Scuole in affitto

Credevamo che le province fossero inutili. Invece per quanto riguarda la provincia di Firenze ci siamo ricreduti. Non è inutile: è dannosa! Si lamenta ogni giorno dei tagli, arrivando a minacciare di spegnere i riscaldamenti alle scuole e poi spreca all’inverosimile. Solo ad Empoli ha 3 sedi scolastiche in affitto, …

La voce ai cittadini

Sempre alla ricerca di costante e proficuo dialogo con il cittadino, il Movimento 5 Stelle dell’Empolese Valdelsa da oggi parte ufficialmente con la campagna “La voce ai cittadini”, iniziativa diretta agli abitanti del territorio e relativa alle problematiche del medesimo. Campagna di ascolto che si basa sulla distribuzione di questionari …

Combattere per la pace con le armi e altre storie

Anche oggi ci troviamo davanti alla pavidità di questo parlamento, davanti ad un largo accordo che rovina completamente il nostro paese, accordo che è basato sul ricatto di garantire stabilità a questo governo decisamente scarso. Dopo 3 giorni di discussioni, di riunioni, di speranze ci troviamo davanti ad un ricatto …

Primo esposto

Come già annunciato pubblicamente in Consiglio Comunale abbiamo proceduto a segnalare alla Corte dei Conti di Firenze i nostri dubbi sui profili di illegittimità dell’operazione portata avanti dall’unione dei comuni e dal comune di Empoli sulla gestione dei servizi finanziari. Segnalazioni analoghe saranno fatte da questo movimento senza dubbio ogni …

Ultimi articoli:

Pronti per amministrare

Gabriele marzo 19, 2014 Senza categoria No Comments

intervista m5s empoli gabriele sani

Alle prossime elezioni amministrative il MoVimento 5 Stelle Empoli parteciperà con la propria lista e il proprio candidato sindaco Gabriele Sani .
Proseguiremo il nostro impegno per la Città in continuità con il lavoro svolto in questi cinque anni dentro il consiglio comunale come opposizione e fuori sul territorio come cittadini attivi.
All’inizio della nostra attività di gruppo consiliare ci spingeva la volontà e la passione di porre i temi del Movimento 5 Stelle al centro della prospettiva politica del nostro territorio, ma anche e soprattutto la sensazione che troppe cose non funzionassero a dovere nella gestione della struttura amministrativa comunale.
Adesso, passati cinque anni durante i quali abbiamo imparato molte cose, acquisito conoscenze e nozioni, è maturata la consapevolezza di essere in grado di governare e di poter imprimere alla nostra città un cambio nella visione politica e amministrativa che sembra quanto mai necessario.
Riteniamo che il MoVimento 5 Stelle Empoli sia sempre stato dalla parte dei cittadini e che ne abbia saputo ascoltare gli appelli e le istanze, così come dalla parte dei cittadini è stato nelle proposte concrete. È con questa ottica che intendiamo continuare a lavorare e ci proponiamo di governare, senza legami e interessi, con una chiara visione della strada da percorrere insieme e in collaborazione con tutta la cittadinanza.
Frutto di questa filosofia sarà il nostro programma per la Città e per l’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa, costruito attraverso un percorso di incontri pubblici sui temi principali per la gestione dei Comuni e delle comunità locali, basata sull’affermazione completa del principio dell’etica e della trasparenza, su politiche urbanistiche e ambientali che garantiscano una corretta gestione del territorio, sulla difesa dei beni comuni e la ripubblicizzazione dell’acqua, su una moderna mobilità sostenibile e su una corretta e vantaggiosa gestione dei rifiuti basata sulla raccolta differenziata e sul riciclo che consenta effettivamente di risparmiare.
Con queste idee fondamentali ci siamo avvicinati a tutti i cittadini perché le prossime elezioni trovino, nei programmi e nelle caratteristiche dei candidati, risposte concrete ai nostri obiettivi programmatici.
Il Movimento 5 Stelle Empoli continuerà a muoversi con spirito costruttivo, con esplicita volontà di rinnovamento e di confronto reale e concreto e, proprio per questo, rispedisce al mittente il tentativo di etichettarlo come forza antipolitica.

  

Noi ci proveremo

Gabriele marzo 19, 2014 Senza categoria No Comments

giudice di pace empoli

Un anno fa – era il 20 marzo 2013 – il Movimento 5 Stelle pubblicò un appello intitolato “SALVARE IL GIUDICE DI PACE” spiegando le ragioni per cui per Empoli era indispensabile mantenerlo, raccogliendo firme ed organizzando un incontro a Fibbiana con gli stessi giudici di pace. Furono fatte proposte concrete, indicato dove reperire i fondi, i locali dove metterlo (2 piani delle ex poste oppure l’ex tribunale), fu chiesto che se ne occupasse l’Unione dei Comuni, in quanto servizio che è nell’ interesse di tutti i comuni mantenere, fu anche indicato come reperire il personale (distacchi dall’ unione dei comuni). Nessuna amministrazione ha mosso un dito, ha reagito, salvo fare sterili polemiche sulle ipotetiche ipotesi di come reperire le risorse. Nel frattempo abbiamo anche scoperto come l’unione dei comuni abbia ricevuto dalla Regione Toscana nel 2013 € 580.840,21 come “premialità per le unioni dei comuni”: non potevano essere utilizzati per i giudice di pace? La miopia amministrativa non aveva fatto prevedere che mandare dei vigili a Firenze costa di più e penalizza il servizio? Il numeroso personale che dall’unione dei comuni ha chiesto il trasferimento a Firenze non poteva continuare a lavorare ad Empoli per il giudice di Pace? Ora all’improvviso quando il danno è fatto qualcuno si risveglia da torpore, qualcuno che sta trasformando Empoli in un deserto per poi fare una campagna elettorale dicendo di volere ricostruire. L’impegno primario del Movimento 5 Stelle dell’Empolese-Valdesa è di riportare almeno ad Empoli gli uffici del giudice di pace. Era più facile non farli chiudere, ma di questo dovrà essere chiesto il conto a chi ha amministrato fino ad oggi.

  

Alessandro di Battista 9 marzo Empoli

Gabriele marzo 1, 2014 Politica News No Comments

1947508_10202686048383778_1918381486_n
Il Movimento 5 stelle Empolese Valdelsa in vista delle elezioni europee ha organizzato un incontro con Alessandro Di Battista, vicepresidente della commissione Affari esteri e comunitari. Sarà l’occasione per parlare della politica italiana e della posizione italiana in Europa. L’incontro è fissato per Domenica 9 marzo alle ore 10.00 ad Empoli in piazza delle Stoviglie e sarà una splendida occasione per conoscere direttamente e senza filtri da uno dei più bravi e preparati Cittadini a 5 Stelle l’attività che viene svolta in parlamento per il rinnovamento della politica italiana. Il Movimento sta lavorando per presentare proprie liste alle prossime elezioni amministrative in tutti i comuni dell’Empolese Valdelsa per portare anche qui il rinnovamento e per rispondere al paradosso di partiti e politici che dopo avere partecipato per anni al governo dei nostri Comuni si presentano ora come innovatori per cambiare quello che loro hanno fatto.

  

Punto d’incontro

Gabriele febbraio 20, 2014 Politica News No Comments

riunione-comitato
La campagna elettorale entra nel vivo, il MoVimento 5 Stelle sta lavorando sul programma e sulle candidature per partecipare da protagonista alle elezioni amministrative de prossimo mese di maggio. Presto scenderemo nella mischia cercando aspettando che sia passata questa fase in cui si sono visti solo slogan riciclati e manifesti troppo grandi. Oltre alla rete riteniamo utile garantire anche la presenza di un punto di incontro fisico dove poter incontrare le persone per ricevere idee e spiegare le nostre proposte per la città Poiché  il MoVimento  l’unica forza politica che rifiuta il finanziamento pubblico (42 milioni di € solo per le politiche di febbraio) ci rivolgiamo direttamente a  tutti quei cittadini empolesi che vogliono arrivare al 2020 con un amministrazione con idee diverse da quelle ripetute da troppi anni,  organizziamo una cena di autofinanziamento  venerdì 28 febbraio presso la Pizzeria “Il Rifugio”, in via Rozzalupi  al prezzo di 20 € che ci consentiranno di affittare un fondo per la campagna elettorale. Chi desidera partecipare  può farlo chiamare  3478224384 o riempire  il modulo qui sotto:

Nome

Cognome

La tua email

Il tuo numero di telefono

Numero di partecipanti

Inserisci i caratteri seguenti: captcha

  

Incapacità cronica

Gabriele febbraio 20, 2014 Politica News 1 Comment

circondario_empolese_valdelsa011

Dopo avere manifestato la più assoluta incapacità nel gestire uffici e servizi l’unione dei comuni inizia pure a lamentarsi con la provincia di Firenze. Per tutto l’anno 2013 la giunta non è riuscita a fare funzionare la convenzione tra Unione e Comune di Empoli per la gestione dei servizi Finanziari. E di fronte a tale incapacità nel 2013 i servizi finanziari sulle funzioni provinciali delegate sono stati svolti direttamente dalla provincia di Firenze.
Nel frattempo sempre per fantomatici problemi tecnici (cioè manifesta incapacità) l’unione dei comuni ha bloccato la verifica sugli impianti termici molti dei quali pericolosi. Alla faccia della prevenzione e della sicurezza. Ha perso la gestione del centro per l’impiego, anche questo tornato direttamente alle dipendenze di Firenze. Ha perso un finanziamento da 1 milione di euro per la rimozione dell’amianto dalle scuole.
Dopo 1 anno non ha ancora un ufficio gare per cui, per fare un esempio, la polizia municipale è costretta a farsi le gare con proprio personale, sottraendolo al servizio in strada, sempre a scapito della sicurezza
Nessuna risposta è stata ancora data su come sono stati utilizzati i 580.840,21 Euro ricevuti dalla Regione Toscana, la quale a sua volta ha già alzato la voce per chiedere conto di tale inerzia. Come se non bastasse si continua a spendere circa 900.000 euro all’anno di affitto per locali che il sindaco Toni definisce “groviera” con “infiltrazioni impianti che non funzionano, porte che non si chiudono” e che necessitano “in particolare l’adeguamento antincendio e quello sismico”.
Perché mai è stata fatta una proposta seria per costruire le scuole in edifici di proprietà, a norma e magari con laboratori e palestre? Il Circondario ha iniziato la sua attività nel 2001, con assoluta continuità gestionale dato che vi era già l’attuale direttore, e nessuno ha mai proposto una soluzione.
In 13 anni si sono spesi oltre 11 milioni di euro solo di affitto: non era possibile costruire una scuola a norma? Scommettiamo che dirigenti e direttore anche beneficiato degli incentivi per avere raggiunto i risultati programmati. Di fronte a questo immane spreco si ha anche il coraggio di lamentarsi. Con il possibile effetto di perdere anche la gestione di scuole e strade. Con l’aiuto di tutti i cittadini a breve volteremo questa pagina vergognosa della nostra città. Il prossimo sindaco dovrà portare Empoli alla vigilia del 2020 avendo come priorità assoluta le scuole e la sicurezza. E non potrà essere uno che ha contribuito a creare questa situazione di spreco e degrado.

  

Dialogo muto

Gabriele gennaio 14, 2014 Politica News No Comments

talk-to-wall1
Che gli accordi presi col Partito Democratico avessero la validità di una promessa fatta da un marinaio in un porto all’altro capo del mondo lo sospettavamo da tempo, adesso ne abbiamo avuto conferma ufficiale.
Di giovedì scorso l’assenza del numero legale ed un Consiglio sul bilancio di previsione 2014 che salta dopo 15 minuti di commemorazione di Siro Terreni, ieri, venerdì, il partito di maggioranza ha deciso con la forza dei numeri di venire meno agli accordi presi continuando ad oltranza un dibattito che da accordi doveva concludersi 5 minuti prima della mezzanotte per poi continuare il giorno seguente.
Il termine “dibattito” è comunque quanto di più forzato si possa attribuire a quello che ormai da mesi assistiamo in Consiglio Comunale, con un PD che dalle 17:00 alle 24:00 era intervenuto una sola volta per tre minuti.
Conseguenza di tutto questo è stata che l’opposizione ha abbandonato l’aula lasciando il solo UDC a reggere il lume, il tutto su una tema affatto urgente nell’approvazione, il bilancio di previsione 2013 era stato infatti approvato a fine luglio.
Da tempo sosteniamo che la D di Democratico è un vessillo che tornava comodo per far credere a qualcuno che la discussione che è al centro della democrazia fosse più importante degli acquisti natalizi da fare al sabato mattina.

  

Toro per le corna

Gabriele gennaio 10, 2014 Senza categoria No Comments

a-big-horn-bull
Crediamo che ieri sera a Montelupo sia accaduto un evento. Una partecipazione senza precedenti da prendere tutti di sorpresa. Chi c’era non dimenticherà le centinaia di cittadini che hanno riempito ogni spazio dentro e fuori il palazzo del Comune che si sono di fatto ripresi le deleghe date ai loro rappresentati, costretti a negare la propria responsabilità sulle scelte urbanistiche fatte (come se il regolamento urbanistico che permette simili attività non fosse un atto politico adottato dal Consiglio Comunale), e strappando ad Olivia Bitossi quello che il sindaco e la sua Giunta non erano riusciti a fare: la promessa di “rivalutare l’opportunità di portare avanti il progetto”.
Non sappiamo se la promessa sarà mantenuta. Noi saremo qui a vigilare ed informare. Noi vogliamo che questo accada tutti i giorni. Solo con questa partecipazione in questo modo il nostro sarà un paese migliore. I cittadini devono riprendersi le proprie istituzioni. Questa è la democrazia che vogliamo.

  

Un nuovo mostro per il PD

Andrea Cioni gennaio 9, 2014 Politica News No Comments

capro espiatorio
Il PD ha trovato un nuovo nemico. E questo nemico è sempre più cattivo, è sempre più antidemocratico, è sempre più pericoloso. Ci sono, ogni giorno, sempre più motivi per combatterlo e se possibile, per distruggerlo. Questo nemico è il MoVimento 5 stelle che, in pochi mesi è divenuto il portatore di tutti i mali italiani a sentire i seguaci di Renzi e Co., cancellando di fatto venti anni di (pseudo)battaglie contro le cavallerie del cavaliere.
Ogni giorno leggiamo post, articoli di giornali asserviti, giornalisti sul piede di guerra. Contro chi? Contro chi ha riportato l’opposizione in questa nazione. E mi ci “scappa” un paragone, una scenetta tutta italiana: PD sono le iniziali di quell’ impiegato che va in ufficio e non lavora per venti anni. Quotidianamente si alza indispettito, impreca contro il capo, si annoia della sua stessa vita e quando gli propongono un salto di categoria con qualche responsabilità in più, se ne guarda bene e non accetta. Troppo comoda infatti è la vita che porta a rifarsela con il capo (talmente stupido e inetto che a sparargli addosso ci riescono tutti, proprio tutti!) Poi arriva un giorno e chissà perché, chissà per come(?), nell’ufficio arriva un nuovo impiegato. Che rovescia le carte, lavora instancabilmente e rinnova quell’ufficio putrido cercando di far ripartire il tutto nonostante l’incapacità manifesta del dirigente. Il “nostro” impiegato dalle iniziali P e D si risente, si arrabbia, blatera: Il giochino si è rotto.
Il nemico diventa in un attimo il nostro lavoratore che si guadagna il pane, il nemico è chi si alza di gran lena per rivoltare un ufficio allo sbando, e il capo…???? Beh, il capo in fondo in fondo andava bene così. Lui viveva da capo e il nostro impiegatuccio se ne stava lì imprecando e lasciando sciovolar le giornate. Ma la musica è cambiata e quel nuovo impiegato non lo si può proprio sopportare, sembra anche che un giorno possa “addirittura” prendere il posto del capo!
La scenetta è simile alla politica di oggi (al netto delle collusioni tra “alcuni”-e sottolineo alcuni signori del Pd e signori pdl/forza Italia o che chiamar si voglia, al netto degli “amici” lobbisti). Cari amici del Pd, sprecate il vostro tempo. La musica è cambiata è qualcuno l’ha intonata al posto vostro. Troppo statici, troppo dentro il sistema per venti anni che adesso, cambiare qualche faccia non risolverà il problema.
Siete quell’impiegato nato stanco, lasciate lavorare l’altro. Cari amici del PD, dopo la caduta del muro (concetto che ho già espresso altre volte) non avete prodotto più niente, aggrappandovi a quel che restava della tradizione del Pci e della Dc.
Avete dimenticato la forza, il coraggio, la caparbietà per andare a sbattere anche contro un muro, se necessario. Se quel muro cadrà, vincerà quell’impiegato che rivolta l’ufficio, vincerà l’Italia e il coraggio. Cari amici del PD, in pochi mesi il m5s ha salvato la Costituzione, ha imposto la decadenza di Berlusconi si è ridotto lo stipendio facendo passare il concetto che si può fare. Non è molto? Il MoVimento 5 Stelle ha ridato un significato al termine opposizione facendola nettamente, smascherando lobbisti e giochi di potere. La strada è ancora lunga, buia e non sappiamo quanto sarà percorribile. I fari possono essere accesi solo dagli italiani. Con questa informazione che oscura, i ragazzi in Parlamento chiedono soltanto un po’ di luce.

  

«No all’inceneritore di Fibbiana», centinaia di adesioni al comitato

Gabriele gennaio 9, 2014 Notizie locali No Comments

Cittadini contro Comune e Colorobbia che vuole realizzare un impianto per produrre energia dai rifiuti «Preoccupati per l’ambiente e la nostra salute». Oggi incontro pubblico in municipio a Montelupo
soa fibbiana
MONTELUPO. Un comitato per dire No all’inceneritore di Fibbiana. È quello a cui hanno dato vita nelle ultime ore un gruppo di cittadini di Montelupo Fiorentino, che intendono opporsi alla realizzazione di un impianto per la produzione di energia tramite l’utilizzo di scarti animali e vegetali. La grande preoccupazione è che l’inceneritore possa arrecare gravi danni all’ambiente e alla salute dei residenti nelle zone limitrofe. Alcuni abitanti di Montelupo si sono fatti promotori di un comitato contro la realizzazione di questo impianto. Nato da pochi giorni, il comitato sta riscuotendo numerose adesioni su facebook dove è nata la pagina “Comitato No inceneritore Fibbiana” che ha già raccolto quasi 500 mi piace. E sul sito firmiamo.it è stata indetta anche una petizione (obiettivo da raggiungere 5.000 firme) indirizzata al sindaco Rossana Mori dove vengono manifestate tutte le preoccupazioni riguardanti il nuovo impianto e dove sono elencati eventuali rischi per la salute che ne possono derivare.

Continua a leggere

  

Aprire un ciclo nuovo

Gabriele gennaio 7, 2014 Senza categoria No Comments

1476367_10200250801432917_1119531753_n
Domani mercoledì 8 gennaio inizia il secondo ciclo di 4 incontri pubblici del Movimento 5 Stelle per la realizzazione di un programma collettivo e partecipato sui temi di interesse per tutti i comuni dell’Empolese Valdelsa. L’incontro è alle ore 21:00 presso il bar “Il Rifugio” ex Circolo Arci in via Rozzalupi a Empoli.
Il tema della serata sarà “urbanistica e mobilità”, quindi la discussione spazierà dalle piste ciclabili ai treni, dalle zone industriali agli impianti sportivi.
Gli incontri proseguiranno tutti i mercoledì di gennaio nella stessa sede per parlare di Lavoro, Imprese, Artigianato, Commercio e Agricoltura, Bilancio e Partecipate, Sociale ed Immigrazione.
Lunedì 13/1 lo stesso argomento sarà replicato a Certaldo alle 21.30 presso “Il Barrino della mensa” in via Karl Marx.

  

Forum

Entra nel forum del Movimento 5 Stelle dell'Empolese Valdelsa.

Iscriviti alla Newsletter:

Loading...Loading...


Questionario 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è completamente autofinanziato dai suoi sostenitori
Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
l'ArchiVio - Tutti gli Atti del Comune e la Rassegna Stampa

Versione Mobile



RSS Beppe Grillo Post

  • #Fuoridalleuro: quanto ci costa l'euro
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); Quando si parla di ritorno alla sovranità monetaria, quindi di una moneta sotto il controllo dello Stato italiano e non di entità bancarie straniere spesso le persone pensano "E dopo cosa ci succederà?". Si sono assuefatte all'euro e si fidano di più dei killer economici, degli strozzini della porta accanto, in […]
  • 26 ottobre: il tempo di Crocetta è scaduto #sfiduciaday
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "Domenica 26 ottobre 2014, ore 15, Piazza del Parlamento a Palermo: per questo appuntamento saremo in tanti i portavoce in del MoVimento 5 stelle per chiedere assieme a tutti i cittadini una cosa molto semplice: il governo Crocetta vada a casa subito. E' giunto il tempo in cui i cittadini siciliani […]
  • #AffareNostrum: il business dei rifugiati
    googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1372239052320-0'); }); "E’ solo uno spot pubblicitario: si scrive Mare Nostrum, ma si legge Affare Nostrum. Uno spot pubblicitario per un business nuovo di zecca, cioè quello dei rifugiati. Che fuggano dalle guerre o dalla fame, per il governo e le altre forze parlamentari rappresentano una speculazione decennale. Attraverso i soliti amici con […]
Italian Bloggers BlogItalia - La directory italiana dei blog

Flash news dal mondo

Più di mille impianti pericolosi in Italia, ma la gente non lo sa

30 gen 2013

impianto

Un nuovo studio effettuato da Legambiente mette a nudo la disorganizzazione dell’Italia. Non che ci sorprendano tali dati, ma nemmeno pensavamo a casi di queste proporzioni. Il numero chiave oggi è 1.100, ed è il numero di impianti industriali che sono potenzialmente bombe pronte ad esplodere, con conseguenze anche peggiori …

Pirogassificatore: Perché la regione impugna la sentenza del TAR?

29 gen 2013

scarselli_luca

Apprendiamo con immenso sdegno che la Regione Toscana ha impugnato la sentenza del T.A.R. Toscana che nel dicembre scorso aveva annullato l’autorizzazione per l’impianto di incenerimento rifiuti di Castelfranco di Sotto Non comprendiamo questo “accanimento terapeutico” in favore di due società private. Il caro presidente Rossi deve oramai rispondere a …

Flash news da Empoli

«No all’inceneritore di Fibbiana», centinaia di adesioni al comitato

9 gen 2014

soa fibbiana

Cittadini contro Comune e Colorobbia che vuole realizzare un impianto per produrre energia dai rifiuti «Preoccupati per l’ambiente e la nostra salute». Oggi incontro pubblico in municipio a Montelupo MONTELUPO. Un comitato per dire No all’inceneritore di Fibbiana. È quello a cui hanno dato vita nelle ultime ore un gruppo …

Morire di lavoro

Luigi Rossi, 15 anni, Sparanise (Caserta)

27 set 2011

La vittima, Francesco Rossi, studente di un istituto professionale di Vairano promosso al secondo anno di studi, ha perso la vita rimanendo schiacciato sotto il trattore di proprietà del padre Luigi. Il quale, dopo l’incidente, in evidente stato di choc non è stato però in gradi di ricostruire per filo …

Commenti recenti

  • ANGELA GERARDA FASULO: La legge sulla sicurezza rappresenterà una vera salvezza per...
  • Johna833: Yeah bookmaking this wasn't a risky conclusion outstanding p...
  • runespirit: I dati degli ultimi 5 anni sarebbero piu interessanti....
  • Massimo: Sono un genitore di una alunna che frequenta l'Enriques a Ca...
  • chiara: Le donne dovrebbero imparare ad essere donne, a rendersi con...
  • Nicoal: Se c'è una minima volontà di fare un inceneritore nella zona...
  • Gabriele: Per commenti positivi di donne sulla coppetta puoi andare su...