minima volontà di fare un inceneritore nella zona...
  • Gabriele: Per commenti positivi di donne sulla coppetta puoi andare su...
  • Silla: Chissà come mai i commenti più positivi a questo articolo ve...